Il Comune di Torino abbandona Windows per Linux

Passando all'open source, risparmierà 6 milioni di euro in cinque anni.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-08-2014]

torino abbandona windows

L'amministra- zione comunale di Torino, guidata dal sindaco Piero Fassino, ha deciso di abbandonare Windows.

La scelta si inquadra nel piano del taglio di costi per evitare l'insolvenza e coglie l'occasione rappresentata dalla cessazione del supporto a Windows XP, di cui è ancora dotato l'80% computer comunali.

Al posto del sistema di Microsoft verranno adottate alternative open source: si parla di Ubuntu Linux come sistema operativo e OpenOffice come suite da ufficio.

Il piano è stato presentato all'ultima riunione del Codir, la cabina di regia dei dirigenti del Comune di Torino, dallo stesso direttore generale Gianmarco Montanari.

Si prevede che, a regime, il risparmio sarà di 6 milioni di euro in cinque anni: circa 300 euro in meno di costi per ognuno degli 8.300 PC dell'amministrazione.

Sondaggio
Qual è l'ambiente Linux che preferisci?
Gnome
Kde
Unity
Xfce
Lxde
Cinnamon
Mate
Un altro
Non uso Linux

Mostra i risultati (5318 voti)
Leggi i commenti (25)

Un eventuale passaggio a Windows 8 - aveva stimato il Comune - sarebbe costato 22 milioni di euro tra licenze, nuovi computer, assistenza tecnica e installazioni.

Si prevede che per completare la transizione ci vorranno 18 mesi.

Quello di Torino non è peraltro l'unico caso: a Parma, per esempio, il 20% dei computer del comune sono passati al software libero; Empoli ha deciso di affidarsi all'open source per la posta elettronica; Udine già a giugno ha avviato la medesima transizione scelta dal capoluogo piemontese, così come ha fatto che Trieste.

Non bisogna poi dimenticare che Bolzano ha compiuto lo stesso percorso già nel 2009 e che diversi comuni dell'Emilia Romagna, tra cui Modena e Bologna, si sono mossi in questa stessa direzione.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Napoli lascia il Pinguino e ritorna con Microsoft

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Il Comune di Madrid sceglie il software libero
Software libero nella PA, adozione a rischio
Open data tra trasparenza e partecipazione politica
La campagna salvaLinux di Agorà Digitale
Se al sindaco non piace più il sito del paese

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 16)

{Fabrizio Fiorucci}
Il problema di base e' proprio l'uso di "softwarini" che girano lato client, tipo VB, la presenza di db sempre lato client. Una migrazione ben fatta porta tutto nel datacenter e il client può essere tranquillamente un Hw anche datato che fa da terminale stupido... La migrazione e' lunga di certo, ma a... Leggi tutto
9-12-2014 10:58

{Marco Novelli}
Pensa ai tremila softwerini VB6 che la PA usa quotidianamente... E ai cinquemila DB access che mandano avanti tutta la baracca... Benvenuto Linux! Tre anni per convertire metà della roba e andare peggio di prima: Thunderbird collegato a Exchange fa pettare... Problemi a montare il DFS... join al dominio... "allora apri il il... Leggi tutto
9-12-2014 10:57

{Fabrizio Fiorucci}
Mah lato client ci sono alternative open più sicure ed economiche, tipo Linux una fra tutte. Pensa solo ai costi legati a virus worm trojan e cagate specie in un ambito come la PA dove il dipendente medio si fa i cazz suoi per la metà del tempo. Lato server ormai windows ha uno share di mercato decisamente ristretto rispetto a un 5-10... Leggi tutto
9-12-2014 10:56

{Marco Novelli}
Ovviamente per me è una cazzata colossale, oltretutto veicolata dal CSI... Torneranno indietro dopo aver sprecato tempo e soldi. Senza contare che il software Microsoft per la PA è praticamente regalato... Hanno cappellato a non sostituire il 20-25 per cento del parco macchine ogni anno e adesso hanno tutta merda... Leggi tutto
9-12-2014 10:56

{Opensipa}
Colgo l'occasione per postare anche questo articolo scritto da un Sistemista di un ente Pubblico: Quando ho letto l'articolo di Repubblica ho subito pensato "ancora con la storia del 'cervellone' - solito articolo scritto coi piedi". Poi ho iniziato a pensare a cosa sta combinando il CSI Piemonte. Il Comune piemontese, per... Leggi tutto
20-8-2014 08:41

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il prodotto più obsoleto tra questi?
Il lettore DVD da salotto: sta per fare la fine del videoregistratore VHS.
L'iPod: ormai la musica si ascolta con lo smartphone.
Il Blackberry: ha pochissime app, ormai ha fatto il suo tempo.
Angry Birds: ormai la moda è passata.
Un telefonino che non sia smartphone: esistono ancora?
L'auricolare Bluetooth: è bruttissimo a vedersi.
Lo smartwatch, per lo meno quelli di prima generazione: brutti e limitati.
Il Nintendo Wii: non può competere con l'Xbox One e la PS4.

Mostra i risultati (2096 voti)
Settembre 2021
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 22 settembre


web metrics