Windows 10 si installò a forza; adesso Microsoft deve risarcire l'utente

Dopo l'aggiornamento da Windows 8.1, il Pc smise di funzionare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-01-2019]

windows 10 aggiornamento forzato risarcimento

Quando lanciò Windows 10, nel 2015, Microsoft fece davvero di tutto per convincere gli utenti ad aggiornare il loro vecchio sistema operativo all'ultimissima versione.

A ben vedere, fu un tentativo di convincimento che rasentava la coercizione, tra scaricamenti a tradimento dei file di installazione, popup che definire insistenti sarebbe un delicato eufemismo e addirittura installazioni forzate, riconosciute però come errori del programma di aggiornamento.

Alcuni utenti si seccarono ben presto di tanta protervia made in Redmond e decisero di fare causa all'azienda, avviando procedimenti legali che in molti casi sono tuttora in corso.

Una di queste cause, però, è terminata. Ha avuto luogo in Finlandia e l'ha avviata un uomo che nel 2016 si ritrovò il proprio Pc, originariamente dotata di Windows 8.1, non soltanto aggiornato a Windows 10 ma anche non funzionante proprio a seguito del passaggio.

Le telefonate al supporto tecnico - peraltro comuni a quel tempo, e in realtà anche ogni volta che viene distribuito un aggiornamento semestrale - non risolsero il problema in alcun modo: così l'uomo si rivolse a un avvocato.

Sondaggio
In quale di questi campi necessiti di maggiore aiuto per il tuo business online personale o aziendale?
SEO, ranking e analytics.
Link Html, generazione sitemap, metatag e generazione QR Code.
Logo, foto, grafica e temi.
Progettazione del sito e organizzazione.
Normativa fiscale.
Soluzioni di pagamento, Paypal e Google Merchant.
Business plan.
Creazione del negozio virtuale o dell'app.
Pagina Facebook collegata.
Pagine di affiliazione.

Mostra i risultati (358 voti)
Leggi i commenti (2)

Chiese 3.000 euro di danni. Dopo la valutazione del caso e la constatazione del fatto che l'aggiornamento è avvenuto senza autorizzazione, ora gli sono stati riconosciuti 1.100 euro, che Microsoft ora dovrà sborsare.

Il gigante americano è infatti stato ritenuto responsabile per i danni causati al computer dopo l'installazione di Windows 10, e dovrà anche compensare le spese di riparazione e di viaggio sostenute dall'uomo per riavere un computer utilizzabile.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Microsoft infastidisce gli utenti di Windows 7 con l'upgrade a 10
Windows 10 tenta di installarsi a forza? Errore di Microsoft
Microsoft scarica Windows 10 sul PC degli utenti, che lo vogliano o no

Commenti all'articolo (5)

Per il principio potrà anche essere un passo avanti ma, nella sostanza, sa più di presa per i fondelli per il poveraccio che si è ritrovato da un momento all'altro senza poter utilizzare il suo PC. Non sarà certo una sanzione come questa che indurrà M$ ad essere più prudente nel presentare i suoi atteggiamenti prevaricatori nei... Leggi tutto
12-1-2019 15:32

Considerato che avrà dovuto pagare l'avvocato, e tecnici informatici per fare delle perizie, cosa gli sarà rimasto? Potevano almeno riconoscere tutti i 3000 euro richiesti, che per M$ sono comunque un caffè. Anche se mi pare di ricordare che W10 si scaricasse sul pc, ma che per essere installato gli si dovesse comunque dare l'ok.... Leggi tutto
11-1-2019 11:39

Troppo pochi. Considerato che nel frattempo non ha usato il pc, diventato una prova per il processo, sono pochi.
10-1-2019 17:52

La differenza tra nazioni serie e l'Italia
10-1-2019 17:02

{utente anonimo}
1.100 euro? Bruscolini, il gioco non vale la candela e non danneggia Microsoft assolutamente. Certo c'è il danno di immagine ma le alternative sono Mac (che costa un'ira di Dio) o Linux dove devi scervellarti e non hai a disposizione tutta la suite di programmi presenti su Windows. Peggio ancora se Windows è... Leggi tutto
10-1-2019 09:37

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Stai creando un nuovo account su un sito. Come sarà la tua password?
Ho una sola password per tutti i miei account
Ho varie password che uso a rotazione quando devo creare un nuovo account
Ho un template per le password che modifico per ogni account
Creo una nuova password, assicurandomi che sia robusta

Mostra i risultati (1376 voti)
Marzo 2019
Tecnico IT licenziato si vendica cancellando 23 server
Facebook, le password di centinaia di milioni di utenti salvate in chiaro: cambiatele
I 15 marchi italiani più noti al mondo
Otto consigli sul backup per non perdere il lavoro di una vita
PrimeOS riporta in vita i vecchi PC con un sistema basato su Android
WhatsApp in crisi, Telegram guadagna milioni di nuovi utenti
I portatili HP rischiano di prendere fuoco per colpa della batteria
La rete e il mercato dei guardoni
Effetto Iliad: Vodafone dichiara 1.130 esuberi
Google: C'è una falla in Windows 7, passate a Windows 10
Intelligenza artificiale genera volti, appartamenti, manga. E gattini
Falla in Word permette di aggirare i sistemi di sicurezza
Facebook: tutti possono trovarvi dal numero di telefono, anche nascosto
USB 4, velocità sino a 40 Gbit/s e tutti i benefici di Thunderbolt
Da Western Digital la microSD da 1 Tbyte più veloce del mondo
Tutti gli Arretrati


web metrics