Viaggio nelle fabbriche dei ''Mi piace'' di Facebook

Facebook tratta questo legame come se fosse amore; il marketer intelligente lo tratta come se fosse prostituzione.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-04-2016]

like

Il "Mi piace" viene considerato comunemente un indicatore oggettivo di popolarità: tanti "Mi piace" significano che il personaggio, il prodotto, il brano musicale al quale sono associati è davvero gradito a tanti.

Ma molti non sanno che esiste il fenomeno delle Like factory, le "fabbriche di Mi piace": grandi gruppi di persone pagate per cliccare "Mi piace" su qualunque cosa. È uscito pochi giorni fa un corto di Garrett Bradley, intitolato Like e visibile su The Intercept, che getta luce su quest'industria sommersa il cui giro d'affari è stimato intorno a 200 milioni di dollari l'anno. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Se il telefonino generalmente personale, spesso il tablet condiviso in casa. E' cos?
Ho un tablet e lo uso solo io.
Ho un tablet e lo condivido con i miei familiari.
Non ho un tablet ma utilizzo quello di un mio familiare.
Non ho un tablet.

Mostra i risultati (1917 voti)
Leggi i commenti (24)
Nel 2013, racconta Like, Facebook ha gestito circa 4,5 miliardi di "Mi piace" al giorno, e nel 2014 oltre il 90% dei 12,5 miliardi di dollari di ricavi di Facebook è arrivato dalla pubblicità. Le cifre in gioco, insomma, sono enormi, e per farsi notare servono "Mi piace". C'è chi li coltiva creando contenuti interessanti, e chi li compra all'ingrosso.

Dall'indagine di Like emerge che gli abitanti di Dhaka, in Bangladesh, da soli generano circa il 30-40% dei "Mi piace" pagati, e che per 50 dollari un cliente può ricevere 1000 o più "Mi piace", tutti fatti da persone in carne e ossa. Questo mercato in Bangladesh è legale e quindi non ha motivo di nascondersi, e anche se dal 2012 Facebook ha iniziato a chiudere gli account sospettati di pagare per i "Mi piace" è banale per un lavoratore di queste "fabbriche" crearsi un account nuovo.

È particolarmente azzeccata la descrizione del servizio data da una delle persone intervistate: "Facebook tratta questo legame come se fosse amore; il marketer intelligente lo tratta come se fosse prostituzione. Pagami e ti do l'amore - o il Mi piace". Pensateci, prima di avvilirvi perché un vostro conoscente, concorrente o prodotto rivale ha tanti "Mi piace".

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (4)

Ed proprio su questo che conta il manovratore...
7-4-2016 18:44

appunto, quindi non c' di che stupirsi. Tutto diventa mercato, specie quello che su internet non pu essere controllato. Vedi pure le recensioni positive o anche negative di servizi o prodotti in vendita sul web... sempre complicato capire se sono vere o false. E' che la gente si abitua a queste cose e non pensa pi al fatto che ci... Leggi tutto
6-4-2016 22:47

Infatti alle elezioni politiche si chiama voto di scambio... ma in paesi seri reato. :umpf:
4-4-2016 18:45

Davvero demoralizzante, ma del resto queste pratiche sono sempre esistite ad ogni livello, dai "camp" di secondlife ai televoti via sms premium.... addirittura anche nelle votazioni politiche....
4-4-2016 00:08

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai una stampante?
S, laser.
S, a getto d'inchiostro.
Avevo una stampante ma ora non ne ho pi bisogno.
Mai avuto una stampante.

Mostra i risultati (2831 voti)
Agosto 2022
WhatsApp, arriva il blocco degli screenshot
Le chiavi dell'auto? Al sicuro nel microonde
Intel, 5 miliardi per costruire uno stabilimento in Italia
E Spot prese il fucile
Gmail, la nuova interfaccia adesso è per tutti
Luglio 2022
Istruzioni per il voto: la busta
Il Tribunale di Milano ordina a Cloudflare di censurare tre siti
Microsoft, un nuovo Windows ogni tre anni
TIM: 9.000 esuberi e un ultimatum al Governo
L'algoritmo che predice i crimini con una settimana d'anticipo
Alexa fa parlare i morti
Giugno 2022
Tesla e la batteria che dura 100 anni
Cosa succede alle password se cambio o perdo il mio dispositivo?
Il sistema operativo open source che ridà vita ai vecchi smartphone
Adobe, prove di Photoshop gratuito per tutti
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 17 agosto


web metrics