L'app per creare ransomware in pochi secondi, senza saper programmare



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 28-08-2017]

malware app

Il ransomware è la moda del momento, quantomeno tra i criminali informatici: dal loro punto di vista, e a meno di venir arrestati, permette di guadagnare senza troppa fatica.

Anzi, a voler essere precisi di fatica ce ne vuole proprio poca: nel web è tutt'altro che difficile trovare dei kit per realizzare il proprio malware senza dover scrivere una riga di codice.

I Trojan Development Kit si trovano facilmente sui forum che si occupa di hacking e tramite un servizio di messaggistica popolare in Cina.

Sono distribuiti sotto forma di app per Android e sono dotati di un'interfaccia semplice da usare: all'apertura permette di scegliere le opzioni necessarie per creare il proprio ransomware personalizzato, dalla chiave necessaria a sbloccare il dispositivo preso di mira alle animazioni da mostrare.

Completata questa fase, basta premere il pulsante Crea e il malware viene creato, a patto che l'aspirante hacker abbia già confermato l'iscrizione al servizio, che richiede il pagamento di una somma in denaro ai creatori dell'app.

Sondaggio
Hai mai acceduto a una rete Wi-Fi di qualcuno senza il suo permesso?
No, mai.
No, ma lo farei se ne avessi la possibilità.
Sì, ma era una rete Wi-Fi pubblica approntata appositamente.
Sì, ma era una rete Wi-Fi lasciata aperta e quindi ci potevo entrare anche senza le credenziali necessarie.
Sì, una rete Wi-Fi privata di cui ho hackerato la password (o di cui ho conosciuto la password).

Mostra i risultati (1877 voti)
Leggi i commenti (3)

Se tutto è regolare il malware viene salvato sulla memoria esterna del dispositivo usato per la creazione ed è pronto per essere diffuso.

Chiunque sia sufficientemente sfortunato da venir convinto con l'inganno a installare il malware, si ritroverà il dispositivo bloccato in attesa del pagamento del riscatto.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
SyncCrypt, il malware che si diffonde con lo spam
Arrestato l'hacker che fermò WannaCry
Ransomware, la reputazione dei ''pagatori'' si diffonde velocemente

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)


Approfondendo sulla pagina Symantec linkata all'articolo di ZN si evince che i ransomware creabili con l'app sono per Android e sono derivati dal trojan Android.Lockdroid.E.
2-9-2017 15:53

@zero Un conto è sviluppare sw, un'altro è unire vari blocchi di codice già scritto e fonderli opportunamente. In ogni caso, nell'articolo non è menzionato, potrebbe benissimo essere utilizzato un server (o più) nel Cloud per eseguire i compiti più pesanti
30-8-2017 22:04

Cesco67, se col PC vuoi sviluppare un app android, devi installare una montagna di software, incluso un emulatore di android. Fare il contrario, usando una banale app, penso sia impossibile.
30-8-2017 18:50

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Come preferiresti controllare la Tv?
Con lo smartphone
Con il tablet
Con i gesti del corpo
Con la voce
Con il pensiero
Con il telecomando

Mostra i risultati (1834 voti)
Marzo 2020
Windows 10, l'aggiornamento causa problemi di connessione
La truffa della chiavetta Usb che arriva per posta
Windows 10, Pannello di Controllo verso la pensione
Windows 10, in un video un assaggio delle novità
Cellulari, app e privacy ai tempi della pandemia
Coronavirus Challenge, leccare una toilette per notorietà
Windows 10, patch di emergenza per evitare il nuovo WannaCry
L'open source contro il coronavirus
Windows 10, l'update KB4535996 mina le prestazioni
L'Unione Europea vuole un proprio sistema operativo
Addio, Dada.it
Febbraio 2020
Smartphone, la UE rivuole le batterie rimovibili
Il ransomware che prende di mira gli italiani
Il browser per navigare sempre in incognito
Equo compenso, raffica di aumenti per Pc, smartphone e schede Sd
Tutti gli Arretrati


web metrics