Windows 10, aggiornamento rende impossibili i videogiochi

L'unica soluzione è disinstallarlo. Vi spieghiamo come fare.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 11-03-2019]

win10 aggiornamento videogiochi

Se siete degli appassionati di videogiochi e di recente avete notato che i vostri titolo preferiti sono diventati quasi ingiocabili, la colpa è dell'ultimo aggiornamento cumulativo per Windows 10.

Per la precisione, una conseguenza inattesa del February KB4482887 Cumulative Update per Windows 10 1809 è proprio la generazione di problemi prestazionali con i videogiochi: gli FPS calano, il mouse non risponde più tanto bene quanto prima e altro ancora. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Qual è il motivo che ti spinge maggiormente (oppure no) ad acquistare online?
La facilità di acquisto
La presenza di maggiori sconti e promozioni
La possibilità di evitare i centri commerciali
Una più ampia visibilità delle promozioni in corso
La possibilità di valutare tutte le opzioni
Poter acquistare anche all'ultimo momento

Mostra i risultati (2074 voti)
Leggi i commenti (12)
Microsoft ha riconosciuto l'esistenza del problema e ha promesso che prossimamente rilascerà un ulteriore aggiornamento per risolverlo.

Nell'attesa, il consiglio ufficiale per chi voglia tornare a giocare con prestazioni decenti è disinstallare l'update KB4482887.

Per farlo è necessario aprire il menu Impostazioni (basta premere contemporaneamente i pulsanti Win + I) e selezionare l'opzione Aggiornamento e Sicurezza.

winupd01

Nella finestra che si apre generalmente è già selezionata, nella barra di sinistra, la voce Windows Update; nella parte destra dello schermo occorre quindi scegliere Visualizza cronologia degli aggiornamenti.

Nella schermata successiva, bisogna scegliere la prima voce: Disinstallare gli aggiornamenti. Si aprirà un'altra finestra.

winupd02

Da qui, è necessario scegliere l'aggiornamento da disinstallare cliccandovi sopra, quindi premere il pulsante pulsante Disinstalla e confermare alla richiesta del sistema operativo.

winupd03

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 28)

Ma dai! Non sono così cattivo. E poi Windows è utilissimo! [img:06f55201f7]https://pclinux.eu/img/Tux_Bsd.jpeg[/img:06f55201f7] Guarda come alimenta bene la fiamma! :lol: A parte tutto. Ci sono sistemi operativi a bizzeffe perché dovrei usare un sistema operativo "raccontaballe"[/url] che vorrebbe farmi cambiare un pc come... Leggi tutto
16-3-2019 21:17

:malol: :malol: :malol: Maary questa è bellissima!!!
16-3-2019 19:30

Se metti @etabeta e Windows nella stessa stanza potresti non trovare più Windows installato in quel pc. Se ci metti pure un utonto che fa domande idiote...beh, meglio togliere tutte le potenziali armi bianche; come mouse con cavi abbastanza lunghi, stampanti, tastiere, potrebbero essere usate per uccidere l'utonto... =) Leggi tutto
16-3-2019 16:40

Grazie per l'informazione, essendo 17 anni che non uso più sistemi operativi Microsoft non avevo la possibilità di verificare di persona. Leggi tutto
16-3-2019 14:00

Pensa un po', il contrario di me che ho trasformato l'assistenza ad utenti Windows in una professione!!! Comunque nella mia esperienza personale i programmi a 32 girano sul 64, semmai è il contrario che non funziona. Leggi tutto
16-3-2019 00:05

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Fidanzati sospettosi o inguaribili diffidenti, qual è la vostra arma preferita tra quelle che Facebook mette a disposizione di voi gelosoni per controllare il vostro partner?
I cuoricini in bacheca: un segno per far sentire sempre e dovunque la propria presenza, nonché un espediente per marcare il territorio del partner.
L'applicazione "Chi ti segue di più?": bisogna convincere il partner a usare questa applicazione (apparentemente innocua) per scovare eventuali vittime da annotare sulla propria black list.
Facebook Places: permette di taggare compulsivamente il partner e rendere noto al mondo intero il fatto che lei e il suo lui si trovano sempre insieme.
L'auto tag nelle foto: indispensabile strumento per essere certi di ricevere notifiche qualora un'altra persona osasse commentare o piazzare "Mi piace" alle foto del/della partner.
I commenti minatori: il simpatico approccio ossessivo-compulsivo verso chi tagga il partner o ne invade la bacheca. Di solito consiste in un discreto: "Che bello il MIO amore!"
Il profilo Facebook in comune: un unico profilo scoraggia anche il più audace dei rivali dal tentare un approccio.
La password nota al partner: Della serie: "Amore, se non mi nascondi niente allora posso avere la tua password?". Nessun messaggio di posta, commento o notifica è al sicuro.
Il tasto "Rimuovi dagli amici": una volta in possesso della password del partner, qualsiasi rivale dalla foto profilo provocante o la cui identità è sconosciuta verrà subito rimosso dagli amici.
La trappola: spacciandosi per il partner (password nota), si inizia a contattare i presunti rivali e testare le loro intenzioni con domande e allusioni per far cadere in trappola anche i più astuti.
Il Mi piace minatorio: post, foto, tag, nuove amicizie sono regolarmente marchiati da un Mi piace del partner. Dietro una parvenza di apprezzamento, dimostrano quanto in realtà NON piaccia l'elemento.

Mostra i risultati (397 voti)
Gennaio 2020
Batterie al grafene, ormai ci siamo
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Tutti gli Arretrati


web metrics