L'ira di EA si abbatte sul clone open source di SimCity 2000

Il remake è stato immediatamente rimosso da GitHub.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-08-2018]

ea clone simcity 2000 open source

Si potrebbe pensare che un gioco vecchio di 25 anni come SimCity 2000, per quanto sia stato apprezzato e abbia fatto la storia di questo tipo di videogame, non interessi ormai più di tanto al suo editore originale.

O, meglio: potrà anche interessare, ma è difficile che si aspetti di ricavarci ancora del denaro.

Seguendo questa convinzione, all'inizio dell'anno su GitHub è apparso un clone open source di SimCity 2000, chiamato OpenSC2k dal suo creatore Nicholas Ochoa e in grado di funzionare sui sistemi operativi moderni.

Il remake era tanto ben fatto da raccogliere molte opinioni positive, ma anche da attirare l'attenzione di EA, editore di SimCity, la quale ha chiesto e ottenuto la rimozione del programma da GitHub in base al DMCA per violazione del diritto d'autore.

Bisognare dire che EA non agisce proprio soltanto per capriccio: Ochoa ha realizzato da sé il motore e le funzionalità del remake, ma ha anche riutilizzato la colonna sonora e gli elementi grafici del gioco originale.

E per questo l'ira di EA si è abbattuta su di lui, peraltro senza troppa sorpresa: quando OpenSC2K è apparso, molti hanno fatto notare come decidere di utilizzare grafica e suoni originali fosse andare in cerca di guai.

Ochoa non s'è perso troppo d'animo, né pare particolarmente arrabbiato (forse perché un po' se l'aspettava). Ciò che lo amareggia leggermente è il fatto che né EA né GitHub lo abbiano contattato prima dell'eliminazione dei file dal repository.

Lo sviluppatore ha già in mente come fare per tornare online con una versione di OpenSC2K rispettosa della legge. «Una volta che il repo sarà ripristinato» - ha spiegato - «ho intenzione di rimuovere i contenuti protetti dal diritto d'autore e fornire istruzioni su come estrarre le risorse direttamente dal gioco originale».

Sondaggio
L'Italia e gli italiani sono pronti per il (video)gioco online?
I giocatori sarebbero anche pronti, ma il problema è il digital divide. Senza una connessione broadband il gioco online è una chimera.
In Italia più che in altri paesi ha ampia diffusione la pirateria. Il fatto che buona parte dei giocatori utilizzi prodotti contraffatti limiterà la crescita dell'online gaming.
Barriere linguistiche e ritardi nella diffusione di giochi e tecnologie online ci hanno penalizzato nel passato, ma oggi le possibilità di sviluppo sono rosee.
Non ci sono barriere tecniche, ma solo culturali. Il videogioco è tradizionalmente visto come un prodotto da fruire individualmente o in compagnia di amici.
La comunità di giocatori online italiana non ha nulla da invidiare per qualità e quantità a quelle degli altri paesi.

Mostra i risultati (628 voti)
Leggi i commenti (5)

A quel punto, chi vorrà giocare a OpenSC2K con un sistema operativo attuale dovrà anche possedere una copia di SimCity 2000 da cui ottenere l'audio e la grafica, soddisfacendo in tal modo le esigenze di tutti.

O così almeno Ochoa si aspetta: EA, nella richiesta di rimozione, ha spiegato che il gioco è ancora in vendita su Origin, lasciando intendere che di conseguenza non può lasciar proliferare cloni gratuiti. Non resta che vedere se il ritorno di OpenSC2K causerà una nuova rimozione.

Qui sotto, il video dimostrativo di OpenSC2K.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Oltre 2.000 giochi per DOS disponibili gratis nel browser
Simcity, dopo il lancio problematico arriva l'aggiornamento 2.0
Licenziare gli operai? Un gioco alla Simcity

Commenti all'articolo (2)

Su github io vedo già un altro repository risalente a 6 mesi fa che ha già 200 fork. Ma è in javascript.
4-8-2018 15:29

Mi sembra piuttosto probabile... Leggi tutto
4-8-2018 14:21

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Qual è la politica della tua azienda nei confronti dei dispositivi mobili dei dipendenti? Bring Your Own Device oppure Corporate Owned, Personally Enabled?
BYOD
COPE
Non c'è una policy dominante, dipende dagli utenti
Non lo so
Non lavoro in un'azienda

Mostra i risultati (768 voti)
Ottobre 2018
Violare WhatsApp? Basta una videochiamata
Microsoft: ecco perché l'Update di Windows 10 cancellava i file degli utenti
Microsoft getta la spugna e ritira l'aggiornamento di ottobre per Windows 10
Windows 10, attenti all'aggiornamento: potrebbe cancellare i documenti
Windows 10, arriva l'update di ottobre: ecco come aggiornare subito
WhatsApp, arriva la pubblicità
Migliaia di siti mobile accedono ai sensori dello smartphone senza informare l'utente
Settembre 2018
Demonoid offline da giorni, il proprietario è irreperibile
Virtual Desktop: Windows 10 diventa virtuale e si sposta nel cloud
Il bug in Firefox che manda in crash il browser (e spesso anche il sistema operativo)
Ex CEO di Google: tra dieci anni ci saranno due Internet
Il fallimento di Windows Store: un documento interno ne rivela la portata
Corruzione in Amazon: dipendenti pagati per cancellare le recensioni negative
Copyright, il sito di sottotitoli ITASA costretto a gettare la spugna
Windows 10 deciderà in autonomia quali file tenere e quali cancellare
Tutti gli Arretrati


web metrics