Gestore sito torrent in carcere per evasione fiscale

Non ha dichiarato il denaro ottenuto tramite le donazioni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-06-2012]

torrent evasione fiscale prigione

Un uomo svedese, gestore del sito BitTorrent PowerBits (ora il dominio non gli appartiene più) è stato condannato a un anno di prigione per evasione fiscale.

PowerBits è stato operativo tra il 2007 e il 2009, e ospitava - secondo l'accusa, ossia l'IFPI e l'Antipiratbyran - link a torrent che consentivano il download di materiale protetto da copyright.

Se il problema fosse tutto qui, il tribunale avrebbe potuto limitarsi a ordinare la chiusura del sito. Invece il guaio - per l'amministratore di PowerBits - è che il sito offriva la possibilità di inviare donazioni per il suo stesso mantenimento.

Ciò ha permesso all'IFPI e all'Antipiratbyran di definire Powerbits come un «servizio di file sharing commerciale», un business che generava «introiti significativi» che, in quanto tali, avrebbero dovuto essere dichiarati al fisco.

Oltre a essere stato dichiarato colpevole per aver aiutato a condividere almeno 2.000 opere protette dal diritto d'autore (sebbene non le rendesse disponibili in prima persona, il sito che gestiva aiutava a trovarle e per questo è stato considerato responsabile), è stata anche riconosciuto il reato di evasione fiscale per quasi 200.000 euro.

Sondaggio
In quale modo la Rete ti assiste di più per risparmiare?
Trovare gli stessi prodotti disponibili offline, ma a un prezzo inferiore
Accedere a beni introvabili nei negozi solitamente frequentati
Acquistare prodotti altrimenti inaccessibili senza sconti e promozioni online

Mostra i risultati (1962 voti)
Leggi i commenti (5)

Per questo motivo dovrà trascorrere un anno in prigione, e per tre anni non potrà gestire un'attività.

Per l'Antipiratbyran questa sentenza è un successo perché dimostra che il «modello di business» dei siti Torrent (ossia le donazioni) non è valido dal punto di vista legale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (1)

E se andassimo a vedere quanto evadono questi signori, cosa uscirebbe fuori?
11-6-2012 11:45

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
''Chi sbarca in Italia va via per non morire, va via perché c'hanno una guerra, un maremoto... come fai a fermarli? Bisogna creare delle strutture intelligenti, inserirli piano piano a fare delle cose perché sono gente straordinaria. E' un processo di cui non se ne può fare a meno. Arrivano, arrivano a riprendersi un pochino di quello che gli abbiamo tolto in 200 anni''. Chi è?
(Vedi poi la soluzione)
Uno che non considera prioritario lo Ius Soli per dare diritti di cittadinanza ai figli della "gente straordinaria" che arriva in Italia.
Uno che non vuole abolire il reato di clandestinità per non portare il suo partito a percentuali da prefisso telefonico.
Uno che ordina ai suoi parlamentari un voto contrario alla legge che ha abolito in Italia il reato penale di clandestinità.
Uno che ha messo come requisito indispensabile per l'appartenenza al suo partito politico la cittadinanza italiana.
Uno che da normale cittadino diceva pacatamente cose di buon senso ma una volta entrato nei meccanismi del potere è costretto a dire e fare minchiate per tenere insieme milioni di ignoranti e razzisti che toglierebbero il voto a proposte pacate e di buon senso.
Tutti quelli nominati finora.

Mostra i risultati (1370 voti)
Febbraio 2023
La verità sul “massiccio attacco hacker” di cui tutti parlano
L'Internet Archive adesso ospita anche le calcolatrici scientifiche
Facebook e Messenger scaricano intenzionalmente la batteria dello smartphone
Gennaio 2023
Windows 11, tre metodi per aggirare l'account Microsoft
Libero e Virgilio Mail offline da giorni, verso la risoluzione
Pesci da compagnia fanno acquisti sulla Switch all'insaputa del padrone
Il ritorno del Walkman
Invecchiare al tempo della Rete
Apache contro Apache
Cessa il supporto a Windows 7. Microsoft: “Non passate a Windows 10”
Lo smartphone con schermo e-ink da 6,1 pollici
Dicembre 2022
WhatsApp dal nuovo anno non funzionerà più su 47 smartphone
LastPass, la violazione è molto più grave del previsto
Netflix, giro di vite sulla condivisione delle password
Digitale terrestre: si spegne la TV in definizione standard
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 febbraio


web metrics