SoundBite, l'apparecchio acustico da mettere in bocca

Si aggancia ai denti e, grazie alla conduzione ossea, permette di tornare a sentire.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-03-2011]

Sonitus Medical SoundBite apparecchio acustico den

SoundBite è un apparecchio acustico e, come tale, destinato a chi soffre di problemi all'udito: a differenza di quelli tradizionali a conduzione aerea, però, sfrutta il principio della conduzione ossea, e anche in questo campo introduce una novità.

La conduzione ossea è il motivo per cui la nostra stessa voce ci suona diversa rispetto a come la sentono gli altri: infatti arriva al nostro orecchio interno anche trasmessa dalle ossa del cranio, che propagano meglio le frequenze più basse.

Questo principio è già stato adottato per la realizzazione di protesi auricolari, ma finora le soluzioni di questo tipo prevedevano in genere un intervento chirurgico per impiantare parte della protesi (nel cranio o nella mascella), al fine di garantire una conduzione ottimale.

SoundBite, creato da Sonitus, è invece un prodotto costituito da due distinti apparecchi che comunicano tra loro attraverso onde radio.

Il primo è relativamente "normale": si tratta di un dispositivo da indossare dietro l'orecchio. Il secondo è invece la novità di questo sistema: un dispositivo personalizzato da agganciare sul retro dell'arcata dentaria superiore (evitando così l'intervento chirurgico).

L'apparecchio esterno riceve il suono, lo elabora e lo invia a quello dentro la bocca, che lo trasmette all'orecchio interno, consentendo così di recuperare l'udito.

Sonitus spiega che i destinatari di SoundBite non sono coloro per i quali è sufficiente un apparecchio tradizionale ma coloro che sono "sostanzialmente sordi in un orecchio", i quali potranno così "riguadagnare la percezione spaziale uditiva".

SoundBite ha appena ricevuto il marchio CE dell'Unione Europea, dopo essere stato approvato dalla FDA americana.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il Braille per la bocca potrebbe aiutare i non udenti
Le cuffie wireless più piccole del mondo

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto usi il tablet?
Molto. Ce l'ho sempre con me.
Almeno una volta al giorno.
Non tutti i giorni.
Raramente.
Non lo uso quasi mai.
Non ho un tablet.

Mostra i risultati (2155 voti)
Aprile 2021
Windows 10 rileverà la presenza dell'utente davanti al computer
Yahoo Answers chiude i battenti per sempre
Aggiornamento urgente per iPhone e iPad
Marzo 2021
La macchina di Anticitera
Hacker contro Richard Stallman, la macchina del fango
Robot assassini crescono
Tracker nelle app: cosa sta succedendo in Rete?
Recupero IVA: oltre il 50% non viene rivendicata
Quiz: sei in una zona senza copertura cellulare
Bitcoin, un dilemma etico
Hackerate 150mila videocamere di sorveglianza, tra cui quelle di Tesla
Personal killer robot
La “truffa alla nigeriana” è un classico. Del sedicesimo secolo
Hard disk a confronto con SSD nei data center
Sciami di router nelle nostre case conoscono la nostra posizione
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 11 aprile


web metrics