Google One, il servizio di archiviazione nel cloud pensato per le famiglie

Un giorno sostituirà Google Drive.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 17-05-2018]

Google One

Volenti o nolenti, e nonostante le preoccupazioni per la privacy, il cloud computing va prendendo sempre più piede. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Che cos'è più rivoluzionario, tra questi... qualcosa-book?
Chromebook
Ebook
Facebook
Macbook
Netbook
Notebook
Playbook
Ultrabook

Mostra i risultati (2312 voti)
Leggi i commenti (2)
Per molti è sinonimo di backup, anche se magari non lo sanno: quanti hanno uno smartphone Android e si affidano ai servizi di Google per non perdere le loro foto, i video, i contatti?

Google stessa è cosciente della comodità di affidare a un servizio terzo la conservazione e la cura dei dati, che possono essere così messi al riparo dai disastri in cui possono incorrere dischi, chiavette e nastri conservati in locale, e pertanto ha lanciato Google One.

Si tratta di un servizio dedicato non tanto alle aziende, quanto alle famiglie. È l'evoluzione dei piani a pagamento di Google Drive, che offrono un relativamente grande spazio per il salvataggio dei dati in cambio di una quota mensile.

Google One propone piani che vanno da 100 Gbyte (per 1,99 dollari al mese) fino a 30 Tbyte, permettendo a ciascuno di scegliere il "taglio" più adatto ai propri bisogni. Per i piani che richiedono spazio oltre i 2 Tbyte rimangono invariati i prezzi già praticati da Google Drive.

Inoltre, c'è l'attenzione alle famiglie: dato che tipicamente quanti abitano sotto lo stesso tetto possono desiderare condividere un unico abbonamento, anziché sottoscriverne uno ciascuno, Google One permette di gestire fino a cinque persone diverse con uno stesso piano.

Google One ancora non è attivo, e quando lo sarà inizierà a essere disponibile negli Usa, per poi estendersi progressivamente a tutto il resto del mondo.

Il piano nel suo complesso prevede di far passare tutti gli utenti a pagamento di Google Drive a Google One, anche se ciò richiederà dei mesi.

Per restare aggiornati sulle novità di Google One, e venire informati della sua disponibilità in Italia, è possibile fornire il proprio indirizzo email alla pagina preparata da Google.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Google Drive cambia faccia per allinearsi a Gmail
Google Drive ora fa il backup dell'intero Pc
Come proteggere il cloud dagli attacchi DDoS
GifCities, la raccolta delle Gif animate anni '90
I dati di Megaupload potrebbero tornare
Google Drive integra il plug-in per Microsoft Office
Google regala 2 Gbyte di spazio
Scaricare torrent e ospitare siti web con Dropbox
Dropbox, come avere spazio gratis in più

Commenti all'articolo (1)

Francamente non rilevo una grossa differenza rispetto a Drive. In ogni caso mi basta che rimanga la possibilità della quota gratuita attuale, che è quel poco che mi serve, e non la vedo una grossa modifica.
19-5-2018 15:08

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la più pericolosa?
1. Violazione di password deboli: l'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta.
2. Attacchi di malware: un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non è ciò che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC.
3. Email di phishing: sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link contenuti portano a siti infetti.
4. Il social engineering è causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati.
5. Ransomware: quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente o un sito web finché questi non paga una somma per sbloccarli.

Mostra i risultati (2450 voti)
Gennaio 2022
Parchimetri e pagamenti via codice QR, la truffa è servita
Norton e Avira generano criptovalute coi PC degli utenti
Chiude per sempre Popcorn Time, il netflix dei pirati
Digitale terrestre, riparte il balletto delle frequenze
BlackBerry addio, stavolta per davvero
Dicembre 2021
Il nuovo, vecchio e doppio laptop di Cassandra
L'app che “sgonfia” Windows 10 e 11
Il CEO di Vivaldi: “Microsoft è disperata”
Gli AirTag? Ottimi per rubare le auto
Microsoft ammette: SSD più lenti con Windows 11
Smart working: dall'emergenza alla normalità
Perché Intel accumula hardware obsoleto in Costa Rica?
Antitrust, 30 aziende contro Microsoft per colpa di OneDrive
Novembre 2021
L'app va in crash, e la Tesla non parte più
La Rete telefonica italiana agli americani di KKR
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 18 gennaio


web metrics