La cura al diabete di tipo 2 arriva dai topi

Funziona, ma gli scienziati che l'hanno scoperta non sanno ancora perché.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 05-06-2016]

diabete topi

Se avremo una cura per il diabete mellito di tipo 2 lo dovremo ai topi o, meglio, alle ricerche condotte su di essi da un gruppo di scienziati dell'Università di Washington.

Gli studi condotti sui roditori hanno permesso infatti di scoprire che con un'iniezione di una particolare proteina naturalmente presente nei topi (e anche negli esseri umani), il Fattore di crescita 1 dei fibroblasti (FGF1), direttamente nel cervello si possono eliminare i sintomi del diabete per mesi.

I ricercatori stessi affermano di non aver ancora ben compreso il meccanismo esatto che produce questo risultano, ma sanno che il FGF1 agisce sulle reti neurali che controllano la quantità di zucchero nel sangue.

Le iniezioni di FGF1 nel cervello fanno dunque sì che queste cellule si attivino, causando una diminuzione del livello di glucosio ma senza utilizzare i modi più ovvi (come la riduzione dell'appetito). È proprio su questo punto che i ricercatori sono perplessi: vedono che il sistema funziona ma non sanno esattamente perché.

FGF1 era già stato utilizzato, somministrato a dei topi con iniezioni intravenose, proprio per ridurre il livello di glucosio nel sangue e una certa sua efficacia era stata provata.

La novità apportata dagli scienziati dell'Università di Washington sta nell'aver utilizzato un decimo del quantitativo di FGF1 usato per le iniezioni intravenose e nell'aver iniettato quella quantità direttamente nel cervello dei roditori.

A una settimana dalla somministrazione, il livello di zucchero s'era normalizzato senza che fosse stato necessario intervenire in altro modo o variare la dieta degli animali, i quali avevano effettivamente e spontaneamente ridotto lievemente la quantità di cibo ingerita ma solo durante la prima settimana della sperimentazione.

Sondaggio
Quali sono i principali ostacoli che ti frenano nell'acquisto di prodotti per una smart home?
Non ne capisco molto di prodotti per la domotica.
Semplicemente non sono interessato a comprare prodotti per la domotica.
Non vedo molti benefici dai prodotti per la domotica.
I prodotti per la domotica sono troppo costosi.
Non ho mai visto un prodotto per la domotica in negozio.
Non ho mai visto un prodotto per la domotica online.

Mostra i risultati (1078 voti)
Leggi i commenti (17)

Durante i quattro mesi successivi, ossia per l'intera durata delle osservazioni, l'effetto s'è mantenuto costante sebbene i roditori fossero tornati a una dieta normale.

Analizzando i roditori, i ricercatori hanno scoperto che la normalizzazione del livello di glucosio non era dovuta a un aumento della produzione di insulina. Invece, i responsabili erano il fegato e i muscoli scheletrici.

Il fegato era infatti diventato più efficiente nello scindere il glucosio; allo stesso tempo aveva migliorato la propria capacità di immagazzinarlo, così come avevano fatto i muscoli scheletrici. È la prima volta che viene individuato questo metodo di gestire l'eccesso di glucosio, e tuttora non è chiaro in che modo FGF1 abbia innescato la sua attivazione.

Infine, è stato scoperto che la somministrazione di FGF1 è efficace in quasi tutti i casi di diabete mellito di tipo 2, ma non in quelli molto gravi, in cui i recettori dell'insulina non funzionano più: i ricercatori sospettano quindi che vi sia un legame tra la funzionalità di detti ricettori e l'effetto che il Fattore di Crescita ha sul cervello.

Com'è evidente, ulteriori studi serviranno per venire a capo di tutti i dettagli di questa scoperta. Tuttavia gli scienziati sono ottimisti e sperano di riuscire ad arrivare a una cura adatta agli esseri umani ora che sanno che il segreto non è nel sangue o nel pancreas o in altri organi, ma nel cervello.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
L'apparecchio che aiuta a perdere peso sigillando le mascelle
Il sensore che manda in pensione il glucometro pungidito
Il telefonino per misurare la glicemia
L'apnea da email che causa l'obesità

Commenti all'articolo (1)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Compreresti un drone?
Ne ho gi uno.
S, assolutamente!
Forse s, ma aspetto che scendano un po' i prezzi.
No, che cosa me ne farei?
No, non ho soldi da buttare per un apparecchio inutile.
No, non voglio contribuire a riempire il cielo di schifezze.

Mostra i risultati (2702 voti)
Settembre 2021
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Windows 365 è già disponibile e costa meno di 30 euro al mese
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 18 settembre


web metrics