Fbi, Cia e Nsa: Non usate gli smartphone di Huawei e Zte

La Cina li usa per spiarvi.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 16-02-2018]

huawei spia cina fbi cia nsa

Ben sei agenzie statunitensi di intelligence si sono unite per fare un'unica raccomandazione: «Non utilizzate i telefoni di Huawei e Zte».

I capi di Fbi, Cia, Nsa e di altri enti del governo federale americano hanno dichiarato davanti a una commissione del Senato Usa che usare i prodotti costruiti dai giganti cinesi è un pericolo per gli utenti. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
La NSA non spiava solo i cittadini USA ma anche i governi di Francia, Germania e Italia. Qual è la tua reazione di fronte a questa notizia? (se vuoi dare risposte multiple o commentare ulteriormente, usa il forum)
Sono profondamente indignato: come si sono permessi?
Sono stupito che gli USA siano arrivati a questo punto.
In fondo lo fanno per prevenire gli attentati; quindi li giustifico, almeno parzialmente.
Non mi sorprende. E' da un po' che l'Europa non conta più un tubo.
Accidenti! Avranno ascoltato anche le telefonate con la mia fidanzata/o.
I nostri politici non hanno nulla di più importante di cui preoccuparsi?
Lo so perfino io che i telefoni sono spiati, figuriamoci i terroristi.
Avevano ragione quelli di Zeus News, quando già nel 2001 scrivevano di Echelon.

Mostra i risultati (2621 voti)
Leggi i commenti (15)
Il motivo di tale pericolo? «I rischi che presenta il consentire a qualsiasi azienda o ente legato a un governo straniero che non condivide i nostri valori di guadagnare posizioni di potere all'interno della nostra rete di telecomunicazioni».

Tali aziende potrebbero utilizzare quelle possibilità per «sottrarre informazioni o alterarle con intenti malevoli. Inoltre, ciò fornisce loro l'occasione di condurre attività nascoste di spionaggio».

Non è la prima volta che le agenzie americane di informazione accusano di spionaggio le aziende cinesi e Huawei in particolare, che in passato è stata accusata di «essere di fatto un braccio del governo cinese».

La preoccupazione americana è lecita e anche un po' ironica: al di là del fatto che i capi delle varie agenzie possano anche aver ragione circa le pressioni che il governo cinese è in grado di esercitare sulle aziende connazionali per sfruttarle a fini di spionaggio, insistere con i produttori di software e hardware perché si mettano al soldo dei servizi segreti è in effetti una specialità che le agenzie Usa hanno trasformato quasi in un'arte, ed è soltanto logico dal loro punto di vista ritenere che tutti si comportino allo stesso modo.

Come ormai tutti sanno, poi, la Nsa in particolare è estremamente attiva su questo fronte, e per operarvi con frutto ha da tempo richiesto la collaborazione di giganti americani del calibro di Google e Facebook, i quali peraltro paiono non essersi tirati indietro.

Dal canto proprio Huawei, che lo scorso settembre ha superato Apple diventando il secondo maggior produttore di smartphone al mondo (dopo Samsung), ha risposto di essere «al corrente di tutta una serie di attività condotte dal governo degli Usa apparentemente finalizzate a danneggiare gli affari di Huawei nel mercato americano».

«Huawei» - ha aggiunto il colosso cinese - «gode della fiducia di governi e clienti in 170 Paesi in tutto il mondo, e non costituisce una minaccia alla sicurezza informatica superiore a quella di qualsiasi attore del mercato Ict, dato che condividiamo la stessa filiera e le medesime capacità produttive».

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
L'app consigliata da Snowden per sorvegliare i propri spazi privati
Cosa c'entra l'NSA?
La NSA spia tutte le telefonate dall'aereo
Yahoo spiava le email degli utenti per ordine della NSA
UE, Francia e Germania vogliono la backdoor di Stato
NSA: Google e Facebook sapevano tutto
La spia che tieni in tasca: il tuo cellulare
NSA chiese a Torvalds di mettere backdoor su Linux

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 14)

Ottima raccomandazione, che viene dai creatori di Echelon =) Ma non erano quelli che hanno spiato la merkel, ban ki-moon e diversi ministri di governi europei? :oops:
1-3-2018 23:50

Anche protezionismo che è comunque una delle specialità degli USA ma, soprattutto, direi la necessità di mantenere il totale controllo e il monopolio dello spionaggio internazionale a larga banda. Le agenzie ed il governo USA non possono in questo permettersi di farsi anche solo parzialmente soppiantare da altri attori. Leggi tutto
18-2-2018 17:11

Io ne ho già due, altrimenti almeno uno lo avrei preso anch'io adesso. :wink: Leggi tutto
18-2-2018 17:08

{Paolo Del Bene}
Nell'Inferno delle Fabbriche Cinesi link
17-2-2018 20:49

{Paolo Del Bene}
Nei libri di Federico Rampini, è riportato da ANNI, che la China in winzozz ha un controllo di quelli grossi. Un esercito di 4000 persone, che monitorano il traffico. Questo anni fa, prima dell'avvento degli Smartphones. E Samsung invece non è Cinese? link
17-2-2018 20:30

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Immaginiamo un mondo popolato dalle auto di Google: senza pilota, senza sterzo e senza pedali. Qual è il maggior vantaggio? (vedi anche gli svantaggi)
Sarà più comodo viaggiare: non dovremo preoccuparci di guidare e avremo più tempo libero a disposizione.
Potranno spostarsi in auto anche i non vedenti, gli invalidi o in generale le persone non più in grado di guidare.
Si risparmierà carburante grazie all'ottimizzazione: niente accelerazioni o frenate brusche, rispetto dei limiti di velocità e così via.
Con il Gps incorporato ci si smarrirà di meno e non sarà necessario consultare mappe o chiedere indicazioni.
Ci sarà maggiore sicurezza e meno incidenti: niente ubriachi al volante o anziani non più in grado di guidare. Zero distrazioni, zero stanchezza, zero errori del conducente (causa del 90% degli incidenti).
Ci sarà meno traffico: potremo più facilmente condividere un'auto in car sharing che ci venga a prendere e ci porti dove desideriamo andare, trovando parcheggio da sola o rimettendosi a disposizione della comunità.
La casta dei tassisti non avrà più ragione di esistere e sarà finalmente azzerata.

Mostra i risultati (1469 voti)
Giugno 2018
Non tutti i cybercriminali sono dei geni del male
Il malware che infetta Windows 10 e scatta foto del desktop
Come si riconosce un video Deepfake? A occhio
Lucchetto ''smart'' annuncia a tutti la propria password
Lo smartphone pieghevole di Samsung con doppio display
Pseudoscienza al potere oggi: Sud Africa, Spagna, Stati Uniti
Windows 10, il 50% degli utenti ha dovuto pagare un tecnico per i problemi dell'aggiornamento
Ubisoft: ''Le console sono destinate a sparire: ancora una generazione e poi basta''
Bug in Facebook rende pubblici i post privati di 14 milioni di utenti
Microsoft affonda i datacenter per tenerli freschi
L'auto volante di Larry Page: si impara a guidare in meno di un'ora
Microsoft compra GitHub e i programmatori scappano
Il primo attacco informatico della storia... nel 1834?
Medico fa causa a paziente per una recensione negativa online
L'attacco sonico che manda in crash il sistema e rovina gli hard disk
Tutti gli Arretrati


web metrics