Chrome dichiara guerra a Http

Tutti i siti che non usano Https saranno indicati come non sicuri.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 13-09-2016]

https

A partire dalla versione 56, il cui rilascio è previsto per gennaio, Chrome indicherà come «Non sicuro» ogni sito che non usi Https.

La novità è stata annunciata sul blog ufficiale di Google dedicato alla sicurezza. La "marchiatura" dei siti Http procederà per gradi: inizialmente sarà limitata alla trasmissione senza crittografia di password e altri dati sensibili. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Autorizzi il browser a ottenere la cronologia dei siti Internet che hai visitato?
Ho disabilitato questa opzione
Sì, ma cancello la cronologia regolarmente
Sì, è comodo, così non devo digitare l'intero indirizzo
Non so

Mostra i risultati (2054 voti)
Leggi i commenti (17)
«A partire da gennaio 2017 (Chrome 56), indicheremo i siti Http che trasmettono le password o le carte di credito come non sicuri» - scrive Google - «quale parte del piano a lungo termine per indicare tutti i siti Http come non sicuri».

L'obiettivo è quindi spingere tutti i siti a passare a Https, facendo leva sulla diffusione di Chrome e spingendo gli utenti a considerare pericolosi tutti quei siti che non adoperano la crittografia nella trasmissione dei dati.

chrome https

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Https e OpenVpn sotto attacco
11 milioni di siti HTTPS a rischio
Errore 451, il codice Http ufficiale per i siti censurati

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

e aggiungo: per i sysAdmin che ancora non lo conoscessero: link[/url] per testare i certificati e il relativo ambiente in cui sono installati. esempio: [url]https://www.ssllabs.com/ssltest/analyze.html?d=www.zeusnews.it [che riceve una "A", quindi molto bene]
16-9-2016 12:27

grazie, da far conoscere ingiro Leggi tutto
14-9-2016 15:11

Io non amo l'https sui dispositivi mobili per via della lentezza che ne corrisponde, soprattutto se già si fa uso di una vpn, ma l'https permette di verificare il contenuto delle pagine e del materiale fornito. Da utente posso dire che se un contenuto (un programma o delle istruzioni) di un sito fidato è su https lo posso considerare... Leggi tutto
14-9-2016 09:53

{assurbani pal}
Correggo: Quoto amldc e Ivan e ringrazio jack.mauro e ilcoro.
13-9-2016 21:51

{assurbani pal}
"L'obiettivo è quindi spingere tutti i siti a passare a Https". Questo è Potere. E chi lo ha lo esercita per il gusto di vedere le folle agitarsi a comando. Straordinario. Quoto amldc e ringrazio Ivan e ilcoro.
13-9-2016 21:49

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è il motivo principale che ti può far desistere (oppure no) dal compiere un acquisto online?
La scarsa accessibilità del sito di ecommerce.
I tempi di consegna non certi.
La scomodità di dover rimanere a casa o di dover concordare la consegna con il corriere.
La possibilità che il pacco vada perso, se la spedizione non è tracciata.
La poca fiducia riposta nel negozio online.
Il prezzo maggiore del prodotto.
Le spese di spedizione elevate.
Il sovrapprezzo applicato per la spedizione contrassegno.
La scomodità di dover rispedire il pacco qualora la merce ricevuta sia danneggiata o difettosa.
La maggior difficoltà a far valere le condizioni di garanzia.
L'impossibilità di trattare sul prezzo o di chiedere uno sconto.
La poca fiducia riposta nei sistemi di pagamento online disponibili.

Mostra i risultati (2257 voti)
Agosto 2020
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Tutti gli Arretrati


web metrics