Windows 10, arriva il ripristino via Internet



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 30-07-2019]

windows 10 cloud restore

Chi possiede un Mac certamente sa che, quando si rende necessario un ripristino del sistema (come, per esempio, una reinstallazione dopo aver sostituito l'hard disk), non c'è bisogno di DVD o chiavette con il sistema operativo.

È sufficiente premere la giusta combinazione di tasti all'avvio e utilizzare l'installazione via Internet: il computer provvederà a scaricare macOS (se possibile, aggiornandolo all'ultima versione) e a ricostruire un sistema funzionante.

Il tester WalkingCat ha scoperto, usando una recente build di Windows 10 (la 18950) rilasciata agli iscritti a Windows Insider, che anche Microsoft sta pensando di offrire ai propri utenti qualcosa di analogo.

Nel menu BootUX (quello che contiene le opzioni avanzate di avvio) di Windows 10 appare infatti la nuova voce Cloud Download: Download Windows accanto alla già nota possibilità di effettuare un ripristino locale, scegliendo se mantenere o meno i dati presenti.

Se si sceglie Cloud Download la più recente versione di Windows 10 viene scaricata e installata: l'utente deve solo fornire una connessione a Internet affidabile e avere un po' di pazienza mentre l'operazione viene eseguita.

Sondaggio
Quale metodo utilizzi nell'apprendere un linguaggio di programmazione?
Corsi tradizionali in aula.
Internet e corsi online.
Libri e manuali.
Altro.
Non programmo.

Mostra i risultati (2764 voti)
Leggi i commenti (15)

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Windows 10, via le piastrelle dal menu Start
Cortana si separa dalla ricerca di Windows e guadagna un'app a sé stante
Microsoft Word suggerisce come riscrivere le frasi
Microsoft disattiva Cortana durante l'installazione di Windows 10
Microsoft ammette che gli utenti sono beta tester

Commenti all'articolo (ultimi 5 di 6)

Da quando ho installato AOMEI Backupper (ma ovviamente ci sono parecchi altri prodotti gratuiti che fanno la stessa cosa) ho sempre risolto con meno di un quarto d'ora. Anche in caso di casini fatti proprio da un aggiornamento di windows.
4-8-2019 13:40

Era comunque possibile anche prima, con la reinstallazione in place. link Ora hanno messo solo un tasto in pi¨ in un men¨ nascosto, che la maggior parte degli utenti ignorerÓ. L'utonto tipo continuerÓ ad acquistare ottimizzatori di sistema (veri o finti), per riparare problemi software (veri o presunti). Come acquista antivirus (anche 2... Leggi tutto
1-8-2019 15:14

Beh anche la vecchia scuola del formattone potrebbe beneficiarne. Al posto di scaricare la iso aggiornata, trovare una chiavetta sacrificabile per creare il supporto bootabile e scrivere la iso, se si arrangia da solo a scaricarsi i dati ben venga. Il "ripristino" attuale comprende anche la cancellazione totale oltre al... Leggi tutto
1-8-2019 14:47

Se succedesse una cosa del genere solo i pi¨ 'primitivi' sopravvivrebbero, come Ŕ giusto che sia, non i pi¨ ricchi o furbi. Tornando al topic...si pu˛ ripristinare il pc in tanti modi, e quello online non Ŕ nuovo. Hanno solo aggiunto un tasto in un men¨. Io per˛ sono vecchia scuola. Formattazione e reinstallazione pulita. Leggi tutto
31-7-2019 23:36

Quale parte di ti fa pensare che questa modalitÓ sostituisca la precedente? La parte in cui dice che sia una nuova voce o quella in cui dice accanto alla giÓ nota possibilitÓ di effettuare un ripristino locale? Leggi tutto
31-7-2019 12:37

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Quali sono i rischi maggiori del cloud computing?
Distributed Denial of Service (DDoS): cresce l'impatto dei tempi di indisponibilitÓ di un sito web, che possono costare perdite di milioni di euro in termini di introiti, produttivitÓ e immagine aziendale.
Frode: perpetrata da malintenzionati con l'obiettivo di trafugare i dati di un sito e creare storefront illegittimi, o da truffatori che intendono impadronirsi di numeri di carte di credito, la frode tende a colpire - prima o poi - tutte le aziende.
Violazione dei dati: le aziende tendono a consolidare i dati nelle applicazioni web (dati delle carte di credito ma anche di intellectual property, ad esempio); gli attacchi informatici bersagliano i siti e le infrastrutture che le supportano.
Malware del desktop: un malintenzionato riesce ad accedere a un desktop aziendale, approfittandone per attaccare i fornitori o le risorse interne o per visualizzare dati protetti. Come il trojan Zeus, che prende il controllo del browser dell'utente.
Tecnologie dirompenti: pur non essendo minacce nel senso stretto del termine, tecnologie come le applicazioni mobile e il trend del BYOD (bring-your-own-device) stanno cambiando le regole a cui le aziende si sono attenute sino a oggi.

Mostra i risultati (1266 voti)
Gennaio 2021
Fregare Big Pharma con il vaccino
Alternative a WhatsApp
Un'opera da fantascienza costruita a tempo di record per scopi militari
Ho-mobile ammette la violazione dei dati dei clienti
Dicembre 2020
Il sito che svela quali tracce lasci quando navighi nel web
Zoom, arrivano l'email e il calendario
Spid creepshow, la sospensione
Windows 10, Cpu al 100% e molti problemi dopo l'ultimo update
Pirati che usano satelliti militari per comunicare e come ascoltarli
Google, i disservizi mostrano tutta la fragilità della tecnologia
CentOS, c'è un successore
La gabbia per il router che elimina le radiazioni elettromagnetiche
Falla spettacolare negli iPhone
La storia segreta di un gioiello scientifico
Microsoft brevetta la tecnologia per eliminare le riunioni inutili
Tutti gli Arretrati


web metrics