Android O ha un fratello più snello

La nuova versione del sistema di Google entra in beta e presenta l'edizione più leggera Android Go.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 20-05-2017]

android o beta

È già in beta Android O, la prossima versione del sistema operativo di Google, il cui debutto ufficiale è fissato però per dopo l'estate.

Le ultime rivelazioni provengono dalla Google I/O Conference 2017, che si sta svolgendo in questi giorni e che festeggia il raggiungimento dei due miliardi di dispositivi da parte del sistema del robottino verde, come Sundar Pichai in persona, CEO di Google, ha spiegato.

Android O era stato svelato in anteprima lo scorso marzo, e l'ingresso nel canale beta ha portato con sé alcune modifiche a quanto già era stato annunciato, come una nuova pagina delle impostazioni, la possibilità di rimandare le notifiche (una sorta di funzione snooze) e alcuni miglioramenti alla funzionalità Picture-in-picture.

Sondaggio
Quale Ŕ il motivo principale della tua scelta di cambiare fornitore di ADSL o di fibra ottica?
Maggiore velocitÓ
Tariffe pi¨ convenienti
Tv in aggiunta
Telefonia mobile in aggiunta
Altro

Mostra i risultati (1469 voti)
Leggi i commenti (8)

Con Android O debutta anche in Notification Dot, un piccolo "puntino" che gli sviluppatori possono inserire nella parte alta dell'interfaccia delle loro applicazioni per l'interazione con gli utenti.

Passi in avanti sono stati fatti anche nella selezione intelligente del testo: ora Android è in grado di riconoscere le sezioni di testo più frequentemente copiate e incollate - come nomi, numeri di telefono, indirizzi e via di seguito - nonché selezionarle con maggior precisione.

Altre novità meno appariscenti ma comunque significative sono la riduzione dei tempi di avvio (pare che Android O impieghi la metà del tempo rispetto al predecessore per avviarsi sui dispositivi Pixel) e miglioramenti sul versante della sicurezza e delle ottimizzazioni del sistema.

Una sorpresa dedicata agli sviluppatori è poi l'ingresso di Kotlin tra i linguaggi di programmazione supportati per lo sviluppo di app Android: un apposito plugin per Android Studio 3.0 permette di iniziare subito a utilizzare questo linguaggio open source.

Il compilatore Kotlin genera bytecode Java, e l'interazione tra i due linguaggi è pienamente possibile: ciò, secondo Google, offre agli sviluppatori un'ampia flessibilità nel decidere come aggiungere nuove parti a del codice preesistente.

Ti invitiamo a leggere la pagina successiva di questo articolo:
Android Go, dedicato ai dispositivi low cost

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Tutte le novità di Android O

Commenti all'articolo (3)


{ely}
Il prossimo sistema operativo sarà minimale, in quanto funzionerà con l'AI di google in remoto. I log dell'utilizzo del remote-phone saranno accessibili alle autorità in tempo reale. Quanto a O, mi sembra che qualche passo avanti si stia facendo, ma è chiaro che si tratta di una operazione... Leggi tutto
25-5-2017 12:48

{garland}
E' straordinario come Google e in genere Big Data riescano a dare il minimo, abituando l'utente ad uno standard ristretto, vendendo poi le soluzioni di 'upgrade' (tramite lo smartphone, in questo caso) a prezzi via via sempre più elevati. E' un'arte incredibile, visto che a livelli inferiori il gioco... Leggi tutto
22-5-2017 19:49

Spero nella selezione intelligente del testo, ora come ora sembra di giocare all'allegro chirurgo.
21-5-2017 08:36

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Per cosa soprattutto ti sono utili i social media, sul lavoro?
Per prendermi una pausa dal lavoro
Per comunicare con gli amici e la famiglia mentre sono al lavoro
Per comunicare con i miei contatti professionali
Per trovare informazioni che mi aiutino a risolvere problemi di lavoro
Per costruire o rinforzare relazioni personali con i colleghi o i miei contatti di lavoro
Per scoprire cose sulle persone con cui lavoro
Per porre domande relative al lavoro a persone fuori dalla mia azienda
Per porre domande relative al lavoro a persone dentro la mia azienda

Mostra i risultati (447 voti)
Aprile 2020
Vulnerabilità in Zoom, a rischio le password di Windows
Marzo 2020
Oltre un milione di e-book gratis sull'Internet Archive
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Tutti gli Arretrati


web metrics