Il satellite artificiale più piccolo del mondo

È grande quanto un cracker.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-05-2014]

femtosatellite

Quando si pensa a un satellite artificiale, generalmente si ha in mente qualcosa di relativamente ingombrante.

Invece, il progetto Kicksat, diventato realtà grazie a una raccolta fondi su Kickstarter, ha dimostrato come un satellite possa essere grande all'incirca quanto un cracker.

L'idea alla base di questo progetto è stata sviluppata da Zachary Manchester, della Cornell University: ha immaginato, anziché un unico satellite monolitico, uno sciame di femtosatelliti, battezzati «sprite».

Dopo alcuni ritardi e rinvii, all'inizio di maggio 103 di questi minisatelliti sono stati messi in orbita da un CubeSat (un nano-satellite che misura 10 x 10 x 30 cm) a sua volta portato nello spazio da SpaceX.

Ogni sprite pesa 5 grammi e costa 25 dollari; è dotato di un microprocessore, una radio in grado di inviare messaggi a terra, una cella solare, due antenne, un magnetometro e un giroscopio (affinché il femtosatellite sappia com'è orientato).

Sondaggio
Ti piacciono i giochi e gli enigmi matematici?
La matematica l'ho lasciata a scuola e non ne sento la mancanza
La utilizzo e mi piace nel mio lavoro, non per giocarci
Si, ma il mio limite è "unisci i puntini"
Quando me ne capita uno tra le mani, non mi tiro indietro
Li faccio di frequente e sono il miglior modo per mantenere attiva la mente
Giurerei che questo sondaggio nasconde un messaggio cifrato

Mostra i risultati (2823 voti)
Leggi i commenti (3)

Il lancio di quest'anno è stato soltanto un primo test, che ha confermato la fattibilità del progetto: i satelliti sono riusciti a trasmettere senza errori.

L'idea è che uno sciame di satelliti piccolissimi possa essere più economico ed efficienti rispetto alle soluzioni attuali per monitorare le piccole particelle di polvere cosmica che si incontrano nello spazio e possono interferire con le telecomunicazioni verso la Terra.

L'avventura di questo primo esperimento si è conclusa lo scorso 14 maggio, quando i satelliti sono rientrati nell'atmosfera terrestre e sono andati distrutti a causa di alcuni problemi tecnici.

In ogni caso, Zachary Manchester ritiene la missione nel suo complesso un successo: è stato possibile infatti ricavare molte informazioni utili.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il satellite italiano che andrà sulla Luna e su Marte
Concorso Nasa, 5 milioni per inventare un minisatellite artificiale
La ragnatela orbitale per rimuovere i detriti spaziali
Un anello di pannelli solari attorno alla Luna
Una rete di satelliti per eliminare i rifiuti spaziali
La Nasa vuole i pannelli solari nello spazio
Pronti al lancio i satelliti che forniranno la banda larga

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Alcuni anni fa, L'Agenzia delle Entrate pubblicò sul web i redditi dei cittadini; poi, dopo l'intervento del Garante Privacy, li mise offline. Questi dati secondo te devono essere disponibili su Internet?
No
Non saprei

Mostra i risultati (5307 voti)
Settembre 2019
La Francia non vuole Libra in Europa
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Antibufala: le foto di raggi spaziali che causano incendi nei boschi
Lo smartphone etico attento alle persone e al pianeta
Storie di hacker, campeggi e libertà
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
5 consigli (più uno) per non farsi lasciare a piedi dal PC
La lotta al ransomware procede silenziosa ma con successo
La maledizione dei connettori USB
Agosto 2019
GIMP è un insulto: sviluppatori ribelli fondano il fork Glimpse
Sextortion, il malware che registra davvero chi guarda video a luci rosse
Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche
L'analisi del sangue che predice quando moriremo
Bug negli iPhone, ritorna il jailbreaking
Windows 10, errori nel patch Tuesday di agosto
Tutti gli Arretrati


web metrics