Piaggio presenta lo scooter ibrido Mp3 da 300 cc

Il modello Mp3 Hybrid 300 abbina motore termico e motore elettrico, facendo risparmiare benzina e salvaguardando l'ambiente. Presentato anche un modello che si guida con patente B anche in autostrada.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-06-2010]

Piaggio MP3 Hybrid 300 ibrido elettrico termico

Piaggio ha rinnovato la gamma Mp3 presentando i modelli Mp3 Hybrid 300ie, uno scooter ibrido che affianca "in parallelo" un motore elettrico a quello termico (dalla cilindrata di 278 cc).

Gli scooter Mp3 si riconoscono a prima vista in quanto dotati della particolare soluzione a tre ruote che li caratterizza; introducendo l'ultima variante ibrida, Piaggio ha migliorato la versione precedente - la Hybrid 125 - facendone inoltre scendere il prezzo in una fascia più abbordabile.

Grazie alla tecnologia ibrida è possibile percorrere fino a 60 km con un solo litro di benzina emettendo 40 grammi di CO2 ogni chilometro percorso; utilizzando unicamente il motore elettrico, l'autonomia totale è di circa 30 km.

La ricarica delle batterie agli ioni di litio - è questa una novità da evidenziare - può avvenire tramite una normale presa elettrica con la modalità definita "plug in"; per completare la ricarica occorrono circa 3 ore, mentre per arrivare all'85% ne sono sufficienti due.

In alternativa è possibile ricaricare le batterie anche durante la marcia utilizzando il motore termico come un generatore; la durata del pacco batterie, sistemato sotto la sella pur mantenendo spazio sufficiente per il casco e altri piccoli oggetti, è stimata in cinque anni.

Il Piaggio Mp3 Hybrid 300 è in vendita a 7.990 euro - compresa Iva, franco concessionario - mentre le versioni della gamma dotate del solo motore termico (Mp3 300ie e Mp3 LT 300ie) costano entrambe 6.090 euro.

Interessante è notare come il modello Mp3 LT 300ie sia l'unico scooter 300 guidabile con la sola patente auto (quella di categoria B) grazie all'aumento della carreggiata anteriore a 465 mm - che ne permette l'omologazione come triciclo - e come ciò, superando i limiti omologativi del precedente modello 250, garantisca pieno accesso a tangenziali e autostrade.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

{LeleTV}
Perche non coperto? Leggi tutto
1-10-2010 14:13

Guarda che ti davo ragione. La mia era una precisazione per la citazione. :wink: Ciao Leggi tutto
3-7-2010 19:08

Infatti ho scritto motocarrozzetta 8)
2-7-2010 09:22

Ciao Leggi tutto
2-7-2010 02:46

Credo che Freestyler abbia ragione, ci vogliono solo 150 cc. per entrare in autostrada ai motocicli, nient'altro. Infatti negli ingressi ci trovi questo [img:7cac3f1f49]http://www.rainews24.it/ran24/immagini/autostrada_cartello.jpg[/img:7cac3f1f49]
1-7-2010 12:18

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi le licenze Creative Commons per i tuoi lavori?
Sì: le Creative Commons mi aiutano a diffondere il mio lavoro gratuitamente e ottenendone il credito.
No: non ho motivo di utilizzarle perché esiste già una legge sul copyright.
Sì: le Creative Commons mi consentono di diffondere il mio lavoro e di ottenere dei guadagni.
No: necessito di ricavare dei soldi dal mio lavoro, e le Creative Commons non mi aiutano in tal senso.

Mostra i risultati (384 voti)
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 29 novembre


web metrics