Lenovo Glass, occhiali smart che garantiscono la privacy

Migliorati i Google Glass.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-06-2014]

google glass mirino

Quello degli smart glass è un mercato tanto promettente che tutti sembrano volerci entrare per primi o, almeno, primi dopo Google.

Lenovo entra in partita con un brevetto, richiesto all'Uffici Brevetti statunitense, per degli occhiali dotati di due schermi, navigazione basata sul tocco, componenti per la registrazione audio e video e un originale sistema di registrazione della voce. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Secondo te il Codice della Strada dovrebbe proibire di indossare i Google Glass mentre si guida?
Sì, perché rappresentano una distrazione peggiore degli SMS, e quindi un pericolo.
No, perché come tutte le cose possono essere utilizzati bene o male. Altrimenti dovremmo vietare anche i navigatori GPS.
Ho un'altra opinione (la illustro nei commenti qui sotto)

Mostra i risultati (1003 voti)
Leggi i commenti (28)
Proprio su quest'ultimo dettaglio in particolare si concentra il brevetto: anziché adoperare un normale microfono con cancellazione del rumore, come fanno per esempio i Google Glass, gli occhiali di Lenovo adottano un sistema a conduzione ossea.

In teoria ciò dovrebbe rendere più semplice la cattura della voce da parte del dispositivo; durante una telefonata fatta attraverso i "Lenovo Glass" l'utente potrebbe così tenere un volume basso ma riuscirebbe comunque a farsi capire perfettamente.

Questa soluzione andrebbe quindi anche a vantaggio della privacy, dato che non sarebbe più necessario urlare per sovrastare i rumori dell'ambiente circostante e farsi sentire dall'interlocutore.

brevetto occhiali lenovo
Un'immagine tratta dal brevetto richiesto da Lenovo

Trattandosi soltanto di un brevetto, per giunta appena richiesto e non ancora concesso, non è possibile sapere se e quando le tecnologie descritte si trasformeranno in un prodotto reale.

Nel frattempo, Google continua a migliorare i propri Glass: grazie ai commenti ricevuti tramite il programma Explorer sono state apportate migliorie sia all'hardware che al software.

Ora, per esempio, i Google Glass sono dotati di 2 Gbyte di RAM, la batteria offre un'autonomia superiore del 20% e le ricerche vocali sono più veloci del 10%.

Debutta poi la funzione viewfinder (mirino) per facilitare la ripresa delle fotografie facendo apparire sullo schermo i limiti dell'inquadratura e sono state introdotte due nuove schede Google Now, una per ricordare il luogo in cui si è parcheggiato, l'altra per venire informati circa l'arrivo di un pacco.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (4)

{utile}
I laringofoni si usano da decenni, ed ora non c'è neanche bisogno di metterli sulla laringe. Con questo apparecchio puoi parlare senza voce, solo facendo finta di farlo, senza aprire la bocca. E naturalmente l'apparecchio è immune ai suoni ambientali.
7-7-2014 16:08

:malol: :malol: :malol: Leggi tutto
2-7-2014 19:24

:lol: bella quella del cane...me la segno! Anche perché se vai in alcune zone ...i Google Glass te li fregano, e mettersi a urlare fai questo, fai quello, attira altro che l'attenzione... :?
30-6-2014 23:39

La vera privacy si avrebbe con un totale controllo remoto e silenzioso, altrimenti andare in giro dando comandi vocali "glass fai questo glass fai quello" magari un poco l'attenzione sui cosa stai facendo la attira. :roll: A meno di condurre al guinzaglio un cane e fingere che Glass sia il suo nome. :twisted: Mauro Leggi tutto
30-6-2014 17:57

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se fossi costretto a scegliere: un mese senza sesso o un mese senza smartphone, cosa sceglieresti?
Il problema non si pone: non faccio sesso.
Il problema non si pone: non ho uno smartphone.
Rinuncerei più volentieri al sesso piuttosto che separarmi dallo smartphone.
Rinuncerei più volentieri allo smartphone piuttosto che fare a meno del sesso.

Mostra i risultati (3784 voti)
Giugno 2022
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
15 giugno, finisce l'era di Internet Explorer
Grave falla in Windows, occhio ai documenti di Word
Toyota: cartucce di idrogeno per alimentare auto, case, droni
Maggio 2022
La Rete esce da TIM: nasce la Open Access italiana
DuckDuckGo consente a Microsoft di tracciare gli utenti
Russi saccheggiano trattori ucraini, che vengono brickati da remoto
Necrofinanza e criptovalute: lo scoppio di Terra/Luna
Pwn2Own 2022, Windows 11 e Ubuntu cadono il primo giorno
Migliaia di siti sono keylogger nascosti
Radio a onde corte: davvero?
UE, tutte le chat saranno esaminate in cerca di pedopornografia
Le IA di Facebook e Twitter contro la disinformazione russa
Apple, Google e Microsoft svelano il sistema che eliminerà le password
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 26 giugno


web metrics