Da Microsoft le cuffie che scelgono le canzoni in base all'umore

Septimu e Musical Heart interpretano i segnali del corpo e scelgono sempre la musica più adatta.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-10-2013]

septimu musical heart

L'unione degli sforzi dei ricercatori di Microsoft e di quelli dell'Università della Virginia ha portato alla creazione di un paio di cuffie in grado di scegliere la musica in base all'umore di chi le indossa.

Tutto nasce dal progetto Septimu, elaborato nei laboratori Microsoft Research. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Secondo te quale di questi scienziati avrebbe meritato il premio Nobel?
Andrew Benson, per la scoperta del Ciclo di Calvin della fotosintesi clorofilliana.
Dmitri Mendeleev, per l'ideazione della tavola periodica degli elementi.
Fred Hoyle, per gli studi sulla nucleosintesi stellare.
Jocelyn Bell Burnell, per la scoperta delle pulsar.
Nikola Tesla, per i suoi lavori sulla trasmissione delle onde radio.
Albert Schatz, per la scoperta della streptomicina (rimedio contro la tubercolosi).
Chien-Shiung Wu, per i lavori sulla legge di conservazione della parità.
Oswald Avery, per gli studi sulla trasmissione dei caratteri ereditari tramite DNA.
Douglas Prasher, per la scoperta della proteina fluorescente verde.
Lise Meitner, per il contributo ai lavori sulla fissione nucleare.

Mostra i risultati (1672 voti)
Leggi i commenti (2)
Si tratta di un dispositivo composto da sensori così piccoli da poter essere inseriti in un paio di normali auricolari, che comunicano con una scheda tramite il normale jack audio.

I sensori integrano un accelerometro a tre assi, giroscopio, termometro, fotodiodo e microfono. Lo scopo è monitorare la salute di chi indossa Septimu - approfittando delle capacità sempre crescenti degli smartphone - senza richiedere l'utilizzo di apparecchiature apposite o di cambiare il proprio stile di vita.

Complemento di Septimu è Musical Heart, un'applicazione per smartphone nata presso l'Università della Virginia in grado di fornire «raccomandazioni musicali basate sul bio-feedback e basate sul contesto».

septimu

Adoperando i dati raccolti da Septimu, Musical Heart tiene sotto controllo il ritmo cardiaco a il livello di attività dell'utente mentre questi sta ascoltando musica; le informazioni raccolte, unite a quelle «relative al contesto» sono inviate a un server che in risposta fornisce «suggerimenti musicali dinamici per aiutare l'utente a mantenere un ritmo cardiaco prefissato».

Naturalmente tutto ciò al momento si trova soltanto allo stadio di esperimento; tuttavia non è impensabile che un giorno si arrivi a un prodotto in grado di influenzare l'umore tramite la musica, in grado di calmare o di motivare il proprio utente.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Le cuffie wireless più piccole del mondo
Auricolari intelligenti, la musica si sincronizza al battito
La musicassetta compie cinquant'anni
Come fare musica con Google Translate
Bastano tre note per identificare un brano musicale

Commenti all'articolo (3)

:lol: :lol: :lol: :lol: :lol: Leggi tutto
18-10-2013 19:12

Concordo. Leggi tutto
17-10-2013 18:25

{Zane}
Ottimo!!! Cosi uno/a che è stato/a lasciato/a invece di essere aiutato/a a risollevarsi avrà una dosi di canzoni strappacuore giusto per dargli/le un colpo di grazia. E' compresa nel prezzo anche una lametta da barba per tagliarsi le vene? Solo i geni della Michiosoft potevano inventare una minchiata simile. :-D
17-10-2013 01:06

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Recenti scoperte genetiche affermano che l'invecchiamento è controllabile e quindi potremo vivere tutti più a lungo. Cosa ne pensi?
E' una grande scoperta, sono contento di vivere più a lungo.
L'importante è poter vivere bene e in salute.
Trovo che la genetica si stia spingendo oltre i limiti umani.
Significa che dovremo tutti lavorare più a lungo e andare in pensione più tardi.
Questo contribuirà al sovraffollamento del pianeta.

Mostra i risultati (5714 voti)
Marzo 2021
Hard disk a confronto con SSD nei data center
Sciami di router nelle nostre case conoscono la nostra posizione
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Minori su Tik Tok, accesso con Spid?
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 marzo


web metrics