Panico: lo Youtuber più popolare del mondo minaccia di chiudere

PewDiePie accusa Youtube.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-12-2016]

YOUTUBER

Felix Kjellberg, noto ai fan come PewDiePie, è uno Youtuber popolarissimo, ma ha minacciato di chiudere il proprio account se avesse raggiunto i 50 milioni di iscritti. La notizia ha avuto una risonanza molto ampia, prendendosi le attenzioni di BBC e Forbes (giusto per citare qualche esempio), non solo per la popolarità del personaggio ma anche per le ragioni della sua minaccia: PewDiePie ha accusato Youtube di sabotaggio contro gli Youtuber grandi e piccoli.

Mentre conducevo la diretta del Disinformatico di ieri alla quale si doveva ricollegare inizialmente questo articolo, la cifra fatidica (un record assoluto per un singolo Youtuber) era stata raggiunta, ma l'account era ancora al suo posto; da allora è cambiato tutto.

PewDiePie, infatti, ha mantenuto la parola, ma solo in senso molto letterale: ha sì cancellato "il suo canale", ma si tratta di un altro suo canale Youtube (Jack septiceye2) molto meno popolare e ha rivelato in un video che la sua minaccia era "uno scherzo... diventato molto più grande di quello che si potesse immaginare", prendendo in giro i media che hanno ripreso e pubblicizzato il suo annuncio senza alcuno scetticismo.

È stata, insomma, una classica trollata. Ma la contestazione di fondo fatta da PewDiePie resta interessante: secondo lo Youtuber, infatti, Youtube ha cambiato i criteri di selezione dei video consigliati, facendo crollare le visualizzazioni dovute ai "consigli" dal 30% a meno dell'1%. Dato che le visualizzazioni gli portano soldi, e anche tanti, la questione è parecchio importante, e PewDiePie ha segnalato la questione sottolineando che il problema non riguarda solo lui ma tutti gli utenti che cercano di guadagnare pubblicando video su Youtube.

Sondaggio
Vuoi scaricare la canzone 'Yesterday' dei Beatles; esistono varie opzioni su Internet. Quale file scarichi tra i seguenti?
Yesterday-Beatles-Song.scr
Beatles_All_songs.zip
Beatles_Yesterday.mp3.exe
Betles-Yesturday.wma

Mostra i risultati (1506 voti)
Leggi i commenti (10)

Secondo i dati di PewDiePie, inoltre, i "consigliati" mostrano ora molti video di clickbait (acchiappaclic senza alcun contenuto reale) e addirittura video pornografici. Anche altri Youtuber hanno notato lo stesso fenomeno, ma YouTube ha detto alla BBC di non aver apportato alcuna modifica ai propri algoritmi di raccomandazione dei video.

Vale la pena di cogliere quest'occasione per conoscere meglio il mercato degli Youtuber: alcuni (pochi) incassano cifre da capogiro, e questo sta portando molti giovani a esibirsi (spesso in modi pericolosi e imbarazzanti) nella speranza di arrivare alla monetizzazione. È una sorta di lotteria, dove pochi vincono e tantissimi pagano: non con i soldi, ma con il proprio tempo e la propria reputazione.

Questi sono gli incassi delle star di Youtube più pagate del 2016 secondo Forbes:

  1. Felix Kjellberg (PewDiePie): 15 milioni di dollari
  2. Roman Atwood: 8 milioni di dollari
  3. Lilly Singh: 7,5 milioni di dollari
  4. Anthony Padilla e Ian Hecox (Smosh): 7 milioni di dollari
  5. Rosanna Pansino: 6 milioni di dollari
  6. Tyler Oakley: 6 milioni di dollari

Fonti: BBC, Kotaku, Kotaku, Forbes.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (0)


La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Completa la frase con quella che ritieni più opportuna, oppure aggiungi una risposta nei commenti. Secondo te, il networking online attraverso i siti social...
Serve a costruirsi un'efficiente rete professionale.
E' particolarmente utile per cercare opportunità di lavoro.
Serve a comunicare la qualità di saper lavorare in team.
E' un'opportunità che sfruttano soprattutto i più giovani.
Elimina le barriere geografiche.
Accorcia le distanze tra amici e famigliari.
Serve a tenersi sempre aggiornati.
Permette di stabilire relazioni rilevanti.
E' lo strumento per eccellenza per creare solide relazioni professionali.
Consente di comunicare i propri successi lavorativi.
E' utile per chiedere una raccomandazione.

Mostra i risultati (913 voti)
Ottobre 2021
FreeOffice 2021, la suite gratuita compatibile con Microsoft Office
Apple presenta i MacBook Pro con il notch
UE, addio all'anonimato per i domini Internet
Windows 11 è disponibile. Ecco come installarlo anche senza TPM
I disservizi di Facebook costano a Mark Zuckerberg 6 miliardi
Pesa di più una chiavetta USB piena di dati o una vuota?
Settembre 2021
iPhone 14: un progetto completamente nuovo
Microsoft cede: Windows 11 si installa anche su hardware incompatibile
Windows 10, l'update di settembre impedisce di stampare
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 24 ottobre


web metrics