Più garanzie in Europa per chi compra a distanza

La Commissione Europea ha stabilito regole di maggiore garanzia per l'e-commerce e il commercio per corrispondenza.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 15-01-2015]

carrello

La Commissione Europea ha introdotto regole ancora più garantiste per il consumatore, per quanto riguarda il diritto di ripensamento nei contratti conclusi a distanza e fuori dai locali commerciali.

Se il consumatore ritiene che il bene acquistato non lo soddisfi oppure non abbia le caratteristiche richieste, ha il diritto di recedere dal contratto senza dover fornire alcuna giustificazione al venditore entro 14 giorni - prima erano previsti 10 giorni.

Nel caso in cui il consumatore non fosse stato preventivamente informato sul diritto al ripensamento, il diritto di recesso viene esteso di ulteriori dodici mesi per il periodo complessivo di 1 anno e 14 giorni.

In caso di recesso, il venditore ha 14 giorni (un numero inferiore rispetto ai precedenti 30 giorni) per restituire la somma versata dal consumatore.

Il cliente ha più tempo, 14 giorni anziché 10, anche per la restituzione materiale del prodotto.

Sondaggio
Qual è il motivo che ti spinge maggiormente (oppure no) ad acquistare online?
La facilità di acquisto
La presenza di maggiori sconti e promozioni
La possibilità di evitare i centri commerciali
Una più ampia visibilità delle promozioni in corso
La possibilità di valutare tutte le opzioni
Poter acquistare anche all'ultimo momento

Mostra i risultati (2210 voti)
Leggi i commenti (12)

Il venditore, inoltre, è ritenuto responsabile per l'eventuale danneggiamento o perdita del prodotto fino a quando questo non sia consegnato materialmente all'acquirente.

Inoltre nei contratti conclusi a distanza, ad esempio al telefono, e fuori dai locali commerciali, il venditore dovrà sempre far confermare al consumatore l'offerta in forma scritta.

Queste nuove norme contenute nel Consumer Rights sono riassunte nello spot curato dalla Commissione europea in partenariato con la Direzione Relazioni Esterne dell'Antitrust, disponibile presso il sito dell'Agcm e quello della Commissione Europea.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
Nasce lo Sportello Antitrust per segnalare abusi, truffe e raggiri

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

@Zeus Grazie del chiarimento. :) Ciao
21-1-2015 15:16

Le spese per la restituzione spettano a chi deve rispedire, punto. Poi alcuni (pochi) venditori se ne fanno carico, ma questa è un'altra storia.
20-1-2015 08:33

Nel caso di recesso, le spese per la restituzione sono a discrezione del venditore, cioè non sono obbligatoriamente gratuite? Grazie e ciao.
19-1-2015 16:52

Smettono a «Quasi». Cominceranno a spedire solamente con quella mettendotela in conto. La commissione europea dovrebbe essere più esplicita per quanto riguarda le spese di spedizione, sia per l'invio che per la restituzione. A me sembra che ognuno faccia come gli pare (e per quel «come gli pare» includo tutto, dai più onesti che... Leggi tutto
19-1-2015 09:19

In realtà era (=sarebbe dovuto essere) così anche prima...
19-1-2015 08:30

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quanto impieghi per andare al lavoro? (one-way, ovvero: sola andata)
Da 1 a 15 minuti
Da 15 a 30 minuti
Da 30 a 45 minuti
Da 45 a 60 minuti
Più di 60 minuti

Mostra i risultati (2166 voti)
Gennaio 2022
Video porno interrompe convegno online del Senato
Amazon introduce la consegna con la password
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Windows 11 sbaglia a mostrare i colori
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 24 gennaio


web metrics