I blogger contro l'Huffington Post

I collaboratori del sito danno il via a una class action: vogliono 105 milioni di dollari per il lavoro svolto.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-04-2011]

Class action blogger Huffington Post

Nato quasi sei anni fa, The Huffington Post è presto diventato una delle voci più autorevoli dell'editoria online statunitense.

La crescita non è passata inosservata, tanto che alcuni mesi fa AOL ha deciso di acquistare il sito per 315 milioni di dollari, cifra finita nelle tasche di Arianna Huffigton, fondatrice insieme a Kenneth Lerer e Johan Peretti.

Se l'HuffPo è diventato tanto noto è grazie alla miriade di collaboratori - tra cui anche nomi molto famosi - che gratuitamente, solo in cambio della visibilità, ha realizzato gli articoli che l'hanno reso quello che è oggi.

Da quando però è stata conclusa la vendita, tra i blogger e gli autori freelance che abitualmente scrivono sul sito è nato il malcontento: perché - si chiedono - Arianna Huffington ha potuto incassare i milioni di AOL, quando tutto il lavoro viene fatto da noi che materialmente realizziamo gli articoli?

Finché la protesta era informale, Arianna ha risposto con sufficienza alla accuse; ma ciò non ha fatto altro che irritare ancora di più i collaboratori. Così questi sono passati alle vie legali, e ora chiedono con una class action un risarcimento di 105 milioni di dollari.

A capo degli insoddisfatti s'è posto Jonathan Tasini - blogger e sindacalista - il quale sostiene che alla base della collaborazione gratuita ci fosse una "promessa implicita": un giorno ci sarebbe stata una remunerazione per tutto il lavoro svolto.

La situazione attuale sarebbe invece nient'altro che un'edizione moderna della schiavitù: "Sostanzialmente i blogger del giornale" - spiega Tasini - "sono stati trasformati in moderni schiavi nella piantagione di Arianna Huffington".

Dal canto proprio Arianna Huffington si dichiara tranquilla, poiché la class action non avrebbe fondamento: "I nostri blogger utilizzano la nostra piattaforma per assicurare la diffusione delle proprie idee e moltiplicarne le visualizzazioni. La usano proprio come fanno centinaia di persona che partecipano agli show televisivi, per raggiungere il più ampio pubblico possibile" ha spiegato l'HuffPo in un comunicato ufficiale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

La tipa ha ragione .... Leggi tutto
15-4-2011 09:35

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Con quale delle seguenti affermazioni concordi maggiormente?
Il cloud computing pu˛ migliorare il contributo della funzione IT alla strategia aziendale.
Il cloud computing pu˛ aumentare la capacitÓ di innovazione dei dipartimenti IT.
La mia azienda ha giÓ implementato servizi cloud o progetta di farlo.
I servizi cloud sarÓ una componente importante per il successo della mia azienda nei prossimi 12 mesi.
Il cloud computing consente una riduzione dei costi di manutenzione dell'IT.
Il cloud computing consente una diminuzione dei costi IT e di gestione e miglioramento nell'efficienza dei processi.
Il cloud computing offre maggiori vantaggi per il business rispetto all'outsourcing tradizionale.

Mostra i risultati (631 voti)
Dicembre 2021
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Se il furgone di Amazon ti tampona... la colpa è di Amazon!
Il Blue Screen of Death... ritorna blu
MediaWorld sotto attacco ransomware: hacker vogliono 200 milioni in bitcoin
SPID con le Poste, il riconoscimento adesso si paga
Facebook rinuncia ufficialmente al riconoscimento facciale
Ottobre 2021
Il Nobel ad Assange
Windows 11, finalmente si possono eseguire anche le app Android
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 3 dicembre


web metrics