La giornata internazionale contro i DRM

Un giorno di eventi in tutto il mondo per protestare contro i limiti imposti artificialmente dal software proprietario.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 04-05-2016]

nodrm

Sebbene se ne parli sempre meno, il DRM è una realtà sempre più diffusa all'interno dei dispositivi che utilizziamo quotidianamente.

DRM sta per Digital Rights Management, ossia letteralmente Gestione dei Diritti Digitali. In altre parole, si tratta di tutti quegli accorgimenti hardware e software che i titolari dei diritti d'autore inseriscono sia nei dispositivi sia nei prodotti che acquistiamo per limitarne l'uso.

Esistono diverse forme di DRM. Per esempio: il Blu-ray appena acquistato non può essere copiato per via delle protezione, rendendo così impossibile fare una copia di backup? È una delle forme del DRM: le protezioni anticopia costringono gli utenti a comprare nuovamente un disco rovinato, dato che non è possibile copiarlo (almeno in teoria).

O ancora: il lettore multimediale si rifiuta di leggere certi dischi o certi file? Forse è colpa del DRM, che gli impone di riprodurre soltanto i contenuti che hanno un certo watermark.

Oppure: Amazon ha cancellato un libro regolarmente acquistato dal Kindle? Il DRM glielo consente.

Comportamenti come questi sono quelli che hanno spinto la Free Software Foundation (FSF) a lanciare lo slogan Defective By Design (Difettoso sin dal progetto): un prodotto che limita la libertà di chi lo acquista, impedendo di compiere certe azioni, è difettoso sin dalla sua concezione. Ciò è palesemente un male per tutti gli utenti, e da anni la FSF indice proteste volte all'eliminazione del DRM.

Una di queste è la Giornata Internazionale contro il DRM: l'evento, giunto quest'anno alla decima edizione, è celebrato in tutto il mondo con incontri e iniziative.

Sondaggio
Come vedi il futuro dell'umanità, in ambito scientifico?
Il futuro è nella condivisione delle conoscenze. L'arroganza delle multinazionali nei confronti della proprietà intellettuale è solo il canto del cigno: infatti grazie alle tecnologie il sapere non potrà più essere detenuto da pochi potenti.
Per tutelare ricerche che richiedono investimenti cospicui, la proprietà intellettuale è uno strumento equo e ragionevole. Lo strapotere attuale della grande industria va solo limitato nel tempo ed emendato dagli aspetti più truci.
Lo scenario più probabile è un doppio binario tra scienza proprietaria e open source. La prima coprirà i settori che richiedono investimenti a lungo termine, la seconda quelli in cui la cooperazione raggiunge i risultati migliori.
Il potere si concentra dove c'è il denaro. Volenti, o nolenti, i big dell'economia mondiale si accaparreranno tutte le fonti di conoscenza, e sapranno farle fruttare a dovere, per il bene dell'umanità.

Mostra i risultati (1538 voti)
Leggi i commenti (6)

In Italia è stato organizzato per il 5 maggio il No DRM Day, che segue la medesima filosofia. L'evento principale sarà a Milano, presso Lo Spazio Pubblico Autogestito Leoncavallo.

«DRM è software proprietario che impone restrizioni artificiali a ciò che puoi fare con i tuoi contenuti. È quello che ti impedisce di condividere una canzone, salvare uno streaming video o giocare a un videogioco da utente singolo non in rete. Limita la tua libertà di usare e condividere i contenuti, rendendo di fatto i contenuti Defective by Design» dice la FSF.

«La risposta a tutto ciò è il software libero, ci piacerebbe poterlo dire con un bel po' di bit, pixel, musica e tanta bella gente!» continua il comunicato ufficiale per l'evento del 5 maggio, che mira a sensibilizzare gli utenti su un problema che riguarda non solo le libertà di utilizzo dei contenuti digitali, ma anche la libertà di non essere spiati dai propri dispositivi: «La maggior parte delle tecnologie DRM sorvegliano ciò che fai con il tuo computer, a volte anche inviando dati ai proprietari» ricorda la FSF.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
70 Gbyte di musica libera e gratuita, esente SIAE
Che bella idea, il DRM sulle immagini JPEG
Gene Simmons: ''Pirati nei campi di lavoro come i nazisti''
Senza DRM i brani musicali venderebbero il 10% in più
Il Kindle mi ha mangiato i compiti!

Commenti all'articolo (5)

Quoto in pieno! Leggi tutto
8-5-2016 10:48

Alcuni editori hanno il braccino lungo quanto il comprendonio. Da portare ad esempio invece la soluzione di alcuni produttori di software, che permettono di istallare con licenza su massimo X computer. Dopo di che alle successive installazioni, alle verifiche e quant'altro, se si supera il numero canonico è possibile interagire col... Leggi tutto
5-5-2016 10:58

Sacrosanto Leggi tutto
5-5-2016 09:54

Un volta comprai un dizionario della Zanichelli, con annesso un CD per la fruizione dei contenuti al PC. Siccome volevo poter usare il CD sia a casa sia in ufficio, per evitare di far fare avanti e indietro tutti i giorni al CD originale, decisi di fare una copia del CD da tenere in ufficio. Ovviamente non potei, il CD era protetto dalla... Leggi tutto
5-5-2016 05:49

L'unico risultato ottenuto dai DRM e' di rendere piu' difficile la vita degli utenti onesti, quelli che comprano. Per chi scarica illegalmente, invece, e' tutto piu' semplice. Di fatto i DRM spingono le persone verso la pirateria.
4-5-2016 12:06

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
La cosiddetta green economy genera nuova ricchezza e aumenta sempre di più. Secondo te:
E' un sintomo di vera innovazione.
Significa che bisogna ripensare il concetto di sviluppo.
Lo sviluppo economico non può fare a meno dello sfruttamento ambientale.
E' la prova che economia e ambiente possono andare di pari passo.
E' solo una speculazione temporanea.

Mostra i risultati (3949 voti)
Settembre 2021
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 25 settembre


web metrics