L'iPad Pro 2018 è tanto potente quanto un MacBook Pro



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 02-11-2018]

geekbench ipad pro

Portatile o tablet? Un tempo la divisione era abbastanza chiara: se tutto ciò che si deve fare è navigare in Internet, modificare qualche documento, giocare con qualche titolo poco impegnativo, allora va bene un tablet. Se invece occorre della potenza di calcolo, è necessario optare per un portatile.

Con l'arrivo dell'iPad Pro edizione 2018, da poco presentato da Apple, le carte in tavola sono completamente cambiate: il nuovo tablet con la mela morsicata è infatti più potente di molti laptop in circolazione, ed è persino capace di gareggiare con i MacBook Pro.

Non si tratta soltanto di affermazione pubblicitarie uscite dalla Casa di Cupertino: i test indipendenti eseguiti da Geekbench lo dimostrano.

I punteggi raggiunti dall'iPad Pro - 5030 nelle operazioni a core singolo, 17995 in quella a core multipli - dimostrano come nel single-core l'iPad sia in grado di competere a pari merito con il MacBook Pro 2018 con Cpu Core-i7 a 2,6GHz.

Quando si vanno a considerare i benchmark multi-core il MacBook Pro riesce ancora a conservare la prima posizione, ma la distanza non è grandissima.

Se poi si va a fare un confronto tra l'iPad Pro di quest'anno e la generazione del 2017, l'incremento di prestazioni diventa particolarmente evidente: il guadagno è di 1.122 punti nel single-core e di ben 8.685 punti in multi-core.

Sondaggio
Hai sostituito il tuo notebook (o netbook) con un tablet?
Sì, e riesco a lavorarci perfettamente.
Non l'ho ancora fatto, ma ci sto pensando.
Niente affatto, mi serve un vero notebook.
Li ho entrambi.
Non ne ho nessuno dei due.

Mostra i risultati (3962 voti)
Leggi i commenti (7)

Certamente bisogna ricordare come un confronto completo e diretto tra iPad e portatili, MacBook Pro compreso, è difficile in quanto i due sistemi si basano su architetture differenti: ARM nel caso dei tabletl x86 nel caso dei portatili. Ma bisogna riconoscere che i grezzi numeri dei benchmark dimostrano tutta la bontà del processore Apple A12X Bionic adottato dagli iPad Pro.

I test di Geekbench hanno peraltro permesso di scoprire un altro dettaglio che finora era sfuggito: è emerso infatti che l'iPad Pro con memoria interna da 1 Tbyte monta 6 Gbyte di RAM, mentre i modelli con 64, 256 o 512 Gbyte di memoria interna arrivano soltanto a 4 Gbyte.

ipad pro 2018 confronto macbook

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Galaxy Book2, la risposta di Samsung al Surface di Microsoft
I nuovi MacBook Pro sono così potenti che si surriscaldano. E rallentano drasticamente
iMac Pro, tanta potenza a prezzo esagerato

Commenti all'articolo (4)

Sarebbe interessante anche un confronto di durata della batteria alla massima potenza espressa. Leggi tutto
5-11-2018 18:51

{Shiba}
Virgola? Togliere "tanto"? Ma che stai a di'?
5-11-2018 11:06

Il titolo va corretto, o mettete una virgola dopo "potente" o togliete "tanto". Ho provato a segnalare un refuso, ma le pagine per comunicare allo staff tecnico, alla redazione, alla direzione, non funzionano.
4-11-2018 09:30

Sarebbe interessante conoscere anche la temperatura dell'Ipad alla velocità di un core i7
4-11-2018 00:42

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
I bambini sempre più spesso entrano in contatto con la tecnologia a una tenera età (per giocare, comunicare e cercare informazioni), anche grazie alla diffusione di smartphone e tablet. Quale dovrebbe essere la maggiore preoccupazione dei genitori?
Potrebbero visionare materiale inappropriato o visitare siti inopportuni.
Potrebbero comunicare con sconosciuti o persone non ritenute affidabili.
Potrebbero essere vittime di cyberbullismo, sui social network o altrove.
Potrebbero spendere denaro online senza che i genitori lo sappiano, anche a causa delle app che richiedono acquisti online durante i giochi.
Potrebbero diffondere dati personali (compresi foto e filmati) senza essere coscienti dei rischi.
Potrebbero incorrere in difficoltà a relazionarsi con amici dal vivo, nascondendosi dietro relazioni disintermediate dal mezzo informatico.

Mostra i risultati (1133 voti)
Gennaio 2019
Pubblicata la ''master list'' degli hacker
Un intero computer (completo di schermo e tastiera) all'interno di un mouse
Non è reato filmare una donna nuda in casa sua se non usa le tende
Sei consigli per difendersi dal ransomware
Windows 7 riconosciuto come contraffatto dopo le ultime patch
IoT sotto attacco: ora tocca alle vasche idromassaggio
Apple taglia la produzione di iPhone: l'obsolescenza programmata non funziona più
Il primo computer quantistico progettato per applicazioni commerciali
Il bat-sonar Microsoft usa gli altoparlanti intelligenti per mappare intere stanze
Otter Browser, il vero successore di Opera Classic
Mozilla sperimenta gli spot in Firefox. Gli utenti insorgono
Richard Stallman fa i complimenti a Microsoft
Dicembre 2018
Microsoft cambia Pulizia Disco per salvare gli utenti sbadati da sé stessi
Il bug di Chrome che manda in freeze Windows 10
Arrestati i cinque pirati più incapaci del web
Tutti gli Arretrati


web metrics