Chrome 20 salva il Flash Player su Linux

L'ultima versione corregge i bug che mandava in crash OS X e integra in pianta stabile il Flash Player, abbandonato da Adobe nella versione per Linux.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 01-07-2012]

chrome

Mentre continuano i grandi annunci della Google I/O Conference - dal Nexus 7 e Project Glass a Chrome e Drive per iOS - da Mountain View arriva anche l'ultimo aggiornamento del browser Chrome in versione desktop.

Con questo rilascio Chrome arriva alla ventesima versione (per la precisione si tratta di Chrome 20.0.1132.47) e introduce tutta una serie di correzioni ai bug scoperti nelle ultime settimane.

Tra i bug corretti ce n'è uno che causava dei crash di sistema sui MacBook a causa di un problema nell'utilizzo delle risorse grafiche nei Mac con il chip Intel HD 4000; il difetto si era mostrato anche sui nuovi MacBook Air. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è il tuo browser preferito?
Internet Explorer
Firefox
Chrome
Safari
Opera
Un altro

Mostra i risultati (11955 voti)
Leggi i commenti (37)
La soluzione a questo specifico problema funziona ma è parziale: sono state infatti disabilitate alcune funzioni di accelerazione grafica; una correzione definitiva, con il ripristino di tutte le funzionalità, è attesa per i prossimi giorni.

Dal punto di vista delle nuove caratteristiche, Chrome 20 integra in via definitiva le Pepper Plugin API, ossia può fare a meno del plugin esterno per Adobe Flash, dato che dispone già internamente della tecnologia necessaria (anche in versione a 64 bit).

La notizia sarà gradita agli utenti di Linux, poiché qualche tempo fa Adobe ha fatto sapere che non rilascerà ulteriori aggiornamenti del Flash Player per questo sistema operativo.

Come al solito, Chrome si aggiorna automaticamente tramite la funzionalità integrata; in alternativa è possibile scaricarlo dal sito ufficiale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

HTML5 e il prossimo HTML6 che fanno le stesse cose anzi meglio. Tanto il 100% dei siti utilizza ancora la compatibilità al vecchio Flash, dunque non serve un plug aggiornato visto anche l'abbandono di AIR. Ciao Leggi tutto
5-7-2012 12:00

Concordo al 100%. Leggi tutto
4-7-2012 18:39

perchè? cosa abbiamo di alternativo? Leggi tutto
2-7-2012 23:21

{derby}
veramente pessimo flash, sono tornato immediatamente al plugin di firefox
2-7-2012 12:38

provandolo mi pare il solito flash che meno di una quantità spropositata di cpu non prende: attendo con ansia che html5 cancelli adobe flash(anceh se a scapito di scuola radio elettra che mi pare insegni a fare siti interamente in flash)
1-7-2012 20:52

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la cosa che ti spaventa di più tra queste?
(Confronta i risultati con i timori degli abitanti negli USA nel 2014)
La clonazione della mia carta di credito.
Essere vittima di furto di identità.
Un attentato terroristico nella mia città.
L'accesso al mio conto bancario online da parte di malintenzionati.
Essere colpito da un malware informatico.
Un'epidemia sanitaria come l'ebola o l'aviaria.
La difficoltà a tirare avanti finanziariamente.
L'aumento del crimine.

Mostra i risultati (2136 voti)
Agosto 2020
Che cosa succede dentro a uno pneumatico quando si viaggia?
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Tutti gli Arretrati


web metrics