Addio all'inventore dell'ebook e fondatore del Progetto Gutemberg

Michael Hart è morto a 64 anni. A lui si deve l'idea di digitalizzare i libri.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 08-09-2011]

Michael S Hart morto Progetto Gutemberg

Michael Stern Hart è morto, all'età di 64 anni, nella sua casa a Urbana, negli Stati Uniti.

Se il suo nome non è forse tanto famoso quanto quello di altri, al lavoro che ha compiuto e alle idee che ha promosso chiunque usi Internet deve qualcosa.

Hart è riconosciuto come l'inventore dell'eBook, da lui ideato nel 1971 trascrivendo al computer - un mainframe dell'Università dell'Illinois facente parte della rete che un giorno sarebbe diventata Internet - il suo primo testo (la dichiarazione d'indipendenza degli USA).

Il suo gesto si basava sulla convinzione secondo cui la trasmissione della conoscenza debba essere la più ampia possibile: aveva accesso senza limiti di tempo a un mainframe - possibilità che, considerata la situazione dell'informatica all'epoca, è stata stimata valere tra i 100.000 e i 100 milioni di dollari - e voleva restituire qualcosa che fosse considerato di grande valore.

«Una cosa a proposito degli eBook cui molta gente non ha pensato» - scriveva Hart ancora lo scorso luglio - «è che gli eBook sono la primissima cosa, dopo l'aria, che tutti potremo avere nella quantità che vogliamo».

Guidato da quest'idea, Michael Hart ha creato il Progetto Gutemberg, dove i libri su cui è scaduto il copyright trovano una nuova vita in digitale e diventano liberi.

Il Progetto Gutemberg ospita più di 36.000 libri elettronici, e altri 100.000 sono messi a disposizione dai partner; all'incirca 50 testi si aggiungono ogni settimana.

«In una qualche data tra oggi e Star Trek, tutta quella roba finirà nel computer. Nessuno mette mai in discussione il fatto che tutti i libri scritti durante tutta la storia umana siano nel computer dell'Enterprise, ma nessuno si domanda mai come ci siano arrivati. Noi siamo quelli che ce li mettono dentro» è un'altra citazione attribuita a Hart e che descrive l'impegno che metteva nel proprio lavoro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (2)

Ha avuto il privilegio di vedere e toccare con mano il successo della sua idea, cosa che non capita a tutti. :old:
9-9-2011 11:01

Da ricordare il progetto italiano di Liber liber!! Che ora copre anche videolibri, audio e altro: Ciao Leggi tutto
9-9-2011 02:34

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è tra questi il motivo più importante per connetterti e utilizzare una rete Wi-Fi pubblica?
Per poter usare Google Maps o altri servizi di Gps.
Nel caso in cui qualcuno debba mettersi in contatto urgentemente con me.
Per non consumare il mio piano dati.
Per poter utilizzare un social network come Facebook, Instagram, Snapchat o altri.
Per rimanere in contatto con i miei contatti di lavoro (il capo, i clienti, i colleghi ecc.).
Per utilizzare i servizi di streaming come Netflix, Google Music e simili.
Per consultare il mio conto corrente online / carte di credito / informazioni finanziarie.
Per rimanere in contatto con i miei figli / parenti.
Per usare o aggiornare le mie app di dating online.

Mostra i risultati (1225 voti)
Dicembre 2020
La storia segreta di un gioiello scientifico
Microsoft brevetta la tecnologia per eliminare le riunioni inutili
Novembre 2020
Seria falla in Windows 7, la patch c'è ma non è ufficiale
Clienti Amazon: i corrieri rubano le nostre PlayStation
Edge, una marea di estensioni pericolose ruba i dati degli utenti
Apple, multa milionaria per aver rallentato gli iPhone
Il malware che colpisce gli utenti dei siti porno
Google Foto, si va verso il servizio a pagamento
Expedia, Booking, Hotels e altri: dati degli utenti visibili e accessibili
L'aspirapolvere che recupera gli AirPod dalle rotaie
Open Shell riporta in vita il menu Start di Windows 7
WhatsApp, ora è più facile eliminare foto e video inutili
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Tutti gli Arretrati


web metrics