Energia dalle emissioni vulcaniche

Grazie ai vulcani è possibile trasformare l'anidride carbonica in metanolo.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-01-2014]

volcano

La Carbon Recycling International è un'azienda islandese specializzata - come dice il nome - nel trasformare le emissioni di biossido di carbonio (CO2) in qualcosa di utile, come il metanolo rinnovabile.

La sua ultima trovata è un metodo che permette di trasformare il biossido di carbonio in metanolo liquido e che, per farlo, utilizza i vulcani.

In patria, la Carbon Recycling ha trovato le condizioni adatte per portare a termine il proprio progetto.

Lì si trovano diversi impianti geotermici posti nelle vicinanze dei vulcani come quello attivo nella penisola meridionale dal 1976, dove la CRI ha ora costruito il primo impianto di produzione di metanolo.

In questo luoghi è possibile ricavare biossido di carbonio: quello ottenuto dalle emissioni nelle zone delle centrali geotermiche è più facile da catturare rispetto a quello emesso dagli impianti a combustibili fossili, dove invece è per lo più mischiato all'azoto.

Sondaggio
Secondo te quale diventerÓ realtÓ per prima?
Le aule intelligenti: conosceranno gli alunni e offriranno un'esperienza di apprendimento personalizzata ed efficace.
Torneremo a fare la spesa sotto casa: i negozi uniranno la varietÓ degli acquisti online al piacere di fare acquisti direttamente in un posto conosciuto.
Useremo il DNA per stabilire terapie su misura: cloud computing e computer congnitivi rendereanno l'esame del DNA veloce ed economico.
Un guardiano digitale sostituirÓ le password: conoscerÓ le nostre abitudini e individuare i tentativi di furto d'identitÓ.
Smart City: le cittÓ faranno arrivare sugli smartphone dei cittadini informazioni personalizzate basate sulle abitudini e le preferenze degli abitanti stessi.

Mostra i risultati (1226 voti)
Leggi i commenti (11)

Si tratta di anidride carbonica che proviene dalle rocce calcaree sotterranee per effetto del calore e delle reazioni che avvengono nel sottosuolo e che, insieme ad altri gas, verrebbe comunque immessa nell'atmosfera.

La CRI la cattura e la fa reagire con l'idrogeno ottenuto tramite elettrolisi dell'acqua, un metodo funzionale grazie al basso costo dell'energia elettrica (ottenuta peraltro sempre dallo stesso impianto geotermico) in Islanda.

Il risultato è ciò che l'azienda chiama Vulcanol, metanolo che si è guadagnato questo soprannome poiché, come spiega il CEO K-C Tran, «è fatto con l'energia ottenuta da un vulcano».

La CRI conta di poter ottenere profitti da questo sistema già nel corso di quest'anno, quando l'impianto da 5 milioni di litri di metanolo funzionerà al massimo della propria capacità.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Acqua nei vulcani per generare energia
La cupola per vulcano ricava energia dall'eruzione
Vulcano ospita 18 minerali sinora sconosciuti

Commenti all'articolo (5)


Voglio vedere quanto costa "metter mano" su un vulcano... :lol: :lol: :lol: Ciao
26-1-2014 18:15

Se non ho interpretato male cambia semplicemente il vettore per trasferire l'energia dal punto di produzione al punto di utilizzo, invece di trasferirla con delle linee elettriche la trasferiscono con il Vulcanol...
25-1-2014 15:11

Benvenuto Vulcanolo! :D Lunga Vita e ProsperitÓ. :lol:
24-1-2014 18:23

{Carlo D'Arpe}
Forse basterebbe leggere:metodo funzionale grazie al basso costo dell'energia elettrica (ottenuta peraltro sempre dallo stesso impianto geotermico). per non fare la figura del pirla.
23-1-2014 19:30

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
A partire da quale etÓ i bambini dovrebbero avere uno smartphone personale?
Nessuna
3 anni o meno
4-5 anni
6-7 anni
8-9 anni
10-11 anni
12-14 anni
15-17 anni

Mostra i risultati (930 voti)
Ottobre 2020
Gasolio addio, FS vuole i treni a idrogeno
Windows 10, guai a catena dopo l'ultimo aggiornamento
Windows 10, Pc riavviati a forza per installare le web app di Office
Quel motivetto che hai in testa? Se lo fischietti, Google lo indovina
YouTube pronta a far guerra ad Amazon
Le cipolle troppo sexy per Facebook
Smishing, i consigli per non cadere nel tranello
Arrestato per recensioni online negative di un albergo
Windows 10, arriva l'installazione personalizzata
Il sito che installa tutte le app essenziali per Windows 10
Covid-19, casi sottostimati per colpa di Excel
Il furto automatico del PIN della carta di credito
Windows 10 avvisa l'utente se un SSD sta per morire
Windows 10 e i driver che vengono dal passato
Settembre 2020
Se tutte le auto fossero elettriche, quanta energia in più servirebbe?
Tutti gli Arretrati


web metrics