Microsoft Send trasforma l'email in una chat

L'app che eliminati gli orpelli dalla posta elettronica adesso è disponibile anche per Android.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-09-2015]

microsoft send

Il successo dei programmi di messaggistica istantanea ha messo un po' in ombra la posta elettronica, spesso ritenuta antiquata ed eccessivamente formale.

Di fronte all'immediatezza di un messaggio, un'email completa di oggetto, saluto iniziale e firma lascia nell'utente una sensazione di scarsa semplicità che va eliminata per portare la posta elettronica al passo coi tempi.

Questa è almeno l'idea di Microsoft che per rendere più moderna l'email ha ideato Send, un'app per iOS e ora anche per Android (in beta) tramite la quale usare la posta elettronica diventa semplice e immediato come chattare.

Tutto ciò che è ritenuto superfluo, come per l'appunto l'oggetto e la firma, sono stati eliminati dal client: le conversazioni hanno tutto l'aspetto di quelle compiute tramite i software di messaggistica istantanea ma viaggiano attraverso i sistemi di posta elettronica e usano gli indirizzi email per venire recapitati.

Sondaggio
Hai mai inviato Sms o messaggi o email a un tuo familiare mentre entrambi eravate a casa?
No, mai.
E' successo una o due volte.
Ogni tanto capita ma non è mia abitudine.
Lo faccio regolarmente.

Mostra i risultati (1589 voti)
Leggi i commenti (19)

Send è disponibile per tutti quelli che hanno un account Office 365 Educational o Business, i quali potranno scaricare e utilizzare l'app da Google Play o iTunes e utilizzarla inserendo le proprie credenziali. La versione per Android richiede almeno la versione 4.2 del sistema di Google.

Dato che i messaggi inviati con Send sono in realtà delle email, è possibile comunicare anche con chi non utilizza l'app.

ms send01
ms send02

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 7)

Se potessimo decidere io e te.... Il problema è che i miei colleghi e molti miei clienti usano tutti outlook
2-10-2015 08:40

Caro vac, non è che copiano la possibilità del nuovo Thunderbird di chattare, dato che Outloock non lo usa più nessuno (salvo gli utonti o i PC bloccati?) :roll: :lol: Nota: Anche Seamonkey (anche adesso) e Mozilla Suite, Netscape Navigator aveva la chat! Nota: Sulla base Mozilla hanno fatto proprio una chat supersicura[/url] e ... Leggi tutto
1-10-2015 17:27

Per la prima volta nella mia vita difendo M$: Con questo sistema chi vuole usare un client "castrato" lo può fare, e io posso continuare ad usare Thunderbird e comunque partecipare alla discussione. => MOooolto megli di WhatHapp. (Naturalmente lo fanno solo perché hanno perso il treno delle chat e dei cellulari mentre sono... Leggi tutto
28-9-2015 22:46

:shock: Esisteva un componente aggiuntivo di Thunderird che faceva L'IDENTICA cosa!!! Adesso non lo trovo più, ma permetteva grazie ad una interfaccia di chattare (proprio una interfaccia di chat) e poi ti ritrovavi in una cartella email tutto i "discorsi" dato che erano vere email. Adesso mi domando se il progettista è... Leggi tutto
28-9-2015 15:00

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale di queste famose "leggi" condividi maggiormente?
Un oggetto cadrà sempre in modo da produrre il maggiore danno possibile.
Qualsiasi cosa vada male, avrà probabilmente l'aria di andare benissimo.
Per ottenere un prestito bisogna provare di non averne bisogno.
L'altra coda va sempre più veloce.
A qualunque cosa si stia lavorando, non appena si mette via uno strumento, certi di aver finito di usarlo, immediatamente se ne avrà bisogno.
Si troverà sempre una qualsiasi cosa nell'ultimo posto in cui la si cerca.
Le probabilità che un giovane maschio incontri una giovane femmina attraente e disponibile aumentano in proporzione geometrica quando è in compagnia della fidanzata, della moglie o di un amico più ricco.
Prima o poi la peggiore combinazione possibile di circostanze è destinata a prodursi.
La necessità procura strani compagni di letto.
Per quanto uno cerchi e si informi prima di comprare un qualsiasi articolo, lo troverà a minor prezzo da un'altra parte non appena l'avrà acquistato.

Mostra i risultati (2501 voti)
Dicembre 2019
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Tutti gli Arretrati


web metrics