Gli insetti-robot che puliscono la casa

Si alzano in volo dalla base e come uno sciame si aggirano per l'abitazione, pulendola.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-10-2013]

insetti robot

Non solo scopa e aspirapolvere, ma anche quei ritrovati che fino a poco fa sembravano l'ultima novità in fatto di pulizia della casa - quali i robot come Roomba - sono ormai un oggetto del passato.

Alla 2013 Electrolux Design Lab Competition è infatti emerso un vincitore decisamente originale: MAB. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Quale tra queste minacce all'ambiente ritieni che sia quella da affrontare con maggiore urgenza?
La drastica riduzione della biodiversità: alcune stime ritengono che oltre cento specie ogni giorno si estinguano, compromettendo l'ecosistema in maniera irreversibile.
L'assottigliamento della fascia dell'ozono che protegge dagli ultravioletti dannosi: l'utilizzo di certi materiali (come i CFC) assottiglia lo strato di ozono mettendo in pericolo l'intero pianeta.
I cambiamenti climatici: l'aumento della temperatura causato dai gas serra può portare all'innalzamento dei mari e ad altre catastrofi, come inondazioni, siccità e tempeste.
I rifiuti tossici: dai pesticidi agli erbicidi fino alle scorie nucleari, tutti questi scarti hanno effetti dannosi sull'ambiente per molti anni dopo la loro produzione, contaminando acqua, aria e terra (e tutto quanto vi cresce).
L'impoverimento degli oceani: la pesca eccessiva ha decimato la fauna ittica, colpendo in particolare i grandi pesci predatori. A questa si aggiungono i rifiuti (specialmente in plastica) scaricati negli oceani e l'aumento dell'acidità dei mari.

Mostra i risultati (1684 voti)
Leggi i commenti (23)
Appoggiati sulla superficie di una sfera che funge da base e rifugio, centinaia di minuscoli robot attendono il momento per sciamare nella casa, raggiungerne gli angoli più remoti e pulirli, muovendosi come insetti.

Ogni robot ha tre "ali" che vengono ripiegate quando questo si trova alla base; quando parte, il robot apre le ali portando con sé una minuscola quantità di acqua e detersivo. I robot stessi fungono da "occhi" per il sistema, che è così in grado di valutare il grado di pulizia della casa.

MAB può inoltre connettersi alle reti locali e cellulari, utilizzandole per fare rapporto e segnalare eventuali problemi.

Inoltre, a patto che la base resti funzionante, MAB è praticamente inarrestabile. Se un robot si guasta subito viene sostituito da un altro, e qualora questa invenzione venga prodotta e abbia successo non sarà difficile trovare i piccoli "insetti" come parti di ricambio.

MAB è stato ideato dallo studente colombiano Adrian Perez Zapata, che ha vinto il concorso gareggiando contro altri 1.700 progetti inviati da altrettanti studenti provenienti da 60 nazioni diverse.

Adrian si è così aggiudicato il premio di 5.000 euro e l'opportunità di uno stage di sei mesi presso Electrolux.

MAB 02
MAB 03
MAB 04
MAB 05
MAB 06
MAB 07
MAB 01

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Mab, gli insetti che puliscono la casa
Toshiba fa il verso a Roomba
La scarpa che lava i pavimenti
La spugna gel per pulire la tastiera
Il robottino che riordina la cucina

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 18)

Dai! Che si capiva! Il riferimento era il vaporizzatore di zanzare. In una futura versione avanzatissima. :wink: In pratica, un insetto artificiale autocosciente sterminatore di zanzare. :lol: Leggi tutto
25-10-2013 00:52

????.... in una zanzara? :? Why? Leggi tutto
23-10-2013 11:03

Bene, adesso so in che cosa mi incarnerò la prossima volta. :lol:
23-10-2013 10:30

Ooops, ho dimenticato questo: link La pesentazione del progetto, "How to shoot down mosquito using laser gadget" con ulteriori dimostrazioni, al TED. :D [video]http://www.youtube.com/watch?v=YnSKrzmpKGw[/video]
23-10-2013 10:19

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Utilizzi le licenze Creative Commons per i tuoi lavori?
Sì: le Creative Commons mi aiutano a diffondere il mio lavoro gratuitamente e ottenendone il credito.
No: non ho motivo di utilizzarle perché esiste già una legge sul copyright.
Sì: le Creative Commons mi consentono di diffondere il mio lavoro e di ottenere dei guadagni.
No: necessito di ricavare dei soldi dal mio lavoro, e le Creative Commons non mi aiutano in tal senso.

Mostra i risultati (349 voti)
Novembre 2019
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Omessa custodia del cellulare, sanzionata l'insegnante del post anti-Arma
Smartphone e batteria, con la modalità scura si risparmia davvero
Il Galaxy S10 si sblocca con qualsiasi impronta
Windows 7 a fine vita, Microsoft importuna coi pop-up
Linux, seria falla nel comando sudo
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Tutti gli Arretrati


web metrics