iPad bloccato per 48 anni? Niente panico



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 14-04-2019]

ipad

Uh, this looks fake but, alas, it's our iPad today after 3-year-old tried (repeatedly) to unlock. Ideas? pic.twitter.com/5i7ZBxx9rW
— Evan Osnos (@eosnos) 6 aprile 2019

Può sembrare uno scherzo o un fotomontaggio, ma il tweet qui sopra mostra davvero un iPad bloccato da troppi tentativi sbagliati di immettere la password, con la dicitura "ritenta fra 25.536.442 minuti". Ossia fra circa 48 anni, nel 2067.

È l'iPad del giornalista Evan Osnos, dopo essere finito fra le mani di suo figlio di tre anni, che ha immesso la password sbagliata dieci volte di fila. L'articolo continua qui sotto.

Sondaggio
Quanto spam ricevi in media ogni giorno?
Uno o due messaggi
Meno di dieci messaggi
Tra i dieci e i venti messaggi
Tra i venti e i cinquanta messaggi
Tra i cinquanta e i cento messaggi
Tra i cento e i cinquecento messaggi
Oltre cinquecento messaggi

Mostra i risultati (3438 voti)
Leggi i commenti (13)
Dopo i primi cinque tentativi sbagliati, un dispositivo iOS obbliga ad attendere cinque minuti prima di poter tentare ancora; se anche il sesto tentativo fallisce, il dispositivo viene bloccato per un quarto d'ora. A ogni ulteriore tentativo sbagliato aumenta il tempo di attesa, fino ad arrivare, come in questo caso, al decimo fallimento, con conseguente blocco del dispositivo.

Non è la prima volta che capita a qualcuno, e poteva andare peggio: per fortuna il giornalista non aveva impostato il proprio iPad in modo che i dati venissero cancellati automaticamente dopo dieci tentativi falliti.

Non tutto è perduto: il giornalista non dovrà aspettare 48 anni per riutilizzare il proprio iPad. Esiste infatti una procedura di sblocco e recupero (il cosiddetto DFU mode), a condizione che l'utente abbia effettuato un backup dei propri dati.

Come nota Naked Security, l'aspetto più interessante è la determinazione del bambino, visto che ci vogliono circa tre ore per arrivare al decimo tentativo. Ma visto il disagio che ne può derivare, è prudente tenere questi oggetti digitali lontani dalle mani dei bambini.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
 

Paolo Attivissimo

(C) by Paolo Attivissimo - www.attivissimo.net.
Distribuzione libera, purché sia inclusa la presente dicitura.

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 9)

Così, forse, la specie dei deficienti subirebbe un tracollo decente nel giro di una generazione o due... :twisted: Leggi tutto
22-4-2019 15:54

:clap: :clap: :clap: Leggi tutto
22-4-2019 15:53

Cosa pensi glieli comprino a fare i tablet? Così i bambini si rimbambiscono col tablet e non gli rompono i... Se sei messo così di testa comunque potevi evitare di fare figli. E vale per molti. Leggi tutto
16-4-2019 21:12

Ciò significherebbe che hanno lasciato il bambino di 3 anni da solo per 3 ore, senza mai buttarci un occhio a quello che fa. Cosa ben più grave del blocco dell'Ipad, che meritava di finire frantumato a terra.
16-4-2019 11:51

Niente panico. "Esiste infatti una procedura di sblocco e recupero (il cosiddetto DFU mode), a condizione che l'utente abbia effettuato un backup dei propri dati." OK panico. :lol:
15-4-2019 15:03

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i rischi maggiori del cloud computing?
Distributed Denial of Service (DDoS): cresce l'impatto dei tempi di indisponibilità di un sito web, che possono costare perdite di milioni di euro in termini di introiti, produttività e immagine aziendale.
Frode: perpetrata da malintenzionati con l'obiettivo di trafugare i dati di un sito e creare storefront illegittimi, o da truffatori che intendono impadronirsi di numeri di carte di credito, la frode tende a colpire - prima o poi - tutte le aziende.
Violazione dei dati: le aziende tendono a consolidare i dati nelle applicazioni web (dati delle carte di credito ma anche di intellectual property, ad esempio); gli attacchi informatici bersagliano i siti e le infrastrutture che le supportano.
Malware del desktop: un malintenzionato riesce ad accedere a un desktop aziendale, approfittandone per attaccare i fornitori o le risorse interne o per visualizzare dati protetti. Come il trojan Zeus, che prende il controllo del browser dell'utente.
Tecnologie dirompenti: pur non essendo minacce nel senso stretto del termine, tecnologie come le applicazioni mobile e il trend del BYOD (bring-your-own-device) stanno cambiando le regole a cui le aziende si sono attenute sino a oggi.

Mostra i risultati (1216 voti)
Giugno 2019
Libra, la criptovaluta di Facebook, ufficialmente al via con il wallet Calibra
Se anche Sky usa i sottotitoli pirata
Il CERN lascia Microsoft e passa all'open source
VLC, corrette 33 falle grazie alle ricompense UE
EmuParadise violato, rubati i dati di 1,1 milioni di utenti
Google cambia la ricerca: i siti non appariranno più di due volte
Google Maps, arriva il tachimetro in tempo reale
La visione di Microsoft per un sistema operativo davvero moderno
Microsoft implora gli utenti: installate la patch prima di un altro WannaCry
Il malware che sfugge a ogni individuazione
Maggio 2019
Windows 10, l'aggiornamento di maggio fa cadere la connessione Wi-Fi
Huawei, microSD addio: l'azienda è stata esclusa dalla SD Association
Windows 10, ecco l'aggiornamento di maggio
Gmail, una pagina segreta tiene traccia di tutti gli acquisti fatti
Sedicenne si uccide dopo sondaggio su Instagram
Tutti gli Arretrati


web metrics