Il Ministero della Difesa sceglie LibreOffice

Oltre 150.000 PC adotteranno la suite open source per la produttività.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-09-2015]

difesa libreoffice

Sin dal 2012, con il Decreto Legge n. 83, l'Italia ha espresso la propria preferenza per l'open source.

Da allora la Pubblica Amministrazione, quando si tratta di prendere decisioni che riguardano il sistema informatico, deve innanzitutto considerare le soluzioni offerte dai software a sorgente aperto e soltanto qualora sia impossibile ricorrervi (per motivi tecnici o economici) potrà scegliere alternative proprietarie.

Ora l'associazione LibreItalia, nata per promuovere l'utilizzo della suite open source LibreOffice, annuncia che il Ministero della Difesa ha firmato un accordo per l'adozione proprio di LibreOffice, di cui è da poco uscita la versione 5.

LibreItalia assisterà il Ministero nel processo di adozione della suite, operazione che prevede anche la realizzazione di contenuti didattici per dei corsi di formazione online su LibreOffice che saranno poi rilasciati sotto licenza Creative Commons.

Il passaggio dalle soluzioni proprietarie al software libero, che coinvolge oltre 150.000 PC ed è la seconda maggior transizione a livello europeo, inizierà nel prossimo mese di ottobre e la sua conclusione è prevista per la fine del 2016.

Sondaggio
Quali sono i benefici maggiori che deriverebbero da una politica e una pubblica amministrazione più aperta e trasparente ai cittadini?
I giornalisti potrebbero informarsi più facilmente sulle attività di politici e amministratori e l'informazione al pubblico sarebbe più ampia e dettagliata.
Politici e amministratori renderebbero maggiormente conto ai cittadini del loro operato.
La qualità dei servizi in generale migliorerebbe.
L'opinione pubblica avrebbe più peso nelle decisioni amministrative e politiche.
In generale i nostri rappresentanti avrebbero elementi per prendere decisioni più appropriate.

Mostra i risultati (864 voti)
Leggi i commenti (2)

Da segnalare, come ricorda LibreItalia, che la Difesa è «la prima pubblica amministrazione a livello centrale che si accinge a migrare al software open source per la produttività», mentre in questi tre anni trascorsi dal Decreto qualcosa s'è già mosso a livello di amministrazioni locali (Regioni, Province e Comuni).

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Arriva LibreOffice 7.1 Community ma è importante non usarlo in azienda
Il Ministero della Difesa si affida a Windows 10
Arriva LibreOffice 5.0, più efficiente e leggero

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 10)

i 150000 pc rimangono cambia solo il software. Perchè cosa se ne è fatto lo stato italiano di migliaia di licenza di windows xp e office 2003 ora obsolete??
27-9-2015 21:21

{Sonic}
Nessuno si chiede cosa se ne fa un ministero italiano di 150.000 PC? Con relative licenze, finora M$? Comperati e mantenuti con i nostri soldi? Caro Gladiator, sembra sì l'italia, quella peggiore, quella che ha impoverito gli italiani, cioè quella pubblica.
20-9-2015 19:21

{Dario}
"(per motivi tecnici o economici)". ?!? I motivi tecnici li posso capire: mafia capitale insegna. Ma quelli economici? Questo è veramente oltre qaulunque logica, anche la più truffaldina, delle amministrazioni italiane.
19-9-2015 16:31

Questa è una bella notizia... non sembra neanche Italia...
19-9-2015 14:30

{Luxiter}
Altra ottima notizia ma voglio precisare che il ministero della salute è stato il primo ad adottare libreoffice e la migrazione finirà a breve al massimo i primi mesi del 2016 comprese tutte le sedi periferiche
19-9-2015 08:36

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
''Chi sbarca in Italia va via per non morire, va via perché c'hanno una guerra, un maremoto... come fai a fermarli? Bisogna creare delle strutture intelligenti, inserirli piano piano a fare delle cose perché sono gente straordinaria. E' un processo di cui non se ne può fare a meno. Arrivano, arrivano a riprendersi un pochino di quello che gli abbiamo tolto in 200 anni''. Chi è?
(Vedi poi la soluzione)
Uno che non considera prioritario lo Ius Soli per dare diritti di cittadinanza ai figli della "gente straordinaria" che arriva in Italia.
Uno che non vuole abolire il reato di clandestinità per non portare il suo partito a percentuali da prefisso telefonico.
Uno che ordina ai suoi parlamentari un voto contrario alla legge che ha abolito in Italia il reato penale di clandestinità.
Uno che ha messo come requisito indispensabile per l'appartenenza al suo partito politico la cittadinanza italiana.
Uno che da normale cittadino diceva pacatamente cose di buon senso ma una volta entrato nei meccanismi del potere è costretto a dire e fare minchiate per tenere insieme milioni di ignoranti e razzisti che toglierebbero il voto a proposte pacate e di buon senso.
Tutti quelli nominati finora.

Mostra i risultati (1314 voti)
Settembre 2021
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 26 settembre


web metrics