Android Go sbarca sugli smartphone a basso costo

Il fratello minore di Android 8.1 Oreo è dedicato ai dispositivi con poca Ram e spazio limitato.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 07-12-2017]

android go oreo

Ne avevamo parlato l'ultima volta alla fine di maggio, in occasione della Google I/O Conference: allora si scoprì che a Mountain View (la sede generale di Google) avevano in mente di lanciare una versione più snella di Android, battezzata Android Go.

Ora quell'idea è diventata realtà. Google ha reso disponibile ufficialmente per sviluppatori e produttori Android Go (Oreo Edition), contestualmente al rilascio del fratello maggiore Android Oreo 8.1.

Android Go è progettato per funzionare al meglio su smartphone con 512 o 1 Gbyte di Ram, una quantità che oggigiorno è facile trovare sui dispositivi economici mentre i top di gamma (venduti a prezzi certamente non adatti a tutti) vanno sui 3 o 4 Gbyte.

Android Go non è una versione differente di Android Oreo: Google precisa che si tratta invece di una variante del normale sistema, attivabile dai produttori attivando uno specifico parametro di configurazione.

Uno smartphone dotato di Android Go usa anche le versioni Go di certe app, come Google Assistant, Maps, Gmail, YouTube e via di seguito, generalmente molto più piccole delle controparti "normali" e dotate di opzioni particolari.

Sondaggio
Il numero di multe per l'utilizzo di smartphone alla guida è aumentato del 18% nel primo semestre 2017. Il direttore del servizio di Polizia Stradale propone il ritiro della patente fin dalla prima infrazione, con una sospensione di un minimo di 15 giorni. Sei d'accordo?
No

Mostra i risultati (1290 voti)
Leggi i commenti (15)

Il risultato è che le app e il sistema, dopo questa cura dimagrante, possono arrivare a occupare soltanto la metà dello spazio necessario ad Android "grasso".

Il rovescio della medaglia è che vantaggi di questo tipo hanno un prezzo: per esempio, Google è esplicita nel dire che le app in versione Go occupano meno spazio a scapito della velocità di avvio, che risulta un po' ridotta.

Android Go è impostato anche per ottimizzare il risparmio dei dati, per esempio rimandando il download di certi contenuti al momento in cui è attiva una connessione Wi-Fi o facendo passare tutti i contenuti mostrati da Chrome attraverso i server di Google, che provvedono a comprimerli prima di inviarli allo smartphone (un po' come fa la Modalità Turbo di Opera).

android go guadagni google

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Da Zte il primo smartphone con Android Go
Android Go, dedicato ai dispositivi low cost

Commenti all'articolo (1)

Se è solo questo il rovescio della medaglia allora vorrei proprio provare Android Go su uno smartphone di fascia alta che, a questo punto, potrebbe diventare veramente interessante da usare senza dover fare i conti con lo spazio a disposizione perchè tanto prima o poi finisce comunque così.. Leggi tutto
11-12-2017 19:00

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Controlli su Facebook le tue (o i tuoi) ex?
No, non ci penso proprio.
A volte guardo il loro profilo o i loro gli aggiornamenti di stato.
Sì, controllo ogni loro mossa.
Le ex (o gli ex) in genere non sono miei amici di Facebook.
Ma quale Facebook! Io uso Twitter (o Google+ o altro social media).

Mostra i risultati (1553 voti)
Luglio 2018
Google accusa la UE: Android rischia di non essere più libero
L'attacco che inganna il GPS con mappe false e manda fuori strada
Adesso che si fa? Strategie mitiganti
Bollette di 30 giorni, ma a vincere sono sempre i gestori telefonici
L'industria petrolifera semina disinformazione sulle auto elettriche
The Firefox Monitor ti svela se i tuoi dati sono stati hackerati
Giugno 2018
Facebook, un brevetto per attivare i microfoni degli smartphone a tradimento
Usare la batteria dello smartphone per rubare i dati
Bug in Windows 7, Microsoft si arrende e toglie il supporto alle vecchie CPU
PeerTube: come YouTube, ma senza censura e basato su BitTorrent
Come si fa a leggere i messaggi cifrati di WhatsApp e Telegram? Non è difficile
Come sarebbe Windows 7 se fosse nato nel 2018?
Il malware che infetta Windows 10 e scatta foto del desktop
Come si riconosce un video Deepfake? A occhio
Lucchetto ''smart'' annuncia a tutti la propria password
Tutti gli Arretrati


web metrics