Sequestrato notebook a bimba pirata di 9 anni

Accusata di aver scaricato illegalmente un album, s'è vista sequestrare il portatile e comminare una multa di 600 euro.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-11-2012]

pirata 9 anni

Verso la metà di novembre la CIAPC - associazione finlandese antipirateria - inviò a un uomo una lettera in cui lo si accusava di aver scaricato illegalmente un album musicale e gli si chiedevano 600 euro per porre fine alla questione.

L'uomo rispose inviando una foto del disco originale e copia dei biglietti dell'ultimo concerto dell'artista, rifiutandosi di pagare.

Nonostante tutto ciò, qualche giorno fa la polizia finlandese - intorno alle 8 del mattino - si è quindi presentata alla sua porta con un mandato di perquisizione alla ricerca di prove per file sharing illegale.

La parte interessante è innanzitutto il fatto che l'uomo in questione non aveva scaricato nulla personalmente; ma sua figlia di nove anni la quale, non avendo i soldi per comprarsi l'album desiderato, aveva deciso di tentare la via di Internet, passando per Google prima e per The Pirate Bay poi.

Poiché il download non era andato a buon fine, padre e figlia si erano quindi recati al più vicino negozio per acquistare l'album desiderato sotto forma di CD: è la foto di quel CD che è stata inviata alla CIAPC.

A quel punto, però, l'associazione finlandese si era già messa in moto.

Sondaggio
Saresti favorevole a una "tassa sull'ADSL" per poter scaricare film e musica liberamente?
No
Non lo so.

Mostra i risultati (13330 voti)
Leggi i commenti (20)

«Mi è sembrato che alla mia porta ci fossero dei mafiosi che chiedavano soldi» ha spiegato il padre della ragazzina parlando dell'arrivo della polizia.

«Il poliziotto ha suggerito, tra le righe, che vuotassi il portafogli e affamassi la mia famiglia per le due settimane successive per poter chiudere il caso. È così che funziona? Posso evitare un processo per omicidio se salto il Natale?» ha raccontato ancora il padre.

La questione - un'associazione per la difesa del copyright che persegue una ragazzina di nove anni - ha comprensibilmente creato scalpore e messo in imbarazzo sia la CIAPC, che non tiene certo ad avere una tale pubblicità, sia Chisu, l'artista autrice dell'album desiderato dalla ragazzina e inconsapevolmente coinvolta.

Intanto, la bimba pirata s'è vista sequestrare il portatile di Winny The Pooh ma, secondo quanto il padre ha dichiarato, una persona di buon cuore le ha regalato un nuovo MacBook Pro.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
The Pirate Bay intenta causa per violazione di copyright

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

La nostra rivoluzione potrebbe partire se continuano a togliere soldi alla sanità pubblica per darli a quella privata :evil: Leggi tutto
30-11-2012 10:27

{Bar Bone}
Pagliacci bastardi, mo glielo spiega Bud che i bambini non si toccano! [video]http://youtu.be/DpIvoY-C-ZI[/video]
30-11-2012 10:24

..proprio l'adeguamento delle rendite catastali ai "valori di mercato" potrebbe essere il sassolinetto.. Leggi tutto
29-11-2012 15:36

Gli inizi di tutte le rivoluzioni sono stranissime! Comunque s'avviano quando la gente supera la pazienza! Basta "La classica goccia d'acqua che fa traboccare il vaso". L'esempio che citi infatti non un era atto rivoluzionario (poi la leggenda e la propaganda lo fecero diventare), in quanto degli imprenditori locali volevano... Leggi tutto
29-11-2012 14:53

Se non è scoppiata per la tassa sulla casa...
29-11-2012 11:50

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (400 voti)
Ottobre 2021
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 19 ottobre


web metrics