80 tipi di telecamere IP Sony hanno come password ''admin''

E fanno la spia.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 09-12-2016]

telecamere sony

Circa 80 modelli di telecamere IP Sony IPELA hanno una backdoor: un difetto che consente a un aggressore di prenderne il controllo per usarle per attacchi informatici, per inviare immagini alterate o per spiare l'utente che le ha installate. Il nome utente predefinito è admin e la password predefinita è admin. Un classico, insomma.

La segnalazione arriva dai ricercatori di sicurezza informatica della SEC Consult, che aggiungono che admin:admin non è l'unica coppia nome utente-password predefinita e vulnerabile: c'è anche un account root, di cui però non hanno cercato la password, notando che "è solo questione di tempo prima che qualcuno la trovi".

La SEC Consult ha mantenuto segreta la scoperta ed ha avvisato Sony a metà ottobre scorso; Sony ha rilasciato un aggiornamento del firmware delle proprie telecamere il 28 novembre e la vulnerabilità è stata resa pubblica soltanto il 6 dicembre (tre giorni fa).

Sondaggio
Secondo te, in quale di questi campi la realtà aumentata potrebbe portare più innovazione?
Medicina
Beni culturali
Videogiochi
Entertainment
Architettura
Altro (specificare nei commenti)
Realtà de che?

Mostra i risultati (2754 voti)
Leggi i commenti (19)

A questo punto chiunque abbia una telecamera Sony IPELA deve scaricare subito l'aggiornamento correttivo qui e installarlo, se non vuole essere spiato o attaccato.

Non è la prima volta che vengono scoperti errori grossolani di progettazione come questo nelle telecamere di sorveglianza, ma di solito si tratta di modelli di marche che lavorano al massimo ribasso, come per esempio VStarcam/Eye4 (se ne avete una, qui c'è una pagina per sapere se è vulnerabile). Qui abbiamo Sony che pensa, incredibilmente, che sia accettabile mettere in vendita delle telecamere costosissime che hanno delle chiavi d'accesso universali predefinite e soprattutto incredibilmente banali come admin:admin.

Fonti: Sophos, The Register.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Approfondimenti
Violare le videocamere di sorveglianza Nest è quasi banale

Commenti all'articolo (4)

Quello che non mi sembra molto chiaro dall'articolo, in questo caso, è se le credenziali admin:admin possano essere modificati dall'utente, se è così è l'utente ad essere poco furbo e non Sony. Però, se è necessario un aggiornamento FW per risolvere la vulnerabilità, mi viene da pensare che tali credenziali non siano modificabili... Leggi tutto
17-12-2016 19:25

La pagina https://www.cybereason.com/ip-cameras/ non discrimina per numero di serie ma per le risposte alle tre domande. Ovvero indipendentemente dal numero di serie (si può mettere di fantasia) sono vulnerabili i dispositivi che hanno una delle tre condizioni: -password 888888 -porta 81 -plugin di gestione Mi pare che queste sono sono... Leggi tutto
14-12-2016 16:52

{falsizon}
In effetti la coppia admin:admin è ovunque ed è positiva per i motivi che cita ilmio, ed è compito dell'utente cambiarla. Quello che fa impressione è la possibilità riservata solo ad alcuni di loggarsi come root; questa sì che è una bella fesseria, e credo che non sia casuale. Sony ha... Leggi tutto
10-12-2016 14:24

{ilmio}
Tutti i dispositivi hanno un nome utente/password predefiniti, che poi l'utente deve cambiare; l'alternativa quale sarebbe? Che ogni telecamera abbia una password di default diversa? Quando l'utente la perde cosa fa, butta via la telecamera visto che nemmeno il reset servirebbe a nulla?
10-12-2016 10:44

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale mezzo di trasporto pubblico sostituirà quelli attuali nel giro dei prossimi 50 anni?
Evacuated Tube Transport: l'evoluzione dei treni a levitazione magnetica; questi veicoli sono in grado di raggiungere i 6.500 km/h perché viaggiano all'interno di tunnel in cui è creato il vuoto.
String Transport System: cabine sospese fino a 30 metri dal suolo che corrono su binari di acciaio e cemento a oltre 500 km/h.
Tubular Rails: i treni viaggiano a 240 km/h all'interno di anelli sollevati dal suolo che contengono i motori e le ruote, mentre le carrozze ospitano i binari.
I bus viaggiano al di sopra del traffico automobilistico, il quale scorre sotto di loro, usando piccole rotaie poste ai lati della strada.
Shweeb: monorotaia monoposto sospesa e a pedali che permette di raggiungere i 45 km/h.
SolarBullet: il treno ad alta velocità (354 km/h) alimentato a energia solare attualmente allo studio in Arizona (USA).
Treni elettrici che non necessitano di binari perché viaggiano su strada e ricevono l'energia dal sistema contactless installato al di sotto dell'asfalto.
SARTRE: le automobili viaggiano in convogli gestiti dall'intelligenza artificiale; si uniscono i vantaggi del trasporto pubblico alla flessibilità del trasporto privato.
Startram, il maglev orbitale: gli ultimi 20 chilometri del tracciato (di oltre 1.600 km) puntano verso l'alto per portare in orbita i treni.
Ascensore spaziale: una stazione posta a quasi 100.000 km da terra e collegata al suolo da cavi costituiti da nanotubi di carbonio, per portare in orbita uomini e materiali con costi relativamente contenuti.

Mostra i risultati (2735 voti)
Luglio 2020
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Windows 10 rinnova il menu Start
Arriva Edge, e i computer rallentano
Giugno 2020
Favicon sfruttate per rubare i dati delle carte di credito
Windows 10, dov'è finita l'opzione per rimandare gli aggiornamenti?
Windows 10, l'ultimo aggiornamento riavvia i Pc a forza
La Casa Bianca e il video delle cataste di mattoni
Pornografia, il Parlamento prepara un filtro al web
La foto che paralizza alcuni smartphone Android
Il trucco che elimina la pubblicità da YouTube
L'Italia censura il progetto Gutenberg
Immuni, chiedete e vi sarà dato
Altro che Immuni: il Bluetooth va tenuto spento!
Tutti gli Arretrati


web metrics