''Minare'' Bitcoin con un mainframe degli anni '60

Un vecchio IBM 1401 torna in vita per produrre Bitcoin.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-05-2015]

schede perforate bitcoin mainframe ibm 1401

Per "minare" efficacemente i Bitcoin, ossia per partecipare al mining della valuta virtuale, è meglio usare un hardware piuttosto potente.

Che cosa succederebbe, quindi, utilizzando un computer vecchio o, meglio ancora, un mainframe IBM 1401, il cui primo modello risale alla fine del 1959?

Ken Shirriff ci ha provato, e ha descritto nel proprio blog l'intera operazione. Per farlo ha adoperato l'esemplare presente del Computer History Museum di Mountain View.

La prima, sorprendente notizia, è che è possibile. Shirriff ha tradotto l'algoritmo di hash usato da Bitcoin in assembly, usando schede perforate, e l'ha dato in pasto al 1401.

La seconda notizia è che il mining dei Bitcoin con un mainframe, per quanto possibile, è inutile: per calcolare un singolo hash il povero 1401 ha impiegato 80 secondi e richiesto 3 kW di potenza; secondo Shirriff, per minare un intero blocco ci vorrebbero 5x1014 anni, ossia circa 40.000 volte l'età attuale dell'universo.

Sondaggio
Qual è il tuo linguaggio di programmazione preferito?
C
Java
PHP
JavaScript
C#
Visual Basic .NET
C++
Perl
Python
Ruby

Mostra i risultati (2495 voti)
Leggi i commenti (18)

Shirriff continua: «L'elettricità costerebbe 1018 dollari. E si otterrebbero 25 Bitcoin del valore di circa 6.000 dollari».

E spiega: «L'algoritmo SHA-256 è stato progettato per essere implementato in maniera efficiente su macchine che possono svolgere operazioni su word di 32 bit. Sfortunatamente, l'IBM 1401 non ha word di 32 bit, né byte. Usa caratteri di 6 bit e non fornisce operazioni sui bit. Non gestsce nemmeno l'aritmetica binaria, dato che invece usa l'aritmetica decimale. Di conseguenza, l'implementazione dell'algoritmo sul 1401 è lenta e svantaggiosa».

ibm 1401

Ovviamente, l'esperimento non è stato tentato per produrre sul serio Bitcoin - anche perché, come scrive Shirriff, «il Computer History Museum probabilmente non avrebbe approvato» - ma soltanto come sfida informatica. E per provare che il mining, in teoria, sarebbe possibile, anche se con tempi improponibili.

L'IBM 1401 era venduto, nella versione base, a 125.600 dollari del 1959; oggi tale cifra corrisponderebbe a circa 1 milione di dollari.

Oggigiorno, con 50 dollari si può acquistare un miner su chiavetta USB in grado di calcolare 3,6 miliardi di hash al secondo, consumando appena 4 Watt.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Migliaia di NAS Seagate infettati da malware
uTorrent mina Bitcoin senza il consenso dell'utente
Proteggere i Bitcoin e altre criptovalute su un disco di vinile
Primo utente Bitcoin si fa congelare per vivere nel futuro
Bitcoin, da dove arrivano e come si guadagnano
Jersey, l'isola felice del Bitcoin
Hacker sfruttano i NAS per ''minare'' bitcoin
Cinque leggende sui Bitcoin

Commenti all'articolo (5)

AHAH... l'ho letto di fretta :roll:
1-6-2015 11:17

Credo proprio sia così... infatti è detto anche nell'articolo. :wink: Leggi tutto
30-5-2015 15:36

penso la sfida fosse scrivere l'algoritmo... Leggi tutto
27-5-2015 14:15

ed era anche scontato che un mainframe costasse piu' di una chiavetta...
27-5-2015 08:48

Non so se la sciocchezza viene direttamente da Shirriff, comunque era scontato che il 1401 potesse computare l'algoritmo di generazione dei Bitcoin. Ci riuscirebbe qualunque macchina di Turing con memoria sufficiente.
27-5-2015 00:52

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per cosa soprattutto ti sono utili i social media, sul lavoro?
Per prendermi una pausa dal lavoro
Per comunicare con gli amici e la famiglia mentre sono al lavoro
Per comunicare con i miei contatti professionali
Per trovare informazioni che mi aiutino a risolvere problemi di lavoro
Per costruire o rinforzare relazioni personali con i colleghi o i miei contatti di lavoro
Per scoprire cose sulle persone con cui lavoro
Per porre domande relative al lavoro a persone fuori dalla mia azienda
Per porre domande relative al lavoro a persone dentro la mia azienda

Mostra i risultati (435 voti)
Ottobre 2019
Il sistema operativo per sopravvivere all'Apocalisse
Pegasus, la nuova interfaccia di Windows 10
Dal papà di Android uno smartphone radicalmente diverso
Otto mesi di carcere per chi rivelò gli stipendi d'oro sindacali
Windows, l'aggiornamento impedisce di stampare
Antibufala: la Tesla della polizia rimasta a secco durante un inseguimento
Esplode lo smartphone in carica, muore ragazzina
Settembre 2019
Windows, l'aggiornamento di ottobre mette il turbo al Pc
Tutta la verità sul caso del dominio Italia Viva
Ecco perché gli aggiornamenti Windows hanno così tanti bug
A che età dare lo smartphone ai propri figli?
Usa NULL come targa pensando di beffare il sistema informatico delle multe
Gli USA scaricano Huawei e sui portatili arriva Linux Deepin
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Tutti gli Arretrati


web metrics