Bug in Windows 10, i dispositivi USB rallentano lo spegnimento

Succede ogni volta che vengono collegati o scollegati durante la chiusura del sistema.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 26-06-2019]

windows10 rallenta spegnimento usb c

Le operazioni di spegnimento di un sistema operativo somigliano un po' a quelle che si compiono quando si chiude la casa prima di andare in vacanza: bisogna controllare di aver chiuso il gas, serrato bene le tapparelle e via dicendo. Se qualcuno disturba il processo si rischia di perdere prima il filo e poi tempo, cominciando a farsi domande quali «Ma ho poi chiuso il gas?».

Windows 10 in particolare è molto sensibile alle interferenze, e ancora più se si usa la versione 1809, conosciuta come il funesto October 2018 Update che tanti grattacapi ha dato agli utenti sin dal momento della sua uscita.

Dai forum di Microsoft emerge infatti un problema che sino a oggi era stato sottovalutato: Windows 10 1809 non gradisce per niente che l'utente, durante le operazioni di arresto del sistema, colleghi o scolleghi un dispositivo connesso tramite USB Tipo-C, e lo dimostra allungando i tempi necessari a spegnere il computer.

All'utente che segnalava ritardi inspiegabili nello spegnimento del proprio computer ogni volta che collegava o scollegava un dispositivo USB-C, Microsoft ha risposto che si tratta di un bug noto presente nel componente di Windows 10 chiamato USB Type-C Connector System Software Interface.

Il bug fa sì che il semplice atto di collegare o scollegare un dispositivo durante le cruciali operazioni di chiusura rallenti lo spegnimento o l'ibernazione del computer aggiungendo un ritardo di ben 60 secondi.

Al di là del ritardo - spiega Microsoft - non ci sono ulteriori conseguenze, ma si può ben capire come la cosa sia seccante specialmente di questi tempi, quando grazie agli SSD ci si aspetta che un sistema si avvii e si spenga in pochi secondi.

Sondaggio
Negli ultimi due anni, quante volte hai formattato l'hard disk del PC?
Nessuna
Una
Un paio
Quattro o cinque
Una decina
Di più

Mostra i risultati (4064 voti)
Leggi i commenti (34)

Al momento Microsoft non pare intenzionata a mettere mano al bug in questione, che pare riguardare unicamente la versione 1809 di Windows 10.

Chi dovesse incappare nel problema non ha pertanto che due alternative: installare Windows 10 1903, oppure smetterla di giocare con i dispositivi collegati mentre Windows si sta spegnendo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Microsoft: Windows 10 è il migliore Windows di sempre
Windows 10, ecco l'aggiornamento di maggio
Windows 10, nuova patch per rimettere sui binari l'October Update

Commenti all'articolo (5)

Ah certo, ma se non si spegne e poi si staccano delle periferiche non credo che poi il ritardo di spegnimento sia imputabile al bug o, perlomeno, il primo ritardo di spegnimento. In ogni caso con le cattive maniere ho sempre ottenuto ottimi risultati, solo con un laptop sono dovuto arrivare a togliergli la batteria per spegnerlo... ... Leggi tutto
2-7-2019 19:14

Diventa scomodo. Però se il pc non si spegne, tanto vale provare a staccare un po' di roba, prima di spegnerlo con le cattive maniere! :wink:
2-7-2019 19:04

Quindi mi pare che anche tu non veda questo bisogno frequente di collegare e scollegare periferiche USB in particolar modo in fase di spegnimento del PC...
2-7-2019 18:44

Dispositivi usb possono essere anche dongle WiFi, Bluetooth, o aggeggi che si usano per lavoro, tipo per leggere i codici a barre, anche una stampante usb...di solito questi, per comodità, non vengono ogni volta scollegati.
2-7-2019 01:54

Personalmente non ho mai sentito la necessità di collegare o scollegare periferiche USB durante lo spegnimento di qualsiasi PC, mi sfugge a chi e per quale motivo possa risultare utile tale pratica soprattutto oggi che lo spegnimento avviene veramente in pochi secondi. Per questa volta mi trovo d'accorso con M$ giudicando questo bug... Leggi tutto
29-6-2019 13:53

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quale tra queste tecniche diffusamente utilizzate dagli hacker ti sembra la più pericolosa?
1. Violazione di password deboli: l'80% dei cyberattacchi si basa sulla scelta, da parte dei bersagli, di password deboli, non conformi alle indicazioni per scegliere una password robusta.
2. Attacchi di malware: un link accattivante, una chiave USB infetta, un'applicazione (anche per smartphone) che non è ciò che sembra: sono tutti sistemi che possono installare malware nei PC.
3. Email di phishing: sembrano messaggi provenienti da fonti ufficiali o personali ma i link contenuti portano a siti infetti.
4. Il social engineering è causa del 29% delle violazioni di sicurezza, con perdite per ogni attacco che vanno dai 25.000 ai 100.000 dollari e la sottrazione di dati.
5. Ransomware: quei programmi che "tengono in ostaggio" i dati dell'utente o un sito web finché questi non paga una somma per sbloccarli.

Mostra i risultati (2433 voti)
Settembre 2021
Truffatori scavalcano le difese informatiche nella maniera più semplice
Apple svela gli iPhone “più Pro” di sempre
Ripristinare il vecchio menu Start in Windows 11
Uno spot mette Windows 11 KO
L'auto elettrica di Apple
Microsoft non bloccherà Windows 11 sui PC non supportati
Windows 11, svelata la data di lancio
Agosto 2021
La barra di Windows 11 è di proposito peggiore di quella di Windows 10
Violati i server TIM, password degli utenti a rischio
Windows 11, disponibile la prima ISO ufficiale
Microsoft: disabilitate il sistema di stampa di Windows (di nuovo)
Google taglia gli stipendi a chi sceglie il telelavoro
Gli iPhone scansioneranno tutte le foto alla ricerca di pedopornografia
Due parole sull’attacco informatico “terroristico” alla Regione Lazio
Windows 365 è già disponibile e costa meno di 30 euro al mese
Tutti gli Arretrati
Accadde oggi - 18 settembre


web metrics