Yahoo: 18 mesi di data retention, per il nostro bene

Il periodo di conservazione dei log con le ricerche degli utenti passa da 90 a 540 giorni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 21-04-2011]

Yahoo data retention da 90 giorni a 18 mesi

È durata meno di tre anni l'immagine di Yahoo quale paladina dell'anonimato in Rete: soltanto nel dicembre del 2008 l'azienda di Sunnyvale riteneva che 90 giorni di data retention fossero sufficienti; oggi ha cambiato completamente idea.

Con un post sul blog ufficiale firmato da Anne Toth, Chief Trust Officer di Yahoo, l'azienda ha fatto sapere che a partire dalla metà di luglio conserverà i dati sulle ricerche effettuate dagli utenti per 18 mesi.

Dopo che la campagna delle Authority per la protezione dei dati personali di diversi Paesi avevano spinto i protagonisti del Web a rivedere al ribasso le proprie politiche di data retention, ora avviene l'inversione di rotta.

È lecito tuttavia aspettarsi una nuova protesta da parte dei regolatori, ma Yahoo ha già la risposta pronta: i 18 mesi di dati servono per offrire servizi migliori.

Non è chiaro che cosa intenda Yahoo quando sostiene che in questo modo potrà fornire "un'esperienza individualizzata più robusta", a parte il fatto che con ogni probabilità presenterà annunci pubblicitari più mirati.

L'azienda sta inoltre pensando di estendere il periodo di data retention anche alle altre informazioni catturate durante la navigazione, ma per il momento si limiterà a valutare come verrà accolta questa prima mossa.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Che cos' pi rivoluzionario, tra questi... qualcosa-book?
Chromebook
Ebook
Facebook
Macbook
Netbook
Notebook
Playbook
Ultrabook

Mostra i risultati (2255 voti)
Novembre 2020
Seria falla in Windows 7, la patch c'è ma non è ufficiale
Clienti Amazon: i corrieri rubano le nostre PlayStation
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Tutti gli Arretrati


web metrics