Da AT&T una tecnologia per impedire il filesharing

Riconoscendo le attività pericolose permette di intervenire bloccando l'accesso a certi protocolli.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 19-12-2013]

att pirateria

Nonostante le alternative legali per il download di film e musica non manchino, il file sharing illegale non è certo in difficoltà.

Per tentare di arginare il fenomeno il provider statunitense AT&T ha ideato un nuovo sistema e l'ha immediatamente protetto con un brevetto.

Tale sistema si basa su un ragionamento in sé semplice: chi utilizza il file sharing in maniera intensa avrà un elevato consumo di banda; analizzando quindi l'utilizzo della banda stessa da parte degli utenti diventa possibile stilare dei profili che ne riflettano le attività.

«La pirateria in Internet» - spiega AT&T - «può comportare un uso significativo della banda, che a sua volta può essere problematico per un provider».

Sondaggio
Qual è il client torrent che utilizzi di più?
µTorrent
Vuze
Opera
Transmission
BitTorrent
Ktorrent
Shareaza
Tixati
MediaGet
qBittorrent
Deluge

Mostra i risultati (2761 voti)
Leggi i commenti (10)

L'azienda riesce quindi ad assegnare a ogni utente un Subscriber Reputation Score (una sorta di punteggio che ne definisce la "reputazione", ovviamente in rapporto alla pirateria) che permette di incasellare l'utente stesso in determinate categorie di rischio, un po' come fanno le assicurazioni con i propri clienti.

In base alla categoria AT&T decide come agire: per esempio, potrebbe bloccare l'accesso ai protocolli di file sharing.

att pat

«L'SRS può essere utilizzato per identificare utenti impegnati, volontariamente o meno, in attività ad alto rischio per la rete, come per esempio il file sharing o la pirateria in Internet. A questo riguardo possono essere impiegati servizi che mitighino il problema e la rete e/o l'utente possono essere protetti da tali attività ad alto rischio» illustra ancora l'azienda.

Non è dato sapere se e quando AT&T abbia intenzione di mettere in pratica i sistemi descritti nel brevetto.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
7 cittadini europei su 10 sono pirati
Dai torrent all'abbigliamento: libertà di condividere
Parlamento Europeo considera depenalizzazione file sharing
USA, diritto all'anonimato anche per chi condivide file
Cybercontrollo, Obama ci riprova

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Tecnologia da mettere fuori legge con multe salatissime. :evil:
25-12-2013 23:44

Ma... i veri pirati sono coloro che fanno file sharing o questi delinquenti che ti vendono un servizio poi te lo voglio modulare in funzione di come lo usi: se fai il bravo e lo usi poco allora ti lasciamo tutta la banda (tanto non la usi) altrimenti te la potiamo??? :blackhumour:
24-12-2013 10:40

Eppure da un po' di tempo ci si è messa pure F.W. a filtrare, Mulo compreso. Tant'è che dopo una manciata di secondi la velocità di DL decresce progressivamente fino a ridursi al 10% e anche meno. Se comunque per qualche motivo non riesce a bloccarti dopo un po' ti disconnette e buonanotte ai suonatori. Evidente che è ora di passare al... Leggi tutto
23-12-2013 10:07

Grazie AT&T, ci mancava un altro censore... O Catone. :)
23-12-2013 07:58

{ranx}
«L'SRS può essere utilizzato per identificare utenti impegnati, volontariamente o meno, in attività ad alto rischio per la rete, come per esempio il file sharing o la pirateria in Internet. A questo riguardo possono essere impiegati servizi che mitighino il problema e la rete e/o l'utente possono essere... Leggi tutto
21-12-2013 16:45

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
In che anno hai comprato il tuo primo tablet?
2010
2011
2012
2013
2014
Non ho mai comprato un tablet.
Lo comprerò quest'anno.

Mostra i risultati (2490 voti)
Ottobre 2020
Windows 10, Microsoft si prepara a rivoluzionare l'interfaccia
Windows 10 elimina la schermata Sistema, un trucco la riporta in vita
L'app che “spoglia” le donne: garante privacy apre istruttoria
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Tutti gli Arretrati


web metrics