Le tempeste solari ripuliscono il cielo

L'attività solare in aumento farà diminuire il numero di detriti spaziali che orbitano sulle nostre teste.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-02-2012]

tempeste solari detriti spaziali

L'attività solare in aumento - che continuerà a crescere sino a raggiungere il picco nel 2013 - non ha soltanto effetti negativi, come i disturbi alle comunicazioni.

L'ultimo numero dell'Orbital Debris Quarterly News, periodico edito dalla NASA e che si occupa dei rifiuti spaziali in orbita intorno al nostro pianeta, spiega infatti come le tempeste solari abbiano anche un effetto positivo.

Esso contribuiscono infatti a ridurre la spazzatura spaziale - i resti di satelliti e i detriti in genere che le missioni si sono lasciate dietro, ma anche il risultato delle collisioni tra satelliti, come quella avvenuta nel 2009 - proprio grazie agli effetti che inducono nell'atmosfera.

L'aumento della densità dell'atmosfera dovuto all'attività solare influisce infatti sui detriti più piccoli, quelli che la NASA non riesce a catalogare e tenere sotto controllo, rallentandoli e facendoli rientrare sulla Terra, distruggendosi nel processo o precipitando al suolo.

Sondaggio
Quale, tra le 12 missioni spaziali in programma quest'anno, ritieni che darà i risultati più importanti?
Il primo volo commerciale verso la ISS a opera della Dragon Space Capsule della SpaceX. - 6.5%
Il volo commerciale suborbitale venduto da Virgin Galactic ai turisti spaziali per 200.000 dollari. - 3.9%
L'avanzamento della costruzione della stazione spaziale cinese. - 6.3%
L'arrivo delle sonde GRAIL intorno alla Luna, di cui studieranno il campo gravitazionale. - 1.9%
Il lancio di LightSail-1, veicolo sperimentale che usa per la propulsione unicamente le radiazioni solari raccolte da una "vela". - 20.6%
La partenza della sonda Dawn dall'asteroide Vesta verso il pianeta nano Cerere, dove arriverà nel 2015 e raccoglierà informazioni sulla storia del sistema solare. - 5.8%
L'arrivo del rover Curiosity, partito lo scorso 26 novembre, su Marte. - 17.9%
Il volo di test del Dram Chaser, velivolo spaziale privato che dovrà un giorno portare gli astronauti della NASA sulla ISS al posto del pensionato programma Shuttle. - 5.4%
L'atterraggio dell'X-37-B, velivolo automatizzato segreto dell'aviazione militare americana, in orbita da diversi mesi con compiti di spionaggio. - 4.3%
L'aggiunta di un nuovo laboratorio e di un nuovo braccio robotico alla ISS. - 1.8%
Le missioni di esplorazione planetaria: Cassini intorno alle lune di Saturno, Messenger intorno a Mercurio, New Horizon nelle vicinanze di Plutone. - 14.9%
Il mantenimento di una presenza continua nello spazio, grazie agli astronauti che si danno periodicamente il cambio sulla ISS. - 10.9%
  Voti totali: 1882
 
Leggi i commenti (6)

Semplificando, possiamo dire che, per gli oggetti che si trovano nell'orbita terrestre bassa (Low Earth Orbit, LEO), quando la velocità si riduce al di sotto di circa 28.000 chilometri orari la gravità ha la meglio, e gli oggetti precipitano.

Il problema dei detriti spaziali è serio e minaccia, potenzialmente, non solo i satelliti ma anche le missioni spaziali: si calcola che in LEO vi siano più di 8.500 oggetti più grandi di 10 centimetri e forse addirittura un milione di oggetti più larghi di 2 millimetri, in grado comunque di fare danni.

La "pulizia" operata dal sole è quindi un effetto collaterale gradito dell'attività di questi mesi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanti dispositivi sono connessi al tuo Wi-Fi domestico?
Nessuno.
Da 1 a 2
Da 3 a 5
Da 6 a 10
Oltre 10

Mostra i risultati (2862 voti)
Settembre 2020
Veicolo autonomo investe e uccide; guidatore accusato di omicidio colposo
Il bug più serio mai scoperto in Windows
Bug in Immuni vanifica l'efficacia dell'app
Facebook ti paga se disattivi l'account
Amazon cancella 20.000 recensioni fake
Samsung brevetta lo smartphone completamente trasparente
L'app che abilita il God Mode in Windows 10
Intel, i Core di undicesima generazione sorpassano Amd
Windows 10 e il bug che deframmenta di continuo gli Ssd
Agosto 2020
Windows 10 rimuoverà automaticamente le app meno utilizzate
Malware negli smartphone a basso costo ruba dati e denaro
Duplicare una chiave col microfono dello smartphone
Chrome, Url troncati per combattere il phishing
Tim e Wind Tre, crescono le tariffe
Il chip nel cervello di Elon Musk
Tutti gli Arretrati


web metrics