Il Cern getta luce sul Big Bang

L'esperimento CMS produce i primi risultati inaspettati. Forse è stata intravista la "materia primordiale".



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 22-09-2010]

Cern LHC CMS Guido Tonelli

È un po' la rivincita del CMS: il Compact Muon Solenoid, il rivelatore parte del Large Hadron Collider che opera al Cern di Ginevra, è il primo elemento del grande acceleratore a rivelare nuove informazioni, dopo che la sua partenza è stata funestata prima da un attacco al sito e poi da un bug nell'hardware.

Secondo alcuni, il CMS ha mostrato indizi di qualcosa che potrebbe essere simile alla materia che esistette nei primissimi istanti successivi al Big Bang.

Guido Tonelli, coordinatore del CMS, mette però in guardia dai facili entusiasmi: la possibilità che si tratti di "materia primordiale" "è solo una fra le cinque o sei ipotesi che stiamo esaminando, e in questo momento sarebbe prematuro trarre delle conclusioni".

Per sapere con certezza che cosa abbia visto il LHC ci vorrà ancora per lo meno qualche mese e nuove osservazioni, ma i rilevamenti del CMS sono indice chiaro del fatto che l'esperimento sta già iniziando a dare i suoi frutti.

Facendo scontrare protoni a 7 TeV, è stato osservato un fenomeno interessante, non nuovo ma che si è notato ora per la prima volta negli scontri tra protoni: alcune delle particelle risultanti dagli scontri hanno mostrato di allontanarsi secondo traiettorie che divergevano, seppure di poco, da quanto previsto nelle simulazioni, e che indicavano una certa correlazione tra alcune delle particelle stesse.

Una delle ipotesi che spiegherebbero questo comportamento, quella di cui parlavamo all'inizio, evoca il plasma di quark e gluoni che sarebbe esistito subito dopo il Big Bang per un brevissimo periodo (20 o 30 microsecondi), in cui i quark sono liberi di muoversi anziché essere confinati nei barioni (come i protoni e i neutroni).

Gli effetti notati al Cern negli scontri tra protoni erano già stati rilevati nell'acceleratore americano RHIC, ma facendo scontrare ioni pesanti (come gli ioni d'oro); vedere lo stesso fenomeno originarsi dagli scontri tra protoni - una cosa che non era stata predetta, anche se il CMS era attrezzato per cercarla - potrebbe dare origine a nuove ipotesi.

Nell'esperimento del RHIC si pensava che il motivo più probabile fosse la presenza di materia nucleare molto calda e denza formata negli urti; lo stesso fenomeno ripetuto in circostanze diverse farà allargare la ricerca a spiegazioni nuove, compresa quella della "materia primordiale", che tuttavia non resta certo l'unica.

Tonelli spiega inoltre che rispetto ai risultati del RHIC ci sono anche delle differenze. I dati che saranno raccolti nei prossimi mesi con nuovi scontri e grazie all'aumento d'intensità dei fasci di LHC permetteranno di affinare le ipotesi e studiare il fenomeno in dettaglio.

Qualunque sia il risultato dell'analisi dei dati raccolti ora e di quelli che arriveranno in futuro, grazie al Cern avremo un giorno qualche elemento in più per poter scegliere con maggiore precisione tra le varie teorie sulla formazione della materia, e ampliare la nostra conoscenza e comprensione dell'universo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Papa Francesco e il Big Bang

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 11)

Qualche nuovo videogioco "cozza anche tu le particelle"!! :lol: :lol: :lol: NDR: Sono proprio bastardo dentro! Ciao Leggi tutto
25-9-2010 02:58

Tipicamente più uno studio/nuova scoperta è teorico e meno direttamente pratico, più le ricadute di tale scoperta sono sì "lente", ma anche a più ampio raggio. Ad es. se non ci fossero stati gli studi sui raggi cadodici (ok, un po' di luminosità se si faceva il vuoto in dei tubi mentre li si faceva percorrere da corrente), non... Leggi tutto
24-9-2010 21:10

{utente anonimo}
Chissà... se poi da tutti questi esperimenti, da tutta questa conoscenza teorica, si riuscirà a ricavare qualcosa di pratico. Che so: una nuova forma di energia pulita e inesauribile, qualche nuovo materiale dalle caratteristiche prima inconcepibili...
24-9-2010 18:34

Brunetta o cavolo :shock: hahaha allora vedrà tutte le volte che mi sono alzato dalla sedia a prendere il caffè in ufficio, ecco perché non mi danno l'aumento :D Santo dio brunetta facci la grazia :arrow: (dimettiti) Leggi tutto
24-9-2010 15:30

ODDIOOOOOOOO il vero DIO è Brunetta!!! :shock: :shock: :shock: Ciao :lol: Leggi tutto
24-9-2010 02:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Che cos'è che valuti maggiormente quando acquisti uno smartphone?
La dimensione dello schermo
Il processore
La durata della batteria
Il prezzo
La velocità di connessione

Mostra i risultati (3817 voti)
Novembre 2019
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Omessa custodia del cellulare, sanzionata l'insegnante del post anti-Arma
Smartphone e batteria, con la modalità scura si risparmia davvero
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Tutti gli Arretrati


web metrics