Sorpresa: ''Questo bancomat è stato hackerato''

Due ragazzini di 14 anni hanno letto il manuale della macchina e...



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 12-06-2014]

bancomat hackerato 14enne

Nonostante il supporto sia cessato da oltre due mesi, Windows XP è ancora ampiamente usato nei bancomat, e non sempre nell'edizione speciale per la quale gli aggiornamenti sono ancora forniti.

A quanto pare non è però questo il problema principale: potenzialmente ogni apparecchio nasconde una falla di sicurezza che nessun update può curare.

Un paio di ragazzini di 14 anni ha infatti dimostrato come i peggiori nemici dei bancomat siano coloro che li installano senza troppe attenzioni: senza conoscenze particolari né strumenti fantascientifici sono infatti risuciti ad "hackerare" un bancomat nella loro città natale di Winnipeg, in Canada. Ne dà notizia l'agenzia nazionale canadese Postmedia.

Dopo aver scaricato da Internet il manuale di istruzioni del bancomat della filiale locale della Bank of Montreal hanno provato a inserire la password amministrativa di default, e con loro grande sorpresa hanno scoperto che funzionava.

«Abbiamo pensato che potesse essere divertente provare, ma non ci aspettavamo che funzionasse» ha dichiarato uno dei due al Winnipeg Sun.

Sondaggio
Quale di questi consigli ritieni più importante per una vacanza all'insegna della sicurezza?
Aggiornare il sistema operativo, i programmi installati e le applicazioni, eliminando così eventuali falle di sicurezza già scoperte.
Evitare di usare WLAN pubbliche (in hotel, Internet Café, aeroporto...): solitamente sono protette in maniera inadeguata e i dati possono essere spiati. Meglio utilizzare una connessione mobile UMTS.
Evitare di fare online banking in vacanza e non scaricare o salvare dati personali e sensibili su Pc pubblici.
Creare un indirizzo ad hoc per inviare cartoline elettroniche via email, da disattivare al rientro qualora venisse compromesso.
Impostare una password all'accensione su smartphone e tablet e un PIN per lo sblocco della tastiera.
Fare il backup del notebook o del netbook che si porta in vacanza, crittografando i dati per limitare i danni in caso di furto.

Mostra i risultati (1708 voti)
Leggi i commenti (10)

Per fortuna, i ragazzini non erano in vena di vandalismi: hanno avuto acesso a informazioni normalmente riservate quali l'ammontare di denaro presente nella macchina e le transazioni effettuate sino a quel momento, ma il loro intervento s'è limitato a sostituire la scritta «Benvenuti al Bancomat della BMO» con l'avvertimento «Andate via. Questo Bancomat è stato hackerato». Quindi hanno informato il personale della filiale.

I dipendenti della banca all'inizio non ci volevano credere ma, messi di fronte all'evidenza, non hanno potuto far altro che avvisare la sicurezza interna affinché mettesse una toppa al problema, e ringraziare i due ragazzi.

Hanno anche provveduto a scrivere loro una giustificazione per il ritardo a scuola che l'intera vicenda ha causato: «Vi preghiamo di scusare Caleb Turon e Matthew Hewlett per il ritardo accumulato durante la pausa pranzo a causa dell'aiuto fornito alla BMO per questioni di sicurezza».

Alla fine di tutto, la domanda è: quanti bancomat attivi nelle nostre città utilizzeranno ancora la password di default?

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Il malware russo che infetta i bancomat
La chiavetta USB che ti hackera il PC in meno di un minuto
JP Morgan sotto attacco, violati oltre 80 milioni di conti
Gli strumenti hi-tech per imbrogliare agli esami
Windows XP, fine di un'era
La morte di Windows XP colpisce duramente i bancomat
Hackerano il Bancomat con chiavetta USB
Le più grandi truffe del Bancomat
Il bancomat che ti legge il palmo della mano
Il bancomat con macchina della verità incorporata
Bancomat vulnerabili, le tecniche dimostrate dagli hacker
Clonava i bancomat, inghiotte una chiavetta Usb
Frodano un bancomat con un Eee Pc

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 12)

Grazie per l'info scusa non avevo visto la risposta. cmq che pessima tecnologia i produttori di bancomat :(
2-7-2014 20:33

Li conosco quei distributori, erano su banda magnetica semplice o scanner ottico su barcode. In questo caso "simulavano" una tastiera aggiuntiva tanto che erano allacciati allo spinotto ps2. Qui si tratta di bancomat e hanno la scheda inserita nel bus e non tutti i tipi poi vanno bene. Le librerie Microsoft che sovraintendono... Leggi tutto
19-6-2014 20:20

Il problema è che spesso ogni tre mesi molte aziende cambiano la password dei sistemi... rimettendo la propria... e nel caso dell'home banking si incazzano pure se il sistema li impedisce di rimetterla uguale o molto simile.. Ps. @mda è uno scandalo che i bancomat pre vista non adoperino tessere gestore dato che persimo i... Leggi tutto
19-6-2014 13:25

Vero e aggiungo che: In Italia è legge che TUTTI i dispositivi che hanno elementi di Privacy (dunque anche i bancomat) debbano SOSTITUIRE la password almeno una volta ogni 3 mesi. Ma siamo in Italia... :lol: :lol: :lol: Nei bancomat Linux (operativi in Africa, America del Sud e Asia) invece l'inserzione della password è... Leggi tutto
17-6-2014 05:47

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Con quale delle seguenti affermazioni, tutte relative a siti che vendono coupon e buoni sconto online, concordi di più? (Se vuoi dare risposte multiple utilizza i commenti)
Sono un cliente abituale dei siti di coupon e in generale posso dichiararmi soddisfatto delle promozioni attivate tramite questo mezzo innovativo.
Apprezzo i coupon soprattutto per provare quelle strutture dove non sono mai stato, o servizi che non ho mai utilizzato prima.
Acquisto talvolta i coupon ma purtroppo molte volte non riesco a utilizzarli prima della loro scadenza, pertanto penso di diminuire questa attività o di continuare a farlo saltuariamente.
Acquisto i coupon soprattutto per usufruire dello sconto e raramente acquisto nuovamente un servizio o torno in una struttura a "prezzo pieno".
Solitamente acquisto un coupon soltanto se conosco già la struttura o il servizio offerto, non voglio fregature.
Mi è capitato spesso di prendere delle fregature o di non essere servito alla stregua degli altri clienti, pertanto penso che non acquisterò più coupon.
Non ho mai acquistato un coupon.

Mostra i risultati (1605 voti)
Gennaio 2020
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Tutti gli Arretrati


web metrics