La Moratti e il black out tecnologico

Al suo primo esame di Stato per la Maturità, il Ministro della Pubblica Amministrazione Letizia Moratti rischia la bocciatura, per lo meno in tecnologia e modernità. Ha emesso una circolare che vieta l'accesso ai cellulari nelle scuole nei giorni delle prove di maturità, mentre i professori-commissari dovranno severamente vigilare che nessuno studente possa accedere a Internet o a un computer durante gli esami: le aule dove si trovano Pc dovranno rimanere chiuse. Una smentita clamorosa di tante affermazioni sulla modernizzazione della scuola.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-06-2002]

Letizia Moratti, imprenditrice e manager, già Presidente di un'azienda multimediale come la Rai, è stata giudicata da Berlusconi la persona più adatta ad attuare il suo programma di modernizzazione della scuola italiana, la scuola delle "3 I" (intese come Inglese, Impresa, Internet).

L'intento è far assomigliare le scuole alle piccole aziende, con i presidi-manager che si preoccupano di efficienza (e magari di profitti), aiutare le scuole private, preoccuparsi di inserire i giovani nel mondo del lavoro. Pragmatismo, efficienza, modernità sono state parole d'ordine che, ossessivamente, ripetute dal Ministro Moratti hanno suscitato la rivolta degli insegnanti e degli studenti: no all'aziendalizzazione della scuola, più solidarietà e attenzione alla cultura.

Probabilmente insegnanti e studenti si sono preoccupati eccessivamente: l'ultima cicolare della Moratti sugli esami di maturità dimostra ampiamente che tanti discorsi sulla modernizzazione della scuola erano più che altro slogan pubblicitari.

La Moratti con una circolare (che non sappiamo se sia stata fatta circolare via e-mail) proibisce l'ingresso di cellulari e palmari nelle scuole durante lo svolgimento delle prove di esame della maturità 2002. Si tratta di un divieto senza precedenti: persino sugli aerei e nelle chiese, durante le funzioni, ci si limita a chiedere lo spegnimento dei telefonini. No, qui, quello che è ormai pane quotidiano, più senso della vita che oggetto per i suoi aspetti simbolici e di socializzazione per le nuove generazioni, dovrà rimanere fuori dalla scuola, durante quel rito di iniziazione che rimane ancora oggi l'esame di maturità.

Bisogna scongiurare il pericolo degli SMS che permettono di copiare da un banco all'altro e di ricevere utili dritte da genitori complici e boy-girl friends interessati fuori dalla scuola, senza pensare agli MMS (gli Sms multimediali), poi al WAP, al GPRS, potenti aiuti, più dei vecchi fogliettini nascosti in parti più o meno intime.

Dovremo assistere a perquisizioni corporali accurate da parte di bidelli e professori, allo scopo di rintracciare cellulari sempre più microscopici e invisibili? Verranno installati dei "phone detector", venduti da qualche azienda (vera, non come le scuole della Moratti) per impedire l'ingresso dei telefonini, il cui possesso illecito determinerebbe, secondo la circolare, l'allontanamento da tutte le prove?

Il prossimo anno si potrebbe arrivare a schermare le scuole: potrebbe essere un business interessante e profittevole per garantire meglio lo svolgimento sereno delle prove. Tutti in aula con il telefonino che non potrà ricevere. Altrimenti, prove di soppravvivenza nel deserto, con uguale astinenza da cellulari e altre valenze positive di tipo turistico-culturale.

La Moratti ordina ancora che venga rigoramente proibito l'accesso ai Pc e a Internet, nonché la chiusura e la sorveglianza delle aule che contengono questi (diabolici?) strumenti di lavoro e di studio. Nessuno dovrà entrare nel Web durante gli esami.

Non sappiamo se la circolare contenga proibizioni del tipo: no a capelli lunghi, rasta o rapati, no a minigonne, sandali e altro. L'attenzione della Moratti ci pare più che altro tecnofobica, attenta a non turbare con gadget tecnologici la sacralità di un rito, come l'esame di maturità, che si perde nella notte dei tempi.

Dopo l'Esame di Maturità comincerà la vita vera: piena non solo di telefonini, ma anche di Pc e di Internet, dove i diplomati dovrebbero sapersi muovere con intelligenza, competenza, senso critico e, perché no, una prima base professionale. Ma alla Moratti, ministro-manager, questo non interessa. Oggi la Maturità... la Vita domani.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 28)

MaX
Divertente questo forum!! Ciao pincopallino, non ci conosciamo, ma parliamo la stessa lingua!Mi piacerebbe che faceste un salto qui a barcellona (spagna) per vedere che fine fanno i no-global italiani.Drogati di canne che non hanno niente da invidiare alle droghe pesanti.Fanno i barboni perch qui la polizia non scherza e non sarebbero... Leggi tutto
6-9-2002 00:24

Chiedo scusa per il ritardo con cui rispondo a questo articolo, ma solo ora mi sono messo a leggere tutti gli articoli di zeusnews che avevo in arretrato. Ho una pizzeria e l'estate non riesco a fare molto altro che lavorare.Ho 32 anni e i tempi del liceo me li ricordo ancora piuttosto bene.Non mi piace la Moratti, non mi convince n... Leggi tutto
30-8-2002 06:05

Troppa grazia sant'antonio... Leggi tutto
5-7-2002 13:36

Nero
propaganda di sinistra Leggi tutto
4-7-2002 23:54

scusa Remigio, ma che @*#$% stai dicendo?sei in pieno delirio alcolico?ho qualche perplessita che tu, forse, puoi aiutarmi a chiarire:- chi questo Altissimo cui ti riferisci- Gibson e Burroghs sono "controcultura"?- gli Area, AMMP meglio dei 99 Posse, non li consideri?- Pinelli volato fuori da una finestra e Calabresi ... Leggi tutto
4-7-2002 16:48

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
L'aggravarsi del tasso di inquinamento atmosferico fa assumere alle amministrazioni comunali la decisione di bloccare la circolazione delle auto. Cosa ne pensi?
Era ora: si tratta di una misura necessaria e urgente.
I blocchi del traffico sono inutili e peggiorano la vita delle persone.
Sono d'accordo, ma i provvedimenti dovrebbero essere pi incisivi (o addirittura permanenti).
Sarei d'accordo solo se prima venissero potenziati i trasporti pubblici.
Non so.

Mostra i risultati (1445 voti)
Settembre 2021
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 26 settembre


web metrics