I consigli antibufala di Luca Sofri

Perché certe storie sono troppo belle per essere vere.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-07-2015]

notizie che non lo erano

Luca Sofri, blogger e giornalista, è il direttore del quotidiano solo online Il Post.

Per Rizzoli ha da poco pubblicato un suo "manuale antibufala", intitolato Notizie che non lo erano.

Nel libro Sofri raccoglie molti dei propri interventi di smascheramento delle bufale condotti in questi anni, nei quali si è divertito a smontare storie troppo credibili, fornendo così indirettamente una sua visione di quello che dovrebbe essere il giornalismo dentro e fuori la Rete, un giornalismo forse meno italiano, meno latino, meno spettacolare ma anche più sobrio e rigoroso.

Sofri spiega anche il motivo per cui si cade troppo spesso nelle bufale, e lo sintetizza in questa sequenza:

1) Pubblicazione di una notizia;
2) La notizia viene smentita da fonti ufficiali o da blogger;
3) La notizia rimane comunque al suo posto per non ammettere l'errore;
4) Si aggiungono le virgolette al titolo oppure un interrogativo al fondo;
5) Ulteriori smentite e irrisioni online, anche aggressive o troppo presuntuose;
6) La notizia viene trasformata in "Il giallo di";
7) Lo stesso articolo viene trasformata in un altro articolo che spiega che la notizia era falsa ed è molto circolata sui social network.

Sofri si diverte anche a stilare un'altra lista, un curioso elenco delle «Dodici False Notizie Stagionali», ossia quelle notizie fasulle che tuttavia vengono periodicamente riproposte, nonostante siano evidentemente improbabili quando non proprio impossibili, o addirittura siano già state smentite più volte:

1) Il Sun abolisce la pagina con il topless. Falsa perchè la pagina 3 è sempre abbellita da generosi topless.

2) Marina Berlusconi entra in politica. Al momento non lo sogna neppure; prima o poi capiterà, e qualcuno dirà che l'aveva detto.

3) Istituzione dei "parchi del sesso". Più che una notizia è una proposta disperata avanzata da assessori alle prese con rivolte di quartiere antiprostitute; impossibile da realizzare stanti le attuali leggi.

Sondaggio
Secondo te, come nascono la maggior parte delle bufale che girano su Internet?
Come scherzi rivolti esclusivamente ad amici e conoscenti (che poi involontariamente li propagano in giro)
Dalla "buona volontÓ" di persone che credono di fare un favore al mondo diffondendo dicerie e stranezze dandole automaticamente per buone
Dalla curiositÓ di vedere se una propria invenzione possa diventare "famosa" sulla rete, ma anche quanta gente ci arriverÓ a credere e con che velocitÓ si propagherÓ
Dalla volontÓ di creare disinformazione su determinati argomenti
Altro (specificare)

Mostra i risultati (2050 voti)
Leggi i commenti (13)

4) Muore in spiaggia e la gente continua a fare il bagno. È un classico di tutte le estati: secondo Sofri si ripete almeno tre volte ogni estate.

5) Scoperta in Amazzonia una tribù che nessuno aveva mai visto. Solo che è la stessa da chissà quante estati.

6) Trovati i resti di Atlantide. Un classico da quando molti cinquantenni hanno memoria della Tv.

7) Arriva il "pillolo", ovvero la pillola anticoncezionale per gli uomini.

8) La cattura (o morte) del mullah Omar, capo dei talebani. Un altro classico.

9) Uno dei tanti amori (o anche tutti insieme) di Jacqueline Kennedy. Una non-notizia che probabilmente (notiamo noi) appartiene ormai forse più alla mitologia moderna o greco-moderna che alla categoria delle bufale.

10) La pubblicità di Ryanair. Secondo Sofri la compagnia aerea low cost, o meglio il suo ufficio stampa, merita un posto tra i migliori creatori di bufale in quanto negli anni si sarebbe fatta pubblicità con tutta una serie di notizie inventate come l'introduzione dei bagni a pagamento o la possibilità di viaggiare gratis a patto di restare in piedi per tutto il volo. Della serie "parlatene male ma parlatene".

Bisogna dire che fra le false notizie Sofri inserisce anche la scissione del Pd; tuttavia questa, onestamente, sembra sempre più una cosa vera e, anche se in modi penosi e trascinati, pare stia avvenendo davvero; falsa lo sarà anche stata, in passato, ma oggi è senz'altro un po' vera.

Nel libro non manca poi la citazione di ben 8 falsi storici del fotogiornalismo, fra cui la foto della ministra francese Rachida Dati incinta (in realtà era Britney Spears), la foto del terremoto in Iran (invece erano le Filippine), e lo spassoso caso della foto di Umberto Eco spacciato per un capo di Al Qaida, cosa che per molti lettori di centrodestra potrebbe però essere anche vera o comunque molto plausibile.

Imperdibili sono infine i capitoli in cui Sofri descrive la genesi delle bufale giornalistiche: divertente ma, purtroppo, vero il modo lì descritto con il quale le false notizie si insinuano nelle redazioni.

Notizie che non lo erano è un testo interessante, leggibilissimo e utile; inevitabilmente però, fra qualche tempo, necessiterà di aggiornamenti e integrazioni.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pier Luigi Tolardo

Approfondimenti
11 bufale hi-tech a cui molti continuano a credere
Il ''terrorista di buon cuore'' torna per l'EXPO
Facebook, arriva il pulsante per segnalare le bufale
Caduti nella Rete: bufale e disinformazione scientifica
Pheme, l'applicazione che sbugiarda le bufale

Commenti all'articolo (5)

{danilo}
Inserirei tra le top ten: "bambino/a rapito/a dagli zingari".
7-1-2017 13:22

Stavolta questa pare proprio sia vera (la morte) e pure confermata dai talebani anche se a due anni di distanza dall'accadimento... Leggi tutto
3-8-2015 14:39

{Zot}
E la Merkel nuda (terribile), dove la mettiamo?
1-8-2015 09:01

A prescindere dal padre, se mi aiuta a non cadere in trappola ben venga. Io, essendo una donna di casa sono molto pratica, faccio "Il conto della serva, quindi se mi arriva un aiuto accetto e ringrazio Un sorriso :D Leggi tutto
31-7-2015 12:09

Luca chi? il figlio del futuro consulente per la riforma del sistema carcerario?
31-7-2015 11:11

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual Ŕ l'invenzione che aspetti di pi¨?
L'auto che si guida da sola, senza conducente
Un chip per migliorare la memoria e incrementare le capacitÓ cognitive dell'uomo
La carne fabbricata in laboratorio
L'auto (o la bicicletta) volante
Un robot personale per i lavori pesanti o noiosi
La macchina per viaggiare nel tempo
La pillola per aumentare la longevitÓ
Nessuna di queste
Non lo so

Mostra i risultati (2006 voti)
Febbraio 2020
Il primo smartphone con Windows 10
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Come provare Windows 10X in anteprima, gratis
Windows 10, la patch causa più problemi di quelli che risolve
Gennaio 2020
Mummia di 3.000 anni torna a parlare
Microsoft per pietà aggiorna Windows 7
Agcom, due milioni di multa per Tim, Vodafone e Wind Tre
Windows 10: e adesso la pubblicità
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Tutti gli Arretrati


web metrics