USB 4, velocità sino a 40 Gbit/s e tutti i benefici di Thunderbolt



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 03-03-2019]

usb 4

Mentre gli utenti stanno ancora cercando di raccapezzarsi intorno alla nomenclatura usata per USB 3.2, che promette velocità fino a 20 Gbit/s, lo USB Implementers Forum ha già annunciato USB 4.

Usando cavi certificati, questa nuova versione permetterà di arrivare a 40 Gbit/s, ossia la velocità che Thunderbolt 3, lo standard elaborato e promosso da Intel, riusciva a raggiungere già nel 2015.

Tale convergenza è tutt'altro che casuale: deriva dal fatto che finalmente Intel ha mantenuto la propria promessa e ha concesso l'uso libero di Thunderbolt 3 agli altri produttori di chip. Così quella tecnologia può essere integrata anche in uno standard aperto quale è USB.

Le specifiche di Thunderbolt 3 e USB 4 finiscono quindi per convergere: la prossima versione di USB sarà in grado di erogare una potenza di 100 Watt, consentirà di collegare una scheda grafica esterna e alimentare due schermi 4K o un unico schermo 5K.

USB 4 userà inoltre esclusivamente il connettore noto come USB Tipo-C, mentre per quanto riguarda i cavi si potranno adoperare anche quelli certificati per Thunderbolt.

Lo USB-IF spera inoltre che USB 4 diventi l'occasione per semplificare l'intero ecosistema USB, stilando una serie di funzionalità che ogni dispositivo che voglia dichiararsi compatibile con quella versione dovrà avere.

Al di là delle buone intenzioni, tuttavia, la natura stessa di standard aperto propria di USB farà sì che l'implementazione concreta delle raccomandazioni stia alla buona volontà dei singoli produttori di hardware.

Sondaggio
L'amazonite è...
Una pietra (semi)preziosa.
La spasmodica ammirazione per un popolo di donne guerriere.
Lo shopping compulsivo e la dipendenza patologica da un noto negozio online.
Nessuna di queste. In italiano si scrive amazzonite ;)

Mostra i risultati (1343 voti)
Leggi i commenti

È bene ricordare infine che USB 4 non segnerà la fine di Thunderbolt 3, uno standard che non ha avuto finora tutto il successo sperato da Intel: il gigante dei chip ha affermato che entrambe le alternative continueranno a coesistere, con Thunderbolt che resterà sotto l'ombrello proprietario di Intel e richiederà ai produttori una certificazione per essere utilizzato.

Questa decisione viene giustificata con l'erogazione di servizi specifici per Thunderbolt da parte di Intel, non strettamente legati all'hardware.

Le specifiche definitive di USB 4 arriveranno nella seconda metà di questo 2019, e prima che i dispositivi compatibili arrivino sul mercato dovrà trascorrere - secondo le previsioni di USB-IF - almeno un anno e mezzo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
USB 4 è ufficiale e raggiunge i 40 Gbit/s
USB 3.2: velocità fino a 20 Gbit/s, ma quanta confusione
Intel integra Thunderbolt 3 nei processori
Le prime schede madri con Thunderbolt
Intel Thunderbolt a 10 Gbit/s in dirittura d'arrivo
Thunderbolt e SATA a 6 Gbit/s: oggi gli hard disk del futuro
Thunderbolt, trasferimento dati fino a 10 Gbit/s

Commenti all'articolo (2)

Fra situazioni intricate come quelle di USB 3.2 e annunci come questo di USB 4.0 che però sara disponibile fra 1.5/2 anni già gli utenti evoluti fanno fatica a capirci qualcosa, figuriamoci l'utonto medio che verrà sempre perculato dai vari produttori con offerte incomprensibili che si riveleranno sempre a suo svantaggio. Francamente... Leggi tutto
8-3-2019 18:18

Fra situazioni intricate come quelle di USB 3.2 e annunci come questo di USB 4.0 che però sara disponibile fra 1.5/2 anni già gli utenti evoluti fanno fatica a capirci qualcosa, figuriamoci l'utonto medio che verrà sempre perculato dai vari produttori con offerte incomprensibili che si riveleranno sempre a suo svantaggio.
8-3-2019 18:18

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Dal 2013 è obbligatoria l'iscrizione online per le prime classi di tutte le scuole. Secondo te...
E' giusto e da Paese civile.
Molte famiglie saranno in difficoltà perché non hanno la connessione o non navigano in Internet.
Va bene ma ci vuole un supporto per le famiglie che ancora non navigano in Rete.

Mostra i risultati (1470 voti)
Agosto 2020
Chrome permetterà di modificare le password salvate
Red Hat: Non installate quella patch
Il dispositivo che assorda gli Amazon Echo
Luglio 2020
La vecchia raccolta di Cd e Dvd potrebbe essere in pericolo
5G: come eliminare il 90% delle emissioni
Bloatbox ripulisce Windows 10 dalle app indesiderate
Non coprite quella webcam
Falla nei caricabatterie: telefoni e tablet a rischio incendio
Windows 10, come aggirare il bug che segnala la mancanza di connessione
Windows 10 e l'aggiornamento che risolve tutti i bug
Razzismo: via i termini blacklist, master e slave dal kernel Linux
WindowsFX, la distribuzione Linux per chi vuole lasciare Windows 10
Come disinstallare il nuovo Edge da Windows 10
Iliad diventa operatore di rete fissa
Hai installato Immuni?
Tutti gli Arretrati


web metrics