Meglio Telegram, Signal o WhatsApp?



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-07-2016]

signal app 2016

L'illusione della sicurezza è uno dei maggiori pericoli per la sicurezza (non solo in informatica). La recente introduzione della crittografia in app molto popolari come WhatsApp e Viber è stata interpretata da molti come una protezione assoluta, ma non lo è: conviene conoscerne i limiti in modo da capire con precisione cosa comportano.

The Intercept ha pubblicato un ottimo articolo che fa il punto della situazione sulle principali app di messaggistica che offrono cifratura, e  anche Gizmodo ha messo online una serie di mini-recensioni. Riassumo entrambi e faccio un'allerta spoiler: si salva solo Signal.

WhatsApp. Facebook, proprietaria di WhatsApp, non può leggere i contenuti dei messaggi e delle altre comunicazioni che transitano dall'app, ma sa chi ha comunicato con chi e quando lo ha fatto e si riserva il diritto di registrare queste informazioni (i cosiddetti metadati), insieme alle rubriche telefoniche degli utenti, e di passarle ai governi e quindi agli inquirenti. In altre parole, se avete mai Whatsappato con qualcuno che finisce nei guai con la giustizia, non potete far finta di non conoscerlo contando sulla segretezza delle comunicazioni di WhatsApp. Inoltre una copia dei messaggi viene conservata sul telefonino del mittente e dei destinatari, e chi ha attivato il backup dei dati del telefonino su cloud ha depositato su Google o su iCloud un'altra copia delle comunicazioni fatte con WhatsApp. L'app consente di disattivare quest'opzione, ma spetta all'utente sapere che esiste e intervenire per disattivarla.

Signal. È open source (quindi liberamente ispezionabile nel funzionamento), disponibile per iOS e Android, privo di legami commerciali (è sostenuto dalle donazioni degli utenti e non ha pubblicità), offre cifratura completa (end-to-end), non raccoglie metadati (a parte l'orario dell'ultima connessione dell'utente al server, che comunque viene arrotondato al giorno). La rubrica dei contatti viene letta da Signal, ma viene cifrata prima di mandarla ai server di Signal in modo che i dati della rubrica non siano collezionabili (viene usata una funzione di hashing). Le conversazioni non vengono archiviate su cloud Google/Apple. Unico limite: lo usano pochissimi utenti (qualche milione contro i 900 e passa di WhatsApp), per cui o convincete il vostro interlocutore a installarlo, oppure potrete solo mandargli SMS non protetti (l'app indica chiaramente quale tipo di messaggio verrà inviato).

Sondaggio
Quale di questi consigli ritieni più importante per una vacanza all'insegna della sicurezza?
Aggiornare il sistema operativo, i programmi installati e le applicazioni, eliminando così eventuali falle di sicurezza già scoperte.
Evitare di usare WLAN pubbliche (in hotel, Internet Café, aeroporto...): solitamente sono protette in maniera inadeguata e i dati possono essere spiati. Meglio utilizzare una connessione mobile UMTS.
Evitare di fare online banking in vacanza e non scaricare o salvare dati personali e sensibili su Pc pubblici.
Creare un indirizzo ad hoc per inviare cartoline elettroniche via email, da disattivare al rientro qualora venisse compromesso.
Impostare una password all'accensione su smartphone e tablet e un PIN per lo sblocco della tastiera.
Fare il backup del notebook o del netbook che si porta in vacanza, crittografando i dati per limitare i danni in caso di furto.

Mostra i risultati (1702 voti)
Leggi i commenti (10)

Telegram. Quest'app viene spesso citata come se fosse sicura, ma i fatti sono un po' diversi. Per impostazione predefinita, i messaggi vengono conservati sui server di Telegram in forma non cifrata. Se usate la modalità privata potete attivare la cifratura, che però è considerata debole e difettosa.

Allo/Duo. The Intercept segnala che Google sta per lanciare un'app di messaggistica, chiamata Allo, e sottolinea che la sua impostazione predefinita sarà che Google può leggere tutto. La crittografia si attiva soltanto se scegliete la modalità privata, che però limita alcune funzioni. Google motiva questa scelta con il fatto che Allo userà il testo dei messaggi per fornire all'utente servizi basati sul contesto. Sempre da Google è in arrivo Duo, app di videochiamata, che sarà cifrata automaticamente e da un capo all'altro della conversazione (end-to-end): non si sa se raccoglierà metadati.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
Allarme WhatsApp, messaggi intercettabili? Un momento
UE, Francia e Germania vogliono la backdoor di Stato
Hacker compromettono la sicurezza di Telegram

Commenti all'articolo (5)

Quoto! Leggi tutto
24-7-2016 17:04

nemmeno quelli di signal sono dei santi: usano Google Cloud Messaging nella loro app e per quelli che l'hanno ricompilata senza le librerie di google, li hanno esclusi dai loro server senza possibilità di federarsi. Tutti i dettagli in questa discussione: link[/url] la soluzioni veramente libera e sicura?... Leggi tutto
23-7-2016 10:59

ci preoccupiamo della cifratura delle conversazioni di whatsapp & co ma esponiamo le nostre vite per intero su facebook & co... siamo proprio malati di mente
23-7-2016 09:31

Immagino tu abbia anche abolito l'email per inviare solo lettere via posta tradizionale ;)
22-7-2016 17:56

Nessuno. Meglio gli SMS. Rompono. All'epoca degli SMS ti scriveveno solo per cose importanti (perche' costava 10 cent), adesso si scrive per ogni cavolata. Costano di piu'. Per usare questi servizi serve una tariffa dati flat. Considerando solo i messaggi importanti, mi costa di piu' WhatsApp che gli SMS. Scaricano la batteria. Prima... Leggi tutto
22-7-2016 17:10

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Cosa fai se non usi un'applicazione da molto tempo?
La lascio nel dispositivo, potrei averne bisogno un giorno
La eliminano. Quando ne avrò bisogno, la scaricherò di nuovo

Mostra i risultati (1140 voti)
Dicembre 2019
Aggiornare gratis a Windows 10 si può ancora, ecco come
Scovare il Product Key di Windows usando solo il sistema operativo
Novembre 2019
WhatsApp, arrivano i messaggi che si autodistruggono
Skimmer virtuali sempre più diffusi, a rischio i dati delle carte di credito
Il pickup elettrico di Tesla debutta con una figuraccia
Falla nell'app fotocamera di Android, milioni di smartphone a rischio
Windows 10, iniziano gli aggiornamenti forzati
Facebook attiva di nascosto la fotocamera dell'iPhone
Apple, deciso in una riunione segreta il dispositivo che sostituirà l'iPhone
Bug in Firefox, truffatori già all'opera
Quattordicenne risolve il problema dei punti ciechi nelle auto
Ottobre 2019
Il grande database della cacca cerca volontari
Google, i domini .new diventano scorciatoie
Wind Tre, con l'anno nuovo aumentano le bollette
Omessa custodia del cellulare, sanzionata l'insegnante del post anti-Arma
Tutti gli Arretrati


web metrics