La Germania introduce la tassa su Google News

L'aggregatore deve compensare ogni sito da cui trae le notizie. Il Partito Pirata si oppone.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-08-2012]

Google News

«Un giorno nero per l'Internet tedesca»: così Kay Oberbeck, dirigente di Google in Germania, definisce la legge appena approvata dal Parlamento locale.

Si tratta di un intervento normativo su una materia che ha già fatto discutere in altri Paesi: Google News deve compensare in qualche modo i siti da cui ricava le notizie che ripubblica?

La questione, già affrontata per esempio in Belgio e in Italia, non è così semplice.

Da un lato, è vero che Google News utilizza i contenuti generati da altri per presentarli ai navigatori e unirvi della pubblicità, da cui trae guadagno.

Dall'altro lato, è ugualmente vero che per chi gestisce un sito di notizie Google News è una vetrina preziosa che permette di ottere visibilità, visitatori e, per chi si sostenta tramite la pubblicità, anche degli introiti.

Quest'ultima funzione di "vetrina" non è stata presa in considerazione dal Parlamento tedesco, che invece si è concentrato unicamente sul primo aspetto dell'operato di Google News.

In base a ciò, ha deciso che Google deve versare una quota a ogni sito da cui attinge, per compensare l'utilizzo della proprietà intellettuale altrui.

Google si è ovviamente opposta, paragonando il proprio operato a quello di un'edicola che mette in mostra i giornali e sottolineando come la portata di una legge del genere sia molto più ampia: ogni motore di ricerca potrebbe a questo punto finire nel mirino.

Sondaggio
Quale di questi grandi portali visiti più frequentemente?
Libero
Blogspot
YouTube
Virgilio
Facebook
Wikipedia
Live (MSN)
eBay
Google
Yahoo!

Mostra i risultati (4218 voti)
Leggi i commenti (6)

«È una misura dannosa, non solo per gli utenti che non troverebbero più le informazioni che attualmente hanno a disposizione, ma anche dal punto di vista economico e giudiziario» ha affermato Oberbeck, aggiungendo poi: «Il sistema attuale, perfettamente in linea con il principio dell’uso legittimo dei contenuti, fa guadagnare tutti».

Alla legge si sono già opposti alcuni partiti, come i Verdi e il Partito Pirata, il quale ha giudicato una norma «un freno all'innovazione» che non dispone di alcuna «necessità tecnica, economica e giuridica» che la giustifichi.

A favore, ovviamente, sono gli editori tedeschi, i quali si dicono soddsifatti della fine di «anni di furti».

La norma non si applicherebbe ai siti personali e non commerciali, i quali potrebbero continuare a ripubblicare i titoli provenienti dai siti di notizie.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Gli editori europei: l'Antitrust multi Google

Commenti all'articolo (3)

Quotone!!!! Leggi tutto
1-9-2012 17:24

Il punto credo stia tutto qui. Il legislatore si rende benissimo conto che ha scritto una norma priva di senso, però siccome Google è ricca gli si potrà pur spillare un po' di soldi, no? Ovviamente gli editori tedeschi sono a favore, un altro po' di soldi, per giunta senza fare nulla, non fanno mai male, vero? Leggi tutto
31-8-2012 13:43

Immagino che un blog con un bannerino pubblicitario sarà considerato commerciale... Comunque questa notizia mi rende felice in tanti modi. Prima di tutto voglio vedere sparire i giornali online da Google e farmi due risate quando falliscono, poi voglio ridere alle cagate che sparerà google in nome della libertà dopo tutte le cagate che... Leggi tutto
31-8-2012 10:07

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la strategia ''mobile'' per il tuo web business?
Nessuna, spero che il traffico mobile diminuisca.
La versione mobile del mio sito.
Sto studiando il mobile proprio in questo periodo.
Non ho ancora piani o strategie.
Offrire app gratuite.
Sviluppare app da vendere.

Mostra i risultati (476 voti)
Maggio 2021
Bye bye, Emotet
Bambini e smartphone, 1.500 euro di multa ai genitori che non li sorvegliano
Aprile 2021
Office manda in pensione Calibri: quale nuovo font preferite?
Windows 10, arriva l'Eco Mode per far tornare scattante il Pc
Microsoft pronta a lanciare Cloud PC, il desktop in streaming
Aggiornamento Windows 10, problemi di tutti i tipi
Se l'FBI, zitta zitta, si mette a patchare i server altrui
Colpevoli di ransomware
Tutti gli home banking sono a rischio, se usi Facebook
Windows 10 rileverà la presenza dell'utente davanti al computer
Yahoo Answers chiude i battenti per sempre
Aggiornamento urgente per iPhone e iPad
Marzo 2021
La macchina di Anticitera
Hacker contro Richard Stallman, la macchina del fango
Robot assassini crescono
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 6 maggio


web metrics