Bug in Facebook, dati personali pubblici per anni

Una falla che risale al 2007 consentiva l'accesso alle informazioni personali alle applicazioni di terze parti.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-05-2011]

Facebook bug Symantec dati personali terze parti

Per anni Facebook ha ospitato un bug che consentiva alle applicazioni di terze parti di accedere alle informazioni personali degli utenti.

A rivelarlo è Symantec, secondo la quale il bug garantiva accesso alle fotografie, ai profili, alla chat e consentiva persino di pubblicare dei messaggi a nome dell'utente, aggirando tutte le impostazioni sulla privacy.

Centinaia di migliaia di applicazioni, sempre secondo Symantec, contenevano la falla che riguardava quelle che utilizzavano un vecchio form per l'autenticazione degli utenti.

Tra queste ci sono sono quelle scritte per scrivere un post in bacheca o inviare una risposta agli inviti.

«Non c'è modo di sapere quanti token di accesso siano stati sottratti sin dal lancio delle applicazioni, nel 2007» scrive Nishant Doshi di Symantec. «Temiamo che diverse di questi siano ancora disponibili nei file di log dei server di terze parti, o attivamente sfruttate dagli inserzionisti pubblicitari».

Facebook è stata avvisata del problema subito dopo la scoperta del bug, cui avrebbe già posto rimedio ritirando allo stesso tempo il vecchio sistema di autenticazione.

Normalmente i token che permettono l'accesso scadono dopo un certo periodo di tempo, ma ne esistono alcuni che durano indefinitamente.

Per proteggersi dai token ancora "in libertà", che permetterebbero a terze parti di accedere alle informazioni personali contenuti negli account, gli utenti possono iniziare cambiando la password: questa operazione revoca immediatamente tutti i permessi concessi in precedenza.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

{Carlo}
Un hurrà per tutti i pisquani che usano i social network!
12-5-2011 08:55

Non c'era bisogno di falle. Fessbuk è già una falla in se stesso per i dati degli utenti e per di più con la loro "consapevolezza". :roll:
11-5-2011 22:14

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la cosa più importante per te in un sito Internet?
Estetica
Interattività
Contenuti
Usabilità
Gratuità

Mostra i risultati (2823 voti)
Agosto 2022
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 12 agosto


web metrics