Germania: ''Tesla non usi il termine autopilota''

La replica: strano che la richiesta arrivi dal Paese delle Autobahn.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 18-10-2016]

tesla autopilot germania

Quando s'è decisa a creare un'auto che si guida da sola, Tesla ha pensato di chiamare la tecnologia sviluppata a questo scopo Autopilot, ossia Pilota Automatico.

Si tratta per molti versi di un'esagerazione, nel senso che non si tratta di un sistema in grado di pilotare il veicolo automaticamente. Tuttavia ciò dovrebbe essere di immediata comprensione: chi guida una Tesla senz'altro sa che non può pretendere di lasciare i comandi ad Autopilot e poi di poterlo anche andare a raccontare.

Ciononostante, la Germania è preoccupata. Teme che i clienti di Tesla siano tratti in inganno dal termine Autopilot, considerato «fuorviante».

«Allo scopo di prevenire incomprensioni e attese sbagliate da parte degli acquirenti» - ha scritto il Ministro dei Trasporti, Alexander Dobrindt, a Tesla - «chiediamo che il termine fuorviante "autopilot" non venga più utilizzando nelle pubblicità del sistema».

È già da qualche tempo che sulle case automobilistiche impegnate nella realizzazione di veicoli autonomi viene fatta pressione affinché evitino di adoperare termini come «che si guida da sola», «pilota automatico» e anche «autonomo», ma è la prima volta che un governo si espone così chiaramente.

Anzi, il ministro Dobrindt è così preoccupato che ha deciso di inviare una lettera a tutti i tedeschi che possiedono una Tesla.

«L'Autopilot è semplicemente un programma di assistenza alla guida, e non un veicolo altamente automatizzato che possa operare senza la costante attenzione del guidatore».

Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior svantaggio? (vedi anche i vantaggi)
L'auto di Google è veramente brutta! Più che un auto è un'ovovia.
Ci toglierà il piacere di guidare e la nostra vita sarà un po' più triste.
Avrà un costo non sostenibile per la maggior parte degli utenti.
Ci sarà maggior traffico: con un'auto senza pilota il trasporto privato verrebbe incentivato rispetto al trasporto pubblico.
Il Gps incorporato potrebbe non essere efficiente, costringendoci a fare percorsi più lunghi o più lenti o addirittura non portandoci mai a destinazione.
Ho timori soprattutto per la privacy: le auto di Google potranno collezionare dati su come mi sposto e quando.
In caso di incidente con nessuno al volante, non è chiaro di chi sarà la responsabilità civile. E a chi tocca pagare l'assicurazione? All'utente o a Google? O allo Stato?
Sarà esposta ad attacchi hacker o terroristici: di fatto avremo minore sicurezza sulle strade.
Se il sistema prevede un urto inevitabile, potrebbe trovarsi di fronte a scelte etiche insormontabili. Uccidere un anziano o un bambino? Due uomini o un bambino? Un uomo o una donna? Uscire di strada o urtare altri veicoli o pedoni? Andare addosso a un SUV o a un'utilitaria?
Rispetto alle auto tradizionali impiegheranno troppo tempo ad arrivare a destinazione, non potendo superare i limiti di velocità o fare manovre azzardate.
I tassisti non esisteranno più: già immagino le loro legittime proteste.

Mostra i risultati (1822 voti)
Leggi i commenti (21)

Sulla faccenda, Tesla è perplessa. Attraverso un portavoce ha fatto sapere che non credeva che qualcuno potesse scambiare il suo "pilota automatico" per un sistema in grado di funzionare senza supervisione umana, dato che tutti sanno che il pilota automatico più conosciuto al grande pubblico, quello degli aerei, è un sistema che assiste il pilota, non che lo sostituisce.

«Il pilota automatico di Tesla» - ha spiegato l'azienda - «opera in collaborazione con il guidatore umano per rendere la guida più sicura e meno stressante. È questa l'accezione in cui il termine è stato usato per decenni nell'industria aeronautica: indica un sistema di supporto che opera sotto la supervisione diretta di un pilota umano. Abbiamo sempre spiegato chiaramente ai nostri clienti che l'Autopilot è un sistema di assistenza al guidatore che richiede che il pilota mantenga sempre alta l'attenzione, esattamente come i sistemi di assistenza di altri produttori».

Le preoccupazioni del Ministro dei Trasporti devono comunque aver divertito Tesla, che in un comunicato ha fatto sapere di «aver una gran fiducia negli utenti tedeschi» i quali, a quanto ne sa, non si sono mai lasciati ingannare dalla dicitura "pilota automatico". Tuttavia, l'azienda sostiene anche che sarebbe «felice di condurre un sondaggio» per verificare se qualcuno degli acquirenti delle sue auto abbia mai frainteso il significato del termine Autopilot.

L'azienda di Elon Musk non s'è nemmeno lasciata sfuggire l'occasione per lanciare una frecciatina. «Tutto ciò ci sembra particolarmente ironico, considerata l'esistenza delle famose Autobahn tedesche (le autostrade, n.d.R). Forse credono che i tedeschi fraintendano anche quel termine?».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Elon Musk: l'auto che si guida da sola arriverà entro la fine dell'anno
L'auto che si guida da sola di nVidia
La soluzione di Tesla e il ruolo degli ''hacker''
Il pilota automatico di Tesla
''Hackeraggio'' cinese di Tesla, nuovi dettagli (e soluzioni)
Tesla ''hackerate da remoto''? Non proprio
Tesla, l'auto prende fuoco durante un test
Elon Musk: La Tesla Model S può anche navigare

Commenti all'articolo (3)

{Carlo}
Veramente il termine auto nella parola autostrada o autobahn significa automobile (via per le auto, e auto in automobile significa che va automaticamente solo nel senso che va a motore, e non a pedali o a cavalli come le carrozze esistenti nell'epoca in cui son nate le prime automobili ed è stato coniato il nome) mentre con... Leggi tutto
19-10-2016 20:27

{parkino}
I tedeschi, all'opposto degli italiani, guardano più la sostanza che la forma. E nella sostanza la Tesla dà una informazione non veritiera. Come nell'articolo, nel contratto chilometrico che l'utente è costretto a firmare, c'è l'ipocritissima affermazione che il conducente ha la... Leggi tutto
19-10-2016 16:29

Veramente il pilota automatico degli aerei assume il controllo TOTALE dei velivoli.... solo che non è abbastanza affidabile da farlo nei momenti salienti (decollo e atterraggio), ma solo quando l'aereo è a 10 km di altezza, in mezzo al nulla, con bel tempo, in volo rettilineo e stazionario.
19-10-2016 09:48

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Secondo te in quale settore si faranno sentire maggiormente gli effetti positivi dell'Agenda Digitale?
La comunicazione
La scuola
L'accesso alle informazioni e ai contenuti culturali
La modalità di interazione con la Pubblica Amministrazione
Il Servizio Sanitario
La qualità dell'ambiente e dell'aria
La qualità della vita
Il costo della vita
La vivibilità delle grandi metropoli con la creazione di Smart City
La trasparenza
Risparmi per lo Stato e per il cittadino
Riduzione del digital divide
L'Agenda... de che?

Mostra i risultati (1052 voti)
Settembre 2019
Falla nelle SIM, vulnerabili 1 miliardo di telefoni
La Francia non vuole Libra in Europa
Il bug di Windows 10 che tinge di rosso gli screenshot
Antibufala: le foto di raggi spaziali che causano incendi nei boschi
Lo smartphone etico attento alle persone e al pianeta
Storie di hacker, campeggi e libertà
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
5 consigli (più uno) per non farsi lasciare a piedi dal PC
La lotta al ransomware procede silenziosa ma con successo
La maledizione dei connettori USB
Agosto 2019
GIMP è un insulto: sviluppatori ribelli fondano il fork Glimpse
Sextortion, il malware che registra davvero chi guarda video a luci rosse
Misteriosa malattia colpisce i fumatori di sigarette elettroniche
L'analisi del sangue che predice quando moriremo
Bug negli iPhone, ritorna il jailbreaking
Tutti gli Arretrati


web metrics