Il replicatore di Star Trek è (quasi) realtà

Genie prepara un piatto completo e personalizzato in meno di un minuto.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-05-2015]

genie

È l'apparecchio più simile al replicatore di Star Trek, e in effetti è proprio da quella tecnologia futuristica che è nata l'ispirazione: si chiama Genie, e riesce a preparare un pasto in 30 secondi.

Genie utilizza dei food pod, un incrocio tra una capsula per macchine da caffè e un barattolino di gelato, all'interno del quale si trovano gli ingredienti liofilizzati del piatto da preparare.

Si inserisce nella macchina la capsula, si aggiunge un po' d'acqua, si seleziona la ricetta sull'app per smartphone e in 30 secondi il piatto è pronto.

Tra i piatti che Genie è in grado di preparare ci sono i ramen, il cuscus e la torta al cioccolato, ma le variazioni possibili sono moltissime e comprendono anche gli snack; grazie alla liofilizzazione, ogni pod dura un anno.

L'app può essere personalizzata in base alla dieta di ciascuno, mettendo così Genie in grado di preparare, per esempio, piatti senza glutine, a seconda delle necessità.

Sondaggio
La società di consulenza McKinsey ha individuato 12 tecnologie "dirompenti", capaci di dare una spinta all'economia, migliorando produttività, favorendo i consumi e trasformando completamente la vita quotidiana. Quale sarà la più importante?
Internet Mobile
Software in grado di prendere decisioni autonome
Internet delle cose
Tecnologia cloud
Robotica avanzata
Auto che si guidano da sole
Genomica di nuova generazione
Batterie di nuova concezione
Stampa 3D
Materiali evoluti (grafene ecc.)
Metodi avanzati per trovare ed estrarre gas e petrolio
Energie rinnovabili

Mostra i risultati (2946 voti)
Leggi i commenti (32)

L'israeliano Doron Marco, uno degli inventori di questo apparecchio, ha già in mente la direzione in cui vuol sviluppare Genie: «Alla fine riconoscerà il vostro microbioma e preparerà la capsula apposta per voi».

Ancora non è chiaro quanto costerà Genie una volta immesso sul mercato, ma si parla di qualche centinaio di euro. I prezzi delle singole capsule, secondo gli inventori, si aggireranno intorno a quelli del medesimo piatto preparato alla maniera tradizionale.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Vuoi dimagrire? Arriva la pillola del pasto immaginario
Atomium, la stampante 3D per i cibi
Rotella per pizza alla Star Trek

Commenti all'articolo (3)

{Ivan}
L'inventore ha più che altro sfruttato una tecnologia "vecchia", quella del cibo per astronauti. Non vorrei sembrare volgare ma... avete mai provato? Ovvio, se uno deve deve ma non è per tutti i giorni.
2-6-2015 13:20

{Trambusto}
Più che Star Trek, direi che è la versione portatile della macchina che prepara il cibo sulla Discovery in 2001 Odissea nello spazio
30-5-2015 17:07

{Kendis-dai}
"È l'apparecchio più simile al replicatore di Star Trek" Aggiungerei che come tecnologia non c'entrano niente l'uno con l'altra.
30-5-2015 17:01

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Se il telefonino è generalmente personale, spesso il tablet è condiviso in casa. E' così?
Ho un tablet e lo uso solo io.
Ho un tablet e lo condivido con i miei familiari.
Non ho un tablet ma utilizzo quello di un mio familiare.
Non ho un tablet.

Mostra i risultati (1837 voti)
Marzo 2021
Studenti e lavoratori in smart working nel mirino dei ransomware
Hard disk a confronto con SSD nei data center
Sciami di router nelle nostre case conoscono la nostra posizione
Febbraio 2021
Nuovi Mac, gli SSD durano pochissimo
Elettrodomestici, A+++ può diventare B o C
Se non accetti le nuove condizioni, WhatsApp ti cancella l'account
Come perdere mezzo miliardo: non serve smarrire la password del wallet Bitcoin
Sms svuota conto corrente: occhio alla truffa
Vendere o comprare una casa online all'asta (senza Tribunale)
Hacking e caffeina: 167.772 euro da spendere in caffè
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Didattica a distanza, genio su Zoom
La Stampa, L’Espresso, il Corriere e il metodo redazionale: nessuno rilegge
Sgominato Emotet, la madre di tutti i malware
Gennaio 2021
iPhone 12 e pacemaker, meglio che stiano lontani
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 7 marzo


web metrics