Per Elisa è un marchio registrato

Secondo la Corte Europea di Giustizia, la musica puo' essere depositata come marchio registrato in Europa.



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 31-12-2003]

Ludwig van Beethoven

Secondo la Corte Europea di Giustizia, la musica puo' essere depositata come marchio registrato in Europa: è quanto emerge da un test su commissione dell'agenzia olandese di marchi registrati Shieldmark. Il fondatore dell'azienda ha citato in giudizio suo padre, fondatore dell'agenzia concorrente Kist, per ottenere un trademark europeo su parte del brano Per Elisa di Beethoven.

La musica viene usata in una pubblicita' che mostra una gallina canticchiare (o meglio, chiocciare) le prime nove note della nota melodia. Il trademark e' assicurato dall'immagine di un pentagramma con le note Mi Re diesis Mi Re diesis Mi Si Re Do La.

La Corte Suprema olandese si era domandata se i suoni potessero essere registrati, visto che di solito i marchi registrati sono garantiti solo per qualcosa che puo' essere rappresentato graficamente. La Corte europea ha confermato che effettivamente uno spartito musicale e' una rappresentazione del suono, e quindi puo' essere registrato.

La vicenda potrebbe provocare gravi conseguenze per la messa a disposizione del pubblico del patrimonio musicale europeo. Il marchio registrato, d'ora in poi, potra' essere usato anche per reclamare diritti su brani per i quali il copyright è scaduto da tempo, e che quindi dovrebbero essere di pubblico dominio.

Commenti all'articolo (2)

Per elisa Leggi tutto
6-9-2004 17:43

opsss
dove andremo a finire Leggi tutto
5-1-2004 10:26

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Hai mai inviato Sms o messaggi o email a un tuo familiare mentre entrambi eravate a casa?
No, mai.
E' successo una o due volte.
Ogni tanto capita ma non č mia abitudine.
Lo faccio regolarmente.

Mostra i risultati (1544 voti)
Maggio 2019
Gmail, una pagina segreta tiene traccia di tutti gli acquisti fatti
Sedicenne si uccide dopo sondaggio su Instagram
Falla in WhatsApp: basta una telefonata per ritrovarsi uno spyware sul telefono
Il primo processore completamente inviolabile
Il ransomware che ti regala l'antivirus (mentre cripta i file)
Windows 10 disporrà di un vero kernel Linux
Apple beccata a barare sulla durata delle batterie (ma non è la sola)
Ricaricate lo smartphone di notte? La batteria durerà meno
Programmatore autodidatta risolve puzzle del MIT con 15 anni d'anticipo
Aprile 2019
Windows 10, aumentano i requisiti minimi di sistema
Mark Zuckerberg: entro cinque anni avremo due Facebook
Windows, si allunga la lista di antivirus che bloccano il Pc
Aspen, il browser per navigare in sicurezza secondo Avast
Ex studente distrugge i computer della scuola con un USB killer
Galaxy Fold, lo schermo pieghevole si rompe quasi subito
Tutti gli Arretrati


web metrics