Android 10 abbandona i dolci



[ZEUS News - www.zeusnews.it - 23-08-2019]

android cambia logo dolci

Sin dalla sua nascita, Android ha mantenuto un certo carattere "sbarazzino". figlio di quei giochi di parole e inside joke che tanto piacciono a una certa parte della cultura informatica.

Ormai, però, Android è diventato grande. Così Google ha deciso che innanzitutto è il caso di adottare un nuovo logo, più "serio" del precedente, con un aspetto «moderno e accessibile».

Il robottino resta, sebbene ridotto alla sola testa e dipinto di una nuova tonalità di verde. Al di sotto, la scritta «android» in nero. Ma i cambiamenti non finiscono qui.

La seconda novità pone fine a una tradizione che va avanti sin dalle prime versioni: da oggi termina l'abitudine di affiancare il nome di un dolce (la cui iniziale sia la lettera successiva, nell'ordine alfabetico, all'iniziale del nome precedente) al numero di versione.

Nel tempo abbiamo avuto Android Cupcake, Donut, Eclair, Froyo, Gingerbread, Honeycomb, Ice Cream Sandwich, Jelly Bean, KitKat, Lollipop, Marshmallow, Nougat, Oreo e Pie, ognuno accompagnato da una relativa statua posta nel giardino del quartier generale di Google.

Ora, invece, dopo Android 9 Pie ci sarà semplicemente Android 10: la Q viene abolita, e non avrà mai un significato "goloso" e ufficiale.

Questa variazione ha un motivo preciso: l'uso delle lettere può causare confusione.

Sondaggio
Cosa fai se non usi un'applicazione da molto tempo?
La lascio nel dispositivo, potrei averne bisogno un giorno
La eliminano. Quando ne avrò bisogno, la scaricherò di nuovo

Mostra i risultati (1151 voti)
Leggi i commenti (4)

«Per esempio» - spiega Google - «in alcune lingue la L e la R non si distinguono quando vengono pronunciate. Infatti, alcune delle persone che ci sentivano parlare ad alta voce di Android Lollipop non capivano subito che si trattava della versione successiva a KitKat».

«Per i nuovi utenti di Android, che non hanno familiarità con questa abitudine di assegnare i nomi, è anche più difficile capire se il loro telefono sta adoperando l'ultima versione. Inoltre, in certe zone le torte (Pie) non sono un dessert e i marshmallow, per quanto siano deliziosi, non sono un dolcetto tradizionale».

Qui sotto, il video che presenta il nuovo logo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con Zeus News ti consigliamo di iscriverti alla Newsletter gratuita. Inoltre puoi consigliare l'articolo utilizzando uno dei pulsanti qui sotto, inserire un commento (anche anonimo) o segnalare un refuso.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Approfondimenti
Android 9.0 Pie è ufficiale e si può già installare sui Google Pixel
Gattini, biscottini e piovre su Android
Il giorno di Android Oreo
Android 4.4 si chiama KitKat

Commenti all'articolo (3)

Forse la svolta era prevista ma forse la vera ragione è questa.
26-8-2019 13:44

E se il motivo fosse perché non hanno trovato dolci che iniziano con la "Q"?
24-8-2019 19:29

Era anche l'ora di fare questa scelta. Poteva essere carina e coccolosa i primi tempi, ma genera confusione anche dal punto di vista tecnico... Android 9 e Android Pie sono la stessa cosa, ma devi fare spesso ricerche differenti su google per accedere ai risultati inerenti di tuo interesse...
24-8-2019 12:07

La liberta' di parola e' un diritto inviolabile, ma nei forum di Zeus News vige un regolamento che impone delle restrizioni e che l'utente e' tenuto a rispettare. I moderatori si riservano il diritto di cancellare o modificare i commenti inseriti dagli utenti, senza dover fornire giustificazione alcuna. Gli utenti non registrati al forum inoltre sono sottoposti a moderazione preventiva. La responsabilita' dei commenti ricade esclusivamente sui rispettivi autori. I principali consigli: rimani sempre in argomento; evita commenti offensivi, volgari, violenti o che inneggiano all'illegalita'; non inserire dati personali, link inutili o spam in generale.
E' VIETATA la riproduzione dei testi e delle immagini senza l'espressa autorizzazione scritta di Zeus News. Tutti i marchi e i marchi registrati citati sono di proprietà delle rispettive società. Informativa sulla privacy. I tuoi suggerimenti sono di vitale importanza per Zeus News. Contatta la redazione e contribuisci anche tu a migliorare il sito: pubblicheremo sui forum le lettere piu' interessanti.
Sondaggio
Sei favorevole all'utilizzo dei tablet al posto dei libri di scuola?
Sì. L'iPad con i libri multimediali è una figata.
No. È una spesa in più a carico delle famiglie.
Sì. Salviamo gli alberi e inquiniamo con l'e-garbage.
No. I tablet hanno un'obsolescenza tecnologica che galoppa: dopo cinque anni, usati tutti i giorni, sarebbero completamente da buttare.
Sì. Cambia la forma ma non la sostanza e la qualità dell'insegnamento.
No. Gli studenti non imparerebbero più a prendere appunti su carta, a scrivere e a fare i conti a mente.
Sì, ma dalle scuole medie in avanti: alle elementari un bambino dovrebbe imparare a leggere su libri veri. Dovrebbe imparare a consultare l'indice in fondo al libro e a cercare dei documenti in una biblioteca vera e organizzarli, non a fare copia e incolla da internet.
No. Gli stessi docenti, in molti casi, non avrebbero la più pallida idea di come utilizzarli. Per non parlare del Ministero che dovrebbe decidere quali programmi si devono o non si devono usare.

Mostra i risultati (2475 voti)
Gennaio 2020
Edge è morto, viva Edge (Chromium)
Il giorno della morte di Windows 7
The New Facebook, il social network cambia pelle
Samsung fa un balzo in avanti con il Galaxy S20
Dicembre 2019
Le peggiori password del 2019
Il chip che realizza la crittografia perfetta a prova di hacker
Apple al lavoro sull'iPhone satellitare
Il water inclinato che impedisce ai dipendenti di stare troppo in bagno
Se i poliziotti vendono nel dark web l'accesso alle telecamere di sicurezza
Il preservativo per i dispositivi USB
Il motorino elettrico di Xiaomi che costa come uno smartphone
Il ransomware che riavvia il PC in modalità provvisoria
Il malware fileless che attacca i Mac
Il software per ricevere gli update di Windows 7 senza pagare
Plex sfida Netflix con migliaia di film e serie TV gratis per tutti
Tutti gli Arretrati


web metrics